Tutto rimandato a Gara 5

Tutto rimandato a Gara 5

In una cornice resa straordinaria dai 5000 tifosi che hanno riempito il Pala AGSM AIM, alla WithU Verona non riesce l’impresa di chiudere la serie dei Quarti Play Off contro la Cucine Lube Civitanova, che manda la sfida a Gara 5. Dopo aver sbloccato la sfida con un grande primo set, la squadra di coach Stoytchev ha dovuto fare i conti con la reazione da parte degli ospiti. Tre parziali tiratissimi e giocati alla pari che però hanno premiato la truppa di Blengini, che ha sfruttato il fattore Nikolov, eletto MVP. Numeri comunque importanti per gli scaligeri, soprattutto in attacco, dove Keita ha messo a terra 25 punti (con tre ace), quattro in più del compagno di reparto Sapozhkov. Si è fermato a 19, invece, Mozic. Appuntamento fissato per sabato 8 aprile con il quinto round della contesa.

PRIMO SET

Nello schieramento iniziale, coach Stoytchev si affida alla regia di Spirito, con Sapozhkov nel ruolo di opposto e la coppia Mozic-Keita in banda. Al centro confermati Mosca e Grozdanov, mentre il libero è Gaggini.

Il primo punto lo schiaccia a terra Keita, che dà subito il cambio palla si suoi. Il maliano si ripete anche dai nove metri con un ace piazzato in buca d’angolo. La Lube accorcia con Nikolov, ma Verona mantiene le tre lunghezze di vantaggio (4-1). Si accende anche Mozic da posto 4, per il 7-3 a favore dei padroni di casa. Al time-out chiamato da Blengini gli scaligeri sono sul 9-4. Gli ospiti provano a ricucire lo strappo e con il muro di Anzani si portano a -2 (10-8). Sapozhkov vince il contrasto con Zaytsev sottorete e trova il punto del 13-9. Il russo è una potenza e assieme a un muro a tre successivo incrementa il vantaggio gialloblù (16-10). I cucinieri tentano di rientrare in partita, ma Verona regge l’urto e con la pipe di Keita resta avanti di quattro (21-17). Il set lo chiude lo stesso numero 9 con due colpi da maestro, che fissano il punteggio sul 25-20.

SECONDO SET

Al rientro in campo, Mozic risponde subito alla battuta errata di Keita (1-1). La WithU passa avanti con l’attacco al centro di Mosca, che sfrutta una ricezione imprecisa della retroguardia avversaria (3-2). Nelle battute iniziali del secondo set si gioca punto a punto. Uno scambio intensissimo, poi, culmina con il diagonale di Keita (7-5). Il bomber maliano è devastante anche dai nove metri, siglando il colpo del 9 a 6. Zaytsev dà la scossa e con un ace che riduce il gap. Una palla contestata scalda gli animi del palazzo, con Verona che mantiene un punto di vantaggio (11-10). La Lube pareggia con l’ace di Chinenyeze e la sfida prosegue sul filo dell’equilibrio (13-13). Keita è ispirato e Spirito lo sa, premiandolo in più di un’occasione. Mozic alza la voce a muro per il 16-15. Poi Grozdanov si mette in proprio e dai nove metri timbra il 18-15. I marchigiani risalgono la corrente grazie a Nikolov, che infila una striscia vincente in battuta, interrotta da Mozic e dall’ace di Sapozhkov (20-18). L’arma Garcia funziona per Blengini e i cucinieri effettuano il sorpasso. Verona reagisce, ma gli ospiti portano il risultato sull’1-1.

