Del Monte Coppa Italia SuperLega 2017/2018


    Photogallery
    FINALE Cucine Lube Civitanova – Sir Safety Conad Perugia
    FINALE A2 Ceramica Scarabeo GCF Roma – Caloni Agnelli Bergamo
    SEMIFINALE Diatec Trentino – Sir Safety Conad Perugia
    SEMIFINALE Cucine Lube Civitanova – Azimut Modena

    Cartella stampa PDF

    Tabellini
    Civitanova-Modena
    Primo Set
    Secondo Set
    Terzo Set
    Quarto set
    Finale

    Trento-Perugia
    Primo Set
    Secondo Set
    Terzo Set
    Finale

    Civitanova-Perugia
    Primo Set
    Secondo Set
    Terzo Set
    Quarto Set
    Finale

    Del Monte® Coppa Italia SuperLega Finale
    Prima volta per la Sir Safety Conad Perugia grazie al 3-1 in rimonta con la Cucine Lube Civitanova. PalaFlorio sold out con 5000 tifosi in festa. Block Devils ammessi di diritto a CEV Cup e Del Monte® Supercoppa.
    MVP della Finale, Atanasijevic
     
    Risultato Finale Del Monte® Coppa Italia SuperLega
    Cucine Lube Civitanova-Sir Safety Conad Perugia 1-3 (25-16, 22-25, 20-25, 25-27).
     
    Cucine Lube Civitanova – Sir Safety Conad Perugia 1-3 (25-16, 22-25, 20-25, 25-27) – Cucine Lube Civitanova: Christenson 1, Juantorena 18, Candellaro 9, Sokolov 22, Sander 6, Cester 5, Marchisio (L), Grebennikov (L), Stankovic 1, Kovar 2. N.E. Zhukouski, Casadei, Milan. All. Medei. Sir Safety Conad Perugia: De Cecco 4, Zaytsev 8, Podrascanin 11, Atanasijevic 20, Russell 13, Anzani 13, Cesarini (L), Della Lunga 1, Colaci (L), Shaw 0, Berger 0. N.E. Andric, Siirila, Ricci. All. Bernardi. ARBITRI: Rapisarda, Pasquali. NOTE – durata set: 26′, 28′, 28′, 31′; tot: 113′. Spettatori 5.080. Incasso 69.000 euro. MVP Aleksandar Atanasijevic (Sir Safety Conad Perugia).
     
    In un PalaFlorio Sold out, con oltre 5.000 spettatori ad applaudire le due squadre, la Sir Safety Conad Perugia sfata anche il tabù della Del Monte® Coppia Italia SuperLega trionfando in rimonta per 3-1 contro i campioni uscenti della Cucine Lube Civitanova.
     
    Dopo un primo set sul velluto per i detentori della Coppa, a frantumare le aspettative dei sostenitori di fede Lube è il ritorno della formazione umbra, blindata al centro con Anzani e Podrascanin, chirurgici in attacco ed efficaci a muro. Sono le giocate di Atanasijevic nei momenti clou a scalfire le certezze dei marchigiani. Proprio i dettagli fanno la differenza, come un servizio dell’opposto serbo a 119 km/h sul 24-23. Anche il record assoluto della due giorni è dell’attaccante di Perugia con 121 km/h. La Lube, con Sokolov top scorer (22 punti), prova a risollevare il match chiuso dal solito Atanasijevic con un attacco velenoso, contestato vivacemente da Civitanova, ma con il pallone che tocca il terreno di gioco.
     
    Un successo tira l’altro per i Block Devils. Dopo aver rotto il digiuno alla vigilia del Campionato con la conquista della Del Monte® Supercoppa 2017 all’Eurosuole Forum, sempre contro i biancorossi, Block Devils riescono a piegare di nuovo la seconda forza della Regular Season mettendo in bacheca la prima Del Monte® Coppa Italia SuperLega della propria storia. Un successo reso ancora più significativo dalla macchia di colore dei 600 tifosi “Sirmaniaci” in festa. Appassionati del volley umbro che nella stagione 2013/14 avevano dovuto strozzare in gola le grida di gioia a un passo dalla conquista del trofeo, sfuggito in Finale contro la Copra Elior Piacenza al PalaDozza di Bologna. Il trionfo odierno è il secondo della società di Gino Sirci su sette Finali in eventi Nazionali ed Europei. Lo scorso anno i perugini si erano giocati anche la Champions League nell’atto conclusivo con Kazan a Roma rimanendo a secco. Dopo 5 successi da giocatore, il tecnico Lorenzo Bernardi alza la sua prima Coppa Italia da allenatore. Il trofeo va ad arricchire la bacheca di Ivan Zaytsev, che aveva vinto la Coppa di A2 con Roma nel 2010.
     
