Comunicato Stampa della Lega Pallavolo Serie A

 SuperLega UnipolSai
4° giornata di andata: DHL Modena sbanca Gi Group Monza e mantiene la vetta. Cucine Lube e Sir Safety tallonano la capolista dopo i successi sul campo di Tonazzo Padova e CMC Romagna. Primo punto Revivre nello stop interno con l’Exprivia. Domani posticipo in diretta Rai Sport 1 per Diatec Trentino – LPR Piacenza
 

 

Risultati 4a giornata di andata SuperLega UnipolSai: Revivre Milano-Exprivia Molfetta 2-3 (23-25, 25-22, 22-25, 25-17, 10-15); Diatec Trentino-LPR Piacenza – Non ancora disputata 12/11/2015 ore 20:30 Dir. RAI Sport 1; Tonazzo Padova-Cucine Lube Banca Marche Civitanova 1-3 (22-25, 25-16, 10-25, 23-25); CMC Romagna-Sir Safety Conad Perugia 1-3 (20-25, 18-25, 25-23, 21-25); Gi Group Monza-DHL Modena 1-3 (25-23, 18-25, 20-25, 17-25).

 Disputata il 4/11/15 Ninfa Latina – Calzedonia Verona 0-3 (23-25, 21-25, 22-25)

TONAZZO PADOVA – CUCINE LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA 1-3 (22-25, 25-16, 10-25, 23-25) – TONAZZO PADOVA: Cook 1, Leoni, Orduna 1, Giannotti 19, Balaso (L), Quiroga 5, Volpato 3, Averill 16, Berger 7, Milan 1, Diamantini 2. Non entrati Bassanello, Lazzaretto. All. Baldovin. CUCINE LUBE BANCA MARCHE CIVITANOVA: Fei 12, Gabriele 2, Parodi 4, Juantorena 18, Stankovic 13, Sabbi 6, Christenson 4, Cester, Grebennikov (L), Corvetta, Podrascanin 8. Non entrati Vitelli, Cebulj. All. Blengini. ARBITRI: Cappello, Tanasi. NOTE – Spettatori 2021, incasso 8296, durata set: 27′, 26′, 21′, 29′; tot: 103′.

Davanti alle telecamere di Rai Sport, ad avere la meglio è la Cucine Lube Banca Marche Civitanova. E’ un turno infrasettimanale significativo per la squadra di casa, che celebra davanti al suo pubblico la partita n. 1000 in serie A. Avvio frizzante nel primo set, con Civitanova che si affida soprattutto ai colpi di Juantorena, mentre Giannotti e Quiroga spingono bene con quest’ultimo a murare Sabbi sul 12-9. Si prosegue in un bel testa a testa fino a quando – in seguito a due errori patavini – la Lube stacca 21-23 costringendo coach Baldovin al time out. Civitanova mette in campo l’esperienza e il colpo del 22-25 è firmato da Sabbi. La prima parte del secondo set ricalca quanto visto nel precedente, con i veneti a controllare gli ospiti portandoli al time out tecnico sul 12-8 con Berger incisivo in questa fase. Ad un tratto il break a muro della Tonazzo coglie di sorpresa Civitanova, che in pochi minuti scivola sul 23-15. E’ il preludio alla chiusura del set che arriva con il 25-16 a firma di Berger. Nel terzo set Stankovic va a tutto braccio premendo l’acceleratore sul 3-7. Coach Baldovin chiede subito una pausa di gioco. Da qui per Civitanova diventa tutto facile, con la Tonazzo che effettua senza risultato una girandola di cambi: il set termina 10-25 con Fei e Juantorena che viaggiano facile. Padova non ci sta e nel quarto set risfodera la grinta del secondo. Civitanova sbaglia maggiormente e la Tonazzo ne approfitta. Sul 15-9 coach Blengini richiama i suoi in panca ed è forse la chiave di svolta. I ragazzi tornano in campo e la squadra ritrova precisione ed equilibrio. Il finale è un vero testa a testa, dove la spunta la Lube per 23-25 con Padova che si dispera per l’occasione persa.

MVP: Fabio Balaso (Tonazzo Padova).

 

Chiamate Video Check

1° SET

14-13 (invasione Berger) Video Check richiesto da: Padova per verifica invasione.

