L’Itas Diatec Trentino supera 3 a 1 la Marmi Lanza Verona

L’Itas Diatec Trentino supera la Marmi Lanza Verona col punteggio di 3 a 1. Pubblico delle grandi occasioni in questo atipico Santo Stefano dove il volley non si ferma; 4.000 gli spettatori presenti al PalaTrento nell’ultima gara del 2005 valevole per la tredicesima giornata di regular season, l’ultima del girone di andata.
Itas Diatec Trentino già qualificata alle Final Eight di Coppa Italia, nei quarti di finale sarà opposta alla terza attuale forza del campionato, la Lube Banca Marche Macerata.

Radamès Lattari nello starting six in diagonale con Savani inserisce Della Lunga al posto del febbricitante Morsut, invariato il resto del sestetto con la diagonale Meoni –Nascimento, i centrali Heller e Millar, il libero Trimarchi. Verona schiera Pes in cabina di regia al posto di Nuti, non ancora al top dopo l’infortunio.
Bagnoli opta per la coppia di centrali Howard e Granvorka, preferendo il francese a Semenzato. Bernardi e Gato schiacciatori, libero Sorcinelli. Tanti i tifosi arrivati da Verona per seguire da vicino questa gara simile ad un derby, con tanti ex oggi tutti nelle fila veronesi, in campo Bernardi e Sorcinelli, in panchina Bagnoli.
Partenza di primo set equilibrata, Verona sfrutta le migliori percentuali di positività in ricezione, 78% contro il 48% dei padroni di casa, parità fino a quota 17, Hernandez e Howard mettono a segno i colpi decisivi, la Marmi Lanza capitalizza i 6 punti di Bernardi capace di mettere a segno entrambe i 2 muri del team scaligero, gli ospiti volano sul 21-25 sfruttando l’ultimo decisivo errore di Della Lunga, una diagonale out.

Nel secondo set Trento migliora notevolmente le sue percentuali offensive, alla fine chiuderà il parziale col 61% di positività, mentre Verona faticherà ad andare a segno con continuità, il 38% finale è eloquente. Dal 15 pari sale in cattedra la formazione trentina, Millar e Nascimento suonano la carica entrambi con 5 punti di bottino personale, Verona replica positivamente con il solo Howard che non è però sufficiente nonostante riesca ad andare a segno con 2 primi tempi consecutivi. La potente conclusione di Heller vale la parità per l’Itas Diatec Trentino che si impone 25-19.

Nel terzo set bene Savani, Howard e Granvorka, 4 punti per loro, il più incisivo è Nascimento assieme a Gato con 5 conclusioni a segno, l’errore del caraibico permetterà a Trento di mettere a segno un mini break arrivando sul 17-14. Verona si riavvicina con un ace flottante di Semenzato, Savani non perdona con una pipe spettacolare, 18-16. Trento allunga fino al 21-18 con un perfetto Nascimento, praticamente immarcabile, si scontrano Gato e Bernardi nel tentativo di attaccare entrambi da posto 4, l’Itas ne approfitta portandosi sul 21-18. Gato non sbaglia, la rimonta di Verona si arresta però dopo la doppia in palleggio fischiata a Pes, 22-19, Howard svetta altissimo e va a segno, 22-20, Semenzato mura perentoriamente Millar, 22-21, l’australiano servirà però subito dopo direttamente in rete, 23-21. Arriva un muro di capitan Meoni sul pallonetto di Bernardi, lo stesso Meoni nell’azione successiva riuscirà a toccare la palla a muro sull’attacco di mister secolo, e a smarcare senza muro Nascimento, l’attacco facile e vincente del brasiliano chiuderà la terza frazione di gioco sul 25-21 per l’Itas Diatec Trentino.

Quarto set tutto di marca Itas Diatec Trentino, padrona del campo in tutti i fondamentali, trascinata da Andrè Nascimento, 8 punti in solo questo parziale dei 23 complessivi, risulterà il miglior realizzatore del match e riceverà il premio di MVP. Trento vola sul 16-10 al secondo time out tecnico, tutto facile per Meoni & compagni, Heller bene in attacco, Verona non riesce a mettere a segno neppure un muro e rimane in partita con il solo Granvorka, 5 i suoi punti.
L’ultimo punto di Trento arriva da un servizio bomba di Nascimento, l’opposto della nazionale verdeoro ha scritto la parola fine all’incontro, disputando una prova davvero molto convincente.


ITAS DIATEC TRENTINO –MARMI LANZA VERONA 3 – 1
(21-25, 25-19, 25-21, 25-15)
ITAS DIATEC TRENTINO: Trimarchi (L), Millar 11, Savani 14, Heller 7, Kooistra, Meoni 1, Della Lunga 10, Mescoli, Nascimento 23, Cuminetti. Non entrati Baranek, Morsut. All. Lattari Radames.

MARMI LANZA VERONA: Semenzato 2, Pes, Bernardi 13, Sorcinelli (L), Gato 12, Hernandez 4, Howard 12, Granvorka 17, Bartman. Non entrati Moro, Rigatelli, Nuti. All. Bagnoli Bruno.
ARBITRI: Paolo Lavorenti e Gianni Bartolini.

NOTE – Spettatori 4000, incasso 31000, durata set: 28′, 26′, 29′, 23′; tot: 106′.
Itas Diatec Trentino: battute sbagliate 14, vincenti 5, ricezione positiva 56% (perfetta 39%), attacco 56%, muri 6, errori 5.
Marmi Lanza Verona: battute sbagliate 17, vincenti 5, ricezione positiva 74% (perfetta 52%), attacco 42%, muri 5, errori 12.

L’Itas Diatec trentino conclude il girone di andata al sesto posto. Il prossimo incontro di campionato per il team allenato da Lattari è in programma domenica 8 Gennaio 2006 alle ore 18.00 a Padova contro la Giotto.

Nella foto in allegato scattata da Marco Trabalza, l’esultanza dell’MVP Andrè Nascimento, opposto della nazionale brasiliana e dell’Itas Diatec Trentino

Trento, 26 dicembre 2005

Trentino Volley S.p.A.

Per ulteriori informazioni:

Lanfranco Dallari, Marketing & Comunicazione Società Trentino Volley.

Tel 0461-421377, e-mail: lanfrancodallari@trentinovolley.it