    Volley incanto” anche sopra il Gerflor tricolore con uno spettacolo mai visto prima in Italia: la proiezione a 360 gradi di un video sui protagonisti della Final Four su un enorme telo cilindrico sospeso dalla circonferenza di 25 metri. Uno dei momenti più sorprendenti della due giorni.
     
    Cori, flash dei fotografi e brividi anche alla cerimonia di premiazione, con Pietro Bruno Cattaneo, Presidente Fipav, e la Presidente di Lega Paola De Micheli che consegnano la Coppa dando vita a uno spettacolo nello spettacolo a tinte tricolore.
     
    Applausi per i siparietti della Del Monte® Volley Band e i continui blitz ai margini del campo delle mascotte, Mister Banana e Tore l’orsetto schiacciatore. Grande show per la tv con lo staff di RAI Sport, al commento Maurizio Colantoni e Andrea Lucchetta, e il salottino con Marco Fantasia.
     
    LA GARA:
    Starting six della Finale: Block Devils in campo con De Cecco in cabina di regia e Atanasijevic opposto. Podrascanin e Anzani centrali, Russell e Zaytsev in banda, Colaci libero. I cucinieri rispondono con Sokolov opposto al palleggiatore Christenson, Candellaro e Cester centrali, con Juantorena e Sander in banda e Grebennikov settimo uomo.
     
    A scavare il primo solco sono il muro di Cester e due contrattacchi di Juantorena (9-6). Cester rincara la dose con un altro block (10-6) e la battuta di Sander propizia il break della Lube (12-6). Perugia prova a risalire e sul muro di De Cecco; Medei chiede un time out (16-12). Civitanova torna a gestire il set con una battuta insidiosa. Zaytsev chiude il suo primo punto in attacco (18-13) ma la Lube difende quasi tutti i palloni e Juantorena è esplosivo (20-14). Pochi sussulti nel finale con un’altra ricezione negativa dei perugini che induce all’errore Russell (25-16).
     
    Nel secondo set la Lube continua a prendere l’iniziativa, ma Perugia blocca ogni tentativo di fuga (13-13) trovando il doppio vantaggio (13-15). Candellaro ristabilisce la parità in un set molto tattico (16-16). Sul 18-18 doppio rosso ad Atanasijevic e Sokolov, protagonisti di una scaramuccia a rete Il set si decide negli ultimi scambi con il sestetto umbro capace di allungare con Atanasijevic (19-21) per poi tamponare i rivali con il muro di Podrascanin e trovare il +3 dai 9 metri (19-22). Sull’invenzione di Zaytsev per il 21-24, il team di Medei annulla una palla set, ma cede sulla giocata di Podrascanin (22-25).
     
    Nel terzo set si riparte punto a punto. Sul (7-7) fondamentali per il +4 sono il muro e la chiusura di Russell (7-11). Bene in battuta Zaytsev con la ricezione lunga della Lube chiusa da Russell (7-11). Il martello della Sir commette però un doppio errore in attacco (12-13). L’atleta si riscatta con l’ace baciato dal nastro (12-15), mentre l’invasione della Lube consente a Perugia l’ulteriore allungo (15-19). Con una prodezza di Sokolov i marchigiani accorciano (20-22). Stankovic entra al posto di Cester. Il block out di Atanasjievic (20-24) e il muro di Anzani su Sokolov valgono il 20-25.
     
    Nel quarto parziale in campo dall’inizio Stankovic e Kovar. In avvio l’inerzia della gara non cambia (7-9), ma la Lube trova il sorpasso, complice l’errore di Atanasijevic (12-11). Le squadre si ritrovano alla pari (19-19). Dopo l’attacco del 22-20 di Candellaro. Perugia pareggia con l’aiuto del Video Check che scova un tocco del muro biancorosso e il successivo attacco a rete di Candellaro (22-22). Sul muro di Anzani Perugia scatta avanti (23-24), ma Atanasijevic spreca la palla della vittoria (24-24). Appuntamento rimandato: l’ace di Sokolov e il pari di Anzani aprono la strada al finale thrilling all’ace di Russel e al punto di Atanasijevic (25-27).
     
