Dopo l’eliminazione dalla Coppa Italia parla Alberto Di Mattia

La Codyeco Santa Croce si conferma bestia nera della VIDEX ROYAL PAT.
La gara secca dei quarti della Coppa Italia di Serie A2 TIM vede infatti la formazione di Provvedi imporsi con il medesimo punteggio della gara di Campionato di andata in quel di Grottazzolina: un Tre a Uno che, tra l’altro, ricalca, in parte, anche l’andamento della prima sfida stagionale tra le due squadre.
La VIDEX ROYAL PAT ha la meglio nel primo parziale, in cui, grazie ad un gioco fluido e ad una ricezione impostata ed equilibrata, riesce ad esprimersi bene e con efficacia; Santa Croce cresce costantemente negli altri parziali e, appoggiandosi al solito trio, Falasca, Suela, Wallace, forzando al servizio e approfittando del calo in ricezione dei ragazzi di Di Mattia, riesce a spuntarla negli altri tre Set.
Per i toscani la conferma ulteriore di un sestetto di assoluto valore e di una stagione fin qui magica (primo posto in classifica e approdo alle final four di Coppa Italia); per la VIDEX ROYAL PAT la conferma di due conquiste stregate (su tutti le finali di Coppa Italia, mai raggiunte nella ormai decennale storia in A2; secondariamente, un successo in trasferta che manca da troppi mesi ormai), ma anche, comunque, segnali di crescita e di uscita dal periodo buio, in continuità con la gara interna con Bassano, sui quali lavorare in prospettiva della seconda trasferta ravvicinata, a Castelnuovo.
“E’ stato alla fine per noi un allenamento importante, nel senso che non siamo riusciti a dare continuità ad un buon primo parziale (e quindi ad ottenere un risultato che sarebbe stato significativo, visto l’avversario), ma abbiamo comunque potuto verificare alcune nostre soluzioni e soprattutto alcuni nostri difetti al cospetto di una squadra di primo livello”. E’ Alberto Di Mattia a tornare sulla gara di mercoledì con la Codyeco: “Tre dati mi sentirei di evidenziare – continua l’allenatore della VIDEX ROYAL PAT -: innanzitutto la prestazione del primo parziale, caratterizzata da intensità e un buon piglio, ai quali dovremo dare continuità in prospettiva Campionato; in secondo luogo, entrando nel tecnico, la ricezione: come siamo calati in questo fondamentale sono aumentate le differenze con il nostro avversario e per noi le difficoltà (c’è da lavorare in questo senso); infine i ragazzi della panchina: stavolta non sono riusciti a cambiare il volto della gara (come hanno fatto con Bassano), ma hanno dimostrato comunque il loro valore”.
La squadra si è ritrovata al lavoro già ieri pomeriggio in palestra e il calendario prevede, avvicinandosi a Castelnuovo, allenamento al palas questo pomeriggio e partenza domani alla volta della cittadina veneta.

UFFICIO STAMPA
VIDEX ROYAL PAT
GROTTAZZOLINA