Colpo della ErmGroup San Giustino: preso l’opposto Simone Marzolla, proveniente dalla Leo Shoes Casarano

Simone Marzolla con la maglia della ErmGroup San Giustino assieme all'amministratore delegato della società, Claudio Bigi

Il grande colpo di mercato della ErmGroup San Giustino è servito. La società biancazzurra ha infatti ingaggiato l’opposto Simone Marzolla, classe 1999 e 197 centimetri di altezza. Nato a Dolo ma residente a Chioggia, in provincia di Venezia, Marzolla è cresciuto nel Volley Clodia per poi trascorrere cinque stagioni con la Kioene Padova, prima del triennio alla Delta Porto Viro, con la quale ha vinto il campionato di A3 ed esordito in A2. Nel suo curriculum, anche una finale scudetto Under 20 e nell’annata appena terminata è uscito per la prima volta dal Veneto, disputando di nuovo la A3 con la Leo Shoes Casarano e arrivando a giocare la finale dei play-off, persa contro la Farmitalia Catania. Di assoluto rilievo, per non dire straordinari, i suoi numeri nella parentesi pugliese: 465 punti, dei quali 24 in battuta, 35 a muro e 406 in attacco, con una positività che ha toccato il 48,4%. Per 11 volte è andato sopra il 50% di realizzazione, per 15 sopra il 45% e per altre 19 sopra il 40% nelle 25 partite che lo hanno visto in campo, per un totale di 91 set. Non solo: è 12esimo nella classifica generale dei “top scorer” della stagione regolare, migliore nei play-off con 181 punti e primo sia negli attacchi vincenti (154) che nella graduatoria degli ace (19). Con appresso questa ingente dote, Marzolla sarà ora un punto fermo della compagine di Marco Bartolini e Mirko Monaldi. Inseguito con grande insistenza dal direttore sportivo Valdemaro Gustinelli e strappato alla concorrenza delle migliori squadre di A3 di entrambi i gironi, Marzolla approda a San Giustino al termine di un campionato nel quale per lui i dati statistici hanno parlato in misura fin troppo eloquente. “Mi sono subito accorto come in questa realtà si respiri aria di pallavolo a pieni polmoni – ha detto Marzolla al suo arrivo a San Giustino – e la conferma viene dalle tante persone che hanno sposato questo progetto. L’impianto del palasport è ottimo: uno fra i più belli e organizzati che abbia mai finora visto, a cominciare dal taraflex. Mettiamoci poi la società, che nutre ambizioni importanti e anche il paese, piacevole e di una dimensione tale che permette di muoversi con una certa comodità”. Insomma, fra Simone Marzolla e San Giustino è stato feeling fin dal primo impatto.

Claudio Roselli

Ufficio stampa

ErmGroup Pallavolo San Giustino