    Giampaolo Medei (allenatore Cucine Lube Civitanova):Nel primo set tutto ci è riuscito benissimo e Perugia è andata un po’ in difficoltà, ma sapevamo che la partita sarebbe diventata tirata. Nel secondo set probabilmente non abbiamo sfruttato alcune occasioni e abbiamo perso per un pallone. Una questione di centimetri. C’è amarezza, ma anche la consapevolezza di essere riusciti a trovare tutte le sue energie mentali e fisiche per questo appuntamento. Non è bastato ma faremo in modo di avere quel qualcosa in più per spuntarla alla prossima occasione. Nel finale di secondo set, dopo i due cartellini rossi che ci hanno tolto il turno al servizio di Juantorena, ci siamo innervositi. Non commento le decisioni arbitrali e, a fatica, non voglio farlo nemmeno oggi. Ringrazio lo staff medico e il preparatore atletico per il lavoro eccezionale fatto in settimana per ridarmi a disposizione 13 giocatori in buone condizioni per la Final Four”.
    Osmany Juantorena (Cucine Lube Civitanova):Peccato perché ci abbiamo creduto fino in fondo, ma non ci siamo riusciti. Nel secondo set abbiamo sprecato diversi contrattacchi, poi l’arbitro ci ha dato il rosso quando eravamo assolutamente tranquilli e proprio quando dovevo andare al servizio. Comunque Perugia ha giocato meglio e ha meritato la vittoria. Sarà sfida con gli umbri fino alla fine. Al momento sono loro gli avversari da battere visto che hanno conquistato Supercoppa e Coppa Italia”.
     
    Massimo Colaci (Sir Safety Conad Perugia): Grande Perugia perché non ha mai mollato dopo il primo set dove noi eravamo contratti e loro giocavano molto bene. E questo ha fatto la differenza perché abbiamo fatto quello step a livello mentale che ci permette di non mollare mai. Adesso? Facciamo festa con i nostri tifosi!”.
    Aleksandar Atanasijevic (Sir Safety Conad Perugia): Faccio i complimenti a Civitanova che ha giocato molto bene, noi dopo il primo set siamo cresciuti e siamo riusciti a fare l’impresa con la forza del gruppo che è venuta fuori. Stiamo dando tutto in palestra, i trofei sono il risultato dei tanti sacrifici che facciamo ogni giorno. Alla fine sono corso in tribuna dai tifosi perché questo tifo è fantastico, la Coppa Italia è per loro!”.
     
     
    IL TABELLONE
     
       

    Civitanova

         
     

    Vibo Valentia

    3-0

    Cucine Lube Civitanova

       
     

    1-3

    Ravenna

    3-1

       
     

    Ravenna

       

    Cucine Lube Civitanova

     
       

    Modena

     

    1-3

     
     

    Verona

    3-0

    Azimut Modena

       

    Sora

    3-1

    Verona

         

    0-3

    Milano

         

    Del Monte®

    Coppa Italia

    Milano

     

    Trento

       

    2017/18

     

    Monza

    3-0

    Diatec Trentino

     

    SIR SAFETY CONAD PERUGIA

     

    3-0

    Monza

    0-3

       
     

    Latina

       

    Sir Safety Conad Perugia

     
       

    Perugia

         
     

    Piacenza

    3-0

    Sir Safety Conad Perugia

       

    Padova

    1-3

    Padova

         

    3-0

    Padova

           

    Castellana Grotte

             
               
