Arriva la corazzata Prisma Taranto

Si disputa in infrasettimanale la prima gara del girone di ritorno della Serie A2 TIM e la SEC Isernia Volley è messa subito di fronte alla prima della classe, la Prisma Taranto.

Gli ionici arrivano al PalaFraraccio forti di quattro successi consecutivi, l’ultimo maturato sul parquet della Carige Copra Genova, e in un momento non brillante per gli uomini di coach Mosca, che nelle ultime uscite sembrano aver perso lo smalto della prima parte del campionato.

La sconfitta maturata a Gioia del Colle ha lasciato un po’ di amaro in bocca, pur lasciando inalterato il distacco dalla quart’ultima, perché ha significato l’impossibilità di accedere ai quarti di finale della TIM CUP A2 che fino a qualche settimana fa sembrava un traguardo abbordabile; biglietto per il torneo tricolore staccato proprio dai biancorossi di Mastrangelo.

La SEC Isernia ha pagato troppo la mancanza di freschezza, che in certi frangenti è alla base della lucidità; la pausa per le festività natalizie (si riprende l’8 gennaio) gioca a favore dei biancoazzurri che ieri hanno ripreso gli allenamenti nella solita serenità. I 24 punti conquistati rappresentano un bottino che permette di guardare al futuro con tranquillità.

L’obiettivo per questa prima giornata di ritorno è quello di far bene davanti al pubblico di casa, anche per chiudere in bellezza un anno comunque da incorniciare che ha regalato alla società del presidente Vitullo una nuova avventura in A2 che, seppur frutto di un ripescaggio, ha premiato l’organizzazione e l’attenta programmazione del sodalizio pentro.

Il match di domani – fischio di inizio alle 20.30 – non sarà semplice, ben 15 le lunghezze che separano in classifica le due compagini, 13 le vittorie rossoblu contro gli 8 successi dei biancoazzurri e un roster decisamente di categoria superiore (De Giorgi in palleggio, Schuil, Patriarca, Castellano, Gatin e Valdir gli schiacciatori, Giretto, Heikkinen e Giosa a centro, con Vicini libero). Indipendentemente da tali numeri e dal pronostico non è consentito partire sconfitti. All’andata si parlava di una gara senza storia, invece, Batte e compagni seppero mettere in seria difficoltà la corazzata rossoblu andando a conquistare un punto importante.

Memori di quella prestazione – a tratti impeccabile – va impostata la gara e il gioco da esprimere domani, perché contro un sestetto equilibrato come quello di coach Di Pinto, l’unica possibilità è adottare una strategia aggressiva, consapevoli che ci si potrà giocare la carta “fattore campo”, che per la SEC Isernia significa possibilità di schierare una pedina fondamentale: il pubblico biancoazzurro.

Intanto, ierisera atleti, tecnici e dirigenza si sono ritrovati per il consueto scambio di auguri. I giocatori biancoazzurri nei buoni propositi per il nuovo anno hanno garantito tante altre emozioni al numero uno del sodalizio di Via Umbria.

Anna Palermo
Area Comunicazione
press@iserniavolley.it
www.iserniavolley.it

(FOTO PRIMIO: Capitan Maresca)