TERZO SET

Mozic apre le danze e Verona tenta subito la fuga con il monster block di Keita e i numeri da capogiro di Sapozhkov (4-0). Keita gioca bene con le mani avversarie e tiene a debita distanza gli ospiti (6-2). Ancora una volta, però, è il russo a prendersi la scena con un muro da applausi, che manda gli scaligeri avanti di cinque lunghezze (8-3) e poi buca il campo biancorosso piazzando la sfera nei tre metri. Keita è di nuovo bravo a giocare col muro di De Cecco e compagni per il 13-7. Dai nove metri Nikolov è ancora un fattore determinante e con una lunga striscia permette ai suoi di rientrare in corsa (13-12). Keita non ci sta e issa una diga in posto quattro per un muro che ridà fiato a Verona. Sapozhkov è una furia e firma il vantaggio di tre lunghezze (18-15). Mozic spara forte in battuta e trova un ace da applausi (20-16). Verona mantiene alta l’attenzione e si regala tre set point con la potenza dello sloveno (24-20). Yant infila una serie di ace che riaprono la sfida (24-24). Si va ai vantaggi, dove la Lube supera e ribalta il risultato.

QUARTO SET

La quarta frazione si apre con servizio out di poco di Spirito, recuperato subito da una palla ben piazzata di Keita. Un ace di Nikolov lancia i cucinieri, ma Sapozhkov non permette la fuga con un lungolinea vincente (2-3). De Cecco trova il punto diretto dai nove metri per il +2 dei suoi (4-6). La Lube allunga e sale sul 7-10 grazie al primo tempo di Chinenyeze. Keita torna incisivo in battuta, centrando l’ace che tiene a galla Verona, di nuovo alle calcagna dei marchigiani (9-10). Bene il muro a due trovato da Mozic e Mosca, che permette ai gialloblù di rimanere in scia. Gli ospiti ritrovano un discreto margine di vantaggio con l’ace di Yant (13-16). Allora sale in cattedra Keita, che rimette le cose in parità con due giocate di maestro (16-16). Gli scaligeri colpiscono con il primo tempo di Grozdanov (18-18), poi Nikolov torna a spingere in battuta e la sua serie porta la Lube sul 18-21. Verona è viva e pareggia i conti con Mozic. Anche in questo set si va fino ai vantaggi, dove la compagine marchigiana ha messo il timbro sulla gara con un muro a tre su Keita.

Le parole di coach Radostin Stoytchev al termine dell’incontro: “Sono orgoglioso della squadra e di quello che ha dato in campo. I set sono terminati punto a punto e questo ne è la dimostrazione. Il nostro punto debole é la ricezione, subiamo troppi ace, ma lo sappiamo e continuiamo a lavorarci. Sono molto contento della prestazione in tutti gli altri fondamentali. A muro, in attacco e in contrattacco abbiamo fatto bene. Merito a Civitanova per la partita che ha giocato. Il pubblico Sento la partecipazione di questa gente e non posso che ringraziarla”.

Tabellino

WithU Verona – Cucine Lube Civitanova 1–3 (25-20; 23-25; 26-28; 24-26)

WithU Verona: Spirito, Sapozhkov 21, Keita 25, Mozic 19, Mosca 3, Grozdanov 7, Gaggini (L), Raphael, Jensen, Magalini, Cavalcanti, Cortesia, Zanotti, Bonisoli (L). All. Radostin Stoytchev
Cucine Lube Civitanova: De Cecco 3, Zaytsev 17, Nikolov 22, Yant 17, Anzani 4, Chinenyeze 8, Balaso (L), Sottile, Garcia, Bottolo 2, Gottardo, Diamantini, Ambrose, D’Amico (L). All Gianlorenzo Blengini

Arbitri: Andrea Pozzato (1°), Umberto Zanussi (2°), Andrea Puecher (3°)
Addetto Video Check: Alessandro Scapinello

Durata set: 30’; 33’; 36’; 31’;  totale: 2h 10’

Attacco: WithU Verona 54%; Cucine Libe Civitanova 50%
Muri: WithU Verona 8; Cucine Libe Civitanova 6
Ace: WithU Verona 7; Cucine Lube Civitanova 15

MVP: Aleksander Nikolov
Spettatori: 5000