     
    ALBO D’ORO COPPA ITALIA SUPERLEGA
    1978/79 Panini Modena
    1979/80 Panini Modena
    1980/81 Edilcuoghi Sassuolo
    1981/82 Santal Parma
    1982/83 Santal Parma
    1983/84 Bartolini Bologna
    1984/85 Panini Modena
    1985/86 Panini Modena
    1986/87 Santal Parma
    1987/88 Panini Modena
    1988/89 Panini Modena
    1989/90 Maxicono Parma
    1990/91 Il Messaggero Ravenna
    1991/92 Maxicono Parma
    1992/93 Sisley Treviso
    1993/94 Daytona Modena
    1994/95 Daytona Las Modena
    1995/96 Alpitour Traco Cuneo
    1996/97 Las Daytona Modena
    1997/98 Casa Modena Unibon
    1998/99 Tnt Alpitour Cuneo
    1999/00 Sisley Treviso
    2000/01 Lube Banca Marche Macerata
    2001/02 Noicom Brebanca Cuneo
    2002/03 Lube Banca Marche Macerata
    2003/04 Sisley Treviso
    2004/05 Sisley Treviso
    2005/06 Bre Banca Lannutti Cuneo
    2006/07 Sisley Treviso
    2007/08 Lube Banca Marche Macerata
    2008/09 Lube Banca Marche Macerata
    2009/10 Itas Diatec Trentino
    2010/11 Bre Banca Lannutti Cuneo
    2011/12 Itas Diatec Trentino
    2012/13 Itas Diatec Trentino
    2013/14 Copra Elior Piacenza
    2014/15 Parmareggio Modena
    2015/16 DHL Modena
    2016/17 Cucine Lube Civitanova
    2017/18 Sir Safety Conad Perugia
     
     
    La vincitrice va in Europa e in Del Monte® Supercoppa
     
    La vincitrice della Del Monte® Coppa Italia SuperLega entra in Europa e acquisisce il diritto di giocare la Coppa CEV 2018-19. Avrà anche un biglietto per la Finale a 4 della Del Monte® Supercoppa della stagione ventura.
     
     
    Provvedimenti disciplinari Del Monte® Coppa Italia SuperLega
     
    A CARICO TESSERATI
    SOSPESI
    Cormio Giuseppe (Cucine Lube Civitanova): sospensione da ogni attività federale per gg.15, per ripetute e gravi frasi ingiuriose rivolte all’indirizzo del 1°arbitro al termine della gara.
     
    AMMONITI
    Sokolov Tsvetan (Cucine Lube Civitanova)
    Atanasijevic Aleksandar (Sir Safety Conad Perugia)
     
    SODALIZI
    Cucine Lube Civitanova: multa di € 200,00 per la sanzione disciplinare comminata al proprio dirigente.
     
    Provvedimenti disciplinari Del Monte® Coppa Italia Serie A2
     
    Nessun provvedimento adottato

     

    Del Monte® Coppa Italia SuperLega Final Four

    2a Semifinale: i Block Devils superano 3-0 la Diatec Trentino nella festa del PalaFlorio. La Finale tra Cucine Lube Civitanova e Sir Safety Conad Perugia andrà in scena domani alle 17.30. La giornata si aprirà alle 14.00 con la Finale di Del Monte® Coppa Italia Serie A2 tra Ceramica Scarabeo GCF Roma e Caloni Agnelli Bergamo

     

    Risultato Del Monte® Coppa Italia SuperLega. 2a Semifinale

    Diatec Trentino-Sir Safety Conad Perugia 0-3 (17-25, 17-25, 17-25).

    1a Semifinale Cucine Lube Civitanova-Azimut Modena 3-1 (17-25, 26-24, 25-21, 25-21).

     

    Diatec Trentino – Sir Safety Conad Perugia 0-3 (17-25, 17-25, 17-25) – Diatec Trentino: Giannelli 2, Kovacevic 12, Kozamernik 5, Vettori 9, Lanza 3, Carbonera 3, De Pandis (L), Zingel 0, Chiappa (L), Hoag 2. N.E. Partenio, Cavuto, Teppan. All. Lorenzetti. Sir Safety Conad Perugia: De Cecco 0, Zaytsev 9, Podrascanin 6, Atanasijevic 16, Russell 9, Anzani 5, Cesarini (L), Berger 0, Colaci (L), Shaw 0. N.E. Siirila, Andric, Della Lunga, Ricci. All. Bernardi. ARBITRI: Boris, Simbari. NOTE – durata set: 27′, 22′, 25′; tot: 74′

     

    Sarà Cucine Lube Civitanova – Sir Safety Conad Perugia la resa dei conti della Del Monte® Coppa Italia SuperLega 2017/18, in programma domani alle 17.30 al PalaFlorio di Bari. Dopo la vittoria dei marchigiani nella prima Semifinale, in serata è arrivato il secondo verdetto al termine di un incontro dominato dal sestetto umbro, più solido della Diatec Trentino in tutti i fondamentali e illuminato dalle folate offensive delle sue stelle. Un successo centrato davanti ai 600 tifosi “Sirmaniaci”, in evidenza tra i quasi 5000 spettatori presenti.

     

    Match a senso unico con la capolista della SuperLega UnipolSai superiore al servizio, in attacco e nella correlazione muro-difesa. Puntuali all’appello le conclusioni del top scorer Atanasijevic (16 punti con il 57% di precisione). Trento cerca di limitare i danni senza però trovare la svolta.

     

    Premiato prima della sfida il giornalista Carlo Gagliardi, storica firma della pallavolo per la Gazzetta del Mezzogiorno.

     

    Una carica travolgente quella del celebre volto televisivo Lorenzo Dallari, bravo a tenere alto il ritmo nelle pause con interviste agli atleti durante la rifinitura e con giochi interattivi per i tifosi.

     

    Un gran via vai allo stand dell’associazione benefica per la ricerca contro il cancro, fondata dall’ex alzatore Giacomo Sintini. Una buona risposta del pubblico anche nella Volley Gallery, area esterna per le degustazioni Del Monte®, sponsor della manifestazione, e per un blitz a suon di “volley shopping” tra i gazebo griffati dei Club.

     

    Fermento in tribuna stampa per la dotazione di alcuni “tablet spia” in grado di replicare fedelmente in tempo reale le schermate dei tablet arbitrali affissi sul palo della rete.

     

    In crescita esponenziale il seguito sui social: trafficate le pagine facebook, instagram e youtube della Lega Pallavolo Serie A, onnipresente l’hashtag #delmontecoppa con una carrellata di foto e selfie inviati durante la gara sui maxischermi tra la kiss cam e le buffissime cornici interattive.

     

    Tutti gli occhi sono puntati sul Gerflor tricolore. Diatec Trentino in campo con Giannelli al palleggio per l’opposto Vettori,Carbonera e Kozamernik al centro, Kovacevic e Lanza laterali, Chiappa libero. Sir Safety Conad Perugia schierata con De Cecco in cabina di regia per la bocca da fuoco Atanasijevic, Anzani e Podrascanin al centro, Zaytsev e Russell schiacciatori di banda, Colaci libero.

     

    Trento non rischia il libero De Pandis e punta ancora sul giovane Chiappa. Primi scambi sul filo dell’equilibrio (8-8). Russel appare in serata, suoi 4 dei  primi 10 punti della Sir prima del muro vincente targato Podrascanin (9-11). Trento torna in parità dopo l’errore dello Zar, ma l’azione più lunga della giornata riporta Perugia avanti di 2 punti, che diventano 3 con l’ace di Podrascanin (11-14). Dentro Zingel per Kozamernik tra i giallobù, ma il cambio palla perugino resta impeccabile, mentre Trento fatica in attacco (14-18). Atanasijevic firma il +5 (15-20). Entra anche Hoag per Lanza, ma lo straniero non incide e Russel manda Perugia al set ball, 17-24. Il muro di Anzani su Vettori chiude un primo set senza troppi sussulti (17-25) con l’attacco trentino fermo al 22%. Di Zaytsev il servizio più veloce (113 Km/h).

     

    Secondo set dall’avvio speculare. Perugia attende prima di alzare il livello con Atanasjievic (6-8). Lorenzetti rigioca la carta Hoag, ma al posto di Vettori. Zaytsev pesca il jolly in pipe per l’allungo Sir (8-12). Arrivano applausi anche per Trento con una prodezza di Giannelli per Kozamernik, ma Perugia dai 9 metri è letale con Atansjievic e il time out sul 10-15 è obbligato. Vettori torna al suo posto, mentre Zingel dà il cambio a Carbonera, autore del servizio più veloce del set (107 km/h). Perugia arriva a quota 20 dopo l’errore di Kovacevic con Trento ferma a 13. Set segnato: Zaytsev manda i suoi sul 16-24, Podrascanin chiude 17-25.

     

    Nel terzo set Hoag è in campo per Lanza. La Sir riparte col muro di Atanasjievic, imitato dopo qualche scambio da Anzani (3-4). La Sir Safety ha un altro passo a partire dalla battuta che costringe agli straordinari Giannelli ed esalta il muro perugino (5-8). Trento non batte al meglio allungando le serie di 14 errori nei primi due set. Dall’altro lato Zaytsev (miglior servizio del match a 116 km/h) non fa sconti (8-12). Gli errori arrivano quasi tutti nella metà campo trentina con Lorenzetti costretto al time out sul 13-19. Il punto 20 di Perugia manda in visibilio il PalaFlorio con le difese umbre valorizzate dalle conclusioni di Atanasjievic. Lanza  torna in campo mal’opposto dei Block Devils e la palla in rete di Kovacevic danno il successo a Perugia (17-25).

     

    Domani lo spettacolo si aprirà alle 14.00 con la Finale della Del Monte® Coppa Italia Serie A2 tra Ceramica Scarabeo GCF Roma e Caloni Agnelli Bergamo, primo titolo stagionale della categoria, mentre alle 17.30 sarà la vola della Finale di Del Monte® Coppa Italia SuperLega Cucine Lube Civitanova – Sir Safety Conad Perugia.

     

    Grande attesa per la finalissima. Biancorossi e Block Devils si sono già affrontati in 24 occasioni: 14 le affermazioni dei marchigiani, 10 quelle degli umbri. Il bilancio stagionale degli scontri diretti, invece, vede avanti per 2-1 i perugini, vittoriosi in Supercoppa e in Champions League, ma sconfitti in Regular Season. La Cucine Lube Civitanova, squadra detentrice del trofeo, in caso di vittoria bisserebbe il successo firmato lo scorso anno all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno contro la Diatec Trentino e metterebbe in bacheca la sesta Coppa Italia alla partecipazione numero 19 alla kermesse tricolore per la A1 (SuperLega). Sesta spedizione al trofeo di A1 (SuperLega) per la Sir Safety Conad Perugia, che quest’anno ha festeggiato la vittoria della Del Monte® Supercoppa e insegue il primo successo in Coppa Italia dopo la delusione nella Finale con Piacenza (2013/14). Dopo aver vinto la manifestazione per 5 volte da giocatore, 3 con Modena e 2 con Treviso, Lorenzo Bernardi vuole la prima da tecnico.

     

    Angelo Lorenzetti (allenatore Diatec Trentino): “Non riusciamo a trovare la chiave del nostro gioco nel momento in cui affrontiamo avversari di questo livello. Anche questa sera abbiamo subito faticato a realizzare punti in attacco, rendendo difficile la nostra fase di cambio palla. Non siamo stati aiutati dalla ricezione, che ci ha tolto alternative, ma al di là di questo dovremmo essere in grado di trovare soluzioni differenti anche contro il muro schierato, mentre oggi abbiamo giocato sempre lo stesso tipo di colpo. Affrontare sistemi di muro-difesa come quello messo in campo da Perugia non è semplice, ma avremmo dovuto cambiare modo di gioco. Il divario stasera è stato marcato ma tenendo un cambio palla più efficiente avremmo potuto giocarcela alla pari”.

    Simone Giannelli (Diatec Trentino): “E’ difficile commentare lucidamente questa partita, perché siamo ovviamente arrabbiati e delusi per la nostra prestazione. Perugia ha vinto meritatamente, ma questo 3-0 ci fa molto male per come è arrivato. Sono triste perche potevamo fare sicuramente di molto di più in tutti i fondamentali, ma la nostra partita è iniziata male sin dal primo set”.

     

    Marko Podrascanin (Sir Safety Conad Perugia): “Siamo entrati in partita con l’atteggiamento giusto e abbiamo controllato il match dal primo all’ultimo punto dimostrando un’ottima pallavolo. Domani con la Lube si decide per una palla. Loro sono una delle più forti squadre d’Europa, però noi vogliamo vincere. I tifosi? Con loro giochiamo sempre in casa!”.

    Luciano De Cecco (Sir Safety Conad Perugia): “Domani in Finale ci proveremo. Abbiamo voglia di giocarci questa grandissima partita. Ci sarà da soffrire, ci sarà da lottare e bisognerà mettere in campo tutto quello che abbiamo in una gara molto difficile contro un avversario di spessore. Non ci sono favoriti. Ci vorrà un po’ di fortuna, una nostra grande prova in campo e il sostegno del nostro meraviglioso pubblico!”.

     

     

    IL TABELLONE

     

     

     

    Civitanova

     

     

     

     

    Vibo Valentia

    3-0

    Cucine Lube Civitanova

     

     

     

    1-3

    Ravenna

    3-1

     

     

     

    Ravenna

     

     

    Cucine Lube Civitanova

     

     

     

    Modena

     

     

     

     

    Verona

    3-0

    Azimut Modena

     

     

    Sora

    3-1

    Verona

     

     

     

    0-3