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Civitanova (14-14)

2° SET

2-0 (attacco Juantorena) Video Check richiesto da: Civitanova per verifica invasione.

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Padova (3-0)

12-9 (attacco Averill) Video Check richiesto da: Civitanova per verifica invasione.

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Padova (13-9)

22-15 (attacco Stankovic) Video Check richiesto da: Civitanova per verifica in-out.

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Padova (23-15)

4° SET

10-5 (attacco Fei) Video Check richiesto da: Padova per verifica in-out.

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Civitanova (10-6)

13-7 (attacco Juantorena) Video Check richiesto da: Civitanova per verifica in-out.

Decisione arbitrale invertita, punto assegnato a Civitanova (13-8)

18-15 (attacco Fei) Video Check richiesto da: Civitanova per verifica invasione.

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Padova (19-15)

22-22 (attacco Fei) Video Check richiesto da: Civitanova per verifica in-out.

Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Padova (23-22)

 

Fabio Balaso (Tonazzo Padova): “E’ mancato veramente poco per andare al tie break. Sul muro-difesa abbiamo sempre creato pressione a Civitanova, ma alla fine loro sono stati bravissimi a mettere a terra i punti decisivi. Dispiace molto, ma sono sicuro che possiamo migliorare ulteriormente e lottare contro ogni grande squadra”.

Marko Podrascanin (Cucine Lube Banca Marche Civitanova): “E’ stata una vittoria importantissima perché ottenuta fuori casa contro una squadra che ha giocato bene e che ci ha messo in difficoltà. Dovremo dare il nostro meglio per vincere e oggi siamo stati anche fortunati a raccogliere tre punti perché abbiamo espresso un gioco al di sotto delle nostre potenzialità”.

 

 

REVIVRE MILANO – EXPRIVIA MOLFETTA 2-3 (23-25, 25-22, 22-25, 25-17, 10-15) – REVIVRE MILANO: Milushev 17, Alletti 13, Sottile 7, Sbertoli, Russomanno Dos Santos 8, Tosi (L), De Togni, Baranek 11, Galaverna 4, Burgsthaler 12, Marretta. Non entrati Gavenda, Rivan. All. Monti. EXPRIVIA MOLFETTA: Candellaro 14, Randazzo 12, Mariella, Del Vecchio 8, De Barros Ferreira 12, Barone 13, De Pandis (L), Hierrezuelo 5, Fedrizzi 1, Hernandez Ramos 13. Non entrati Spadavecchia, Porcelli. All. Gulinelli. ARBITRI: Puecher, Rapisarda. NOTE – Spettatori 717, incasso 2058, durata set: 27′, 30′, 28′, 26′, 16′; tot: 127′.

Avvio in salita per Milano che in avvio di primo set fatica soprattutto nella lettura del gioco del regista Hierrezuelo. Il cubano riesce più volte a sorprendere il muro meneghino e, grazie soprattutto alla prestazione in attacco, Molfetta trova l’allungo per arrivare in vantaggio al primo time out tecnico (7-12). La seconda parte del set vede invece la rimonta di Milano che riesce a trovare l’incisività necessaria in attacco e al servizio, portandosi sul 23-23. Un mani out e il conseguente muro su Milushev lasciano però il set nella mani di Molfetta (23-25). Il secondo set sembra la fotocopia del primo a parti invertite: Milano trova l’allungo subito costringendo Molfetta a interrompere il gioco per due volte (7-5 e 14-10). Sul finale del set Molfetta tenta la rimonta avvicinandosi fino al 22-21, ma Milano, in grande spolvero, guidata in attacco da Alletti e Milushev chiude il primo set con l’attacco a terra proprio del bulgaro (25-22). Nel terzo parziale Milano inizia con il piede sbagliato e Molfetta, con Hierrezuelo al servizio, ne approfitta per portarsi sul 2-5. Coach Monti sostituisce Milushev con Galaverna e la squadra recupera tanto da pareggiare i conti sull’8-8. Nella seconda parte del set Milano riesce a trovare l’allungo con Galaverna in attacco e arriva fino al 22-18 quando va al servizio Hierrezuelo che riesce a riportare i compagni in carreggiata tanto da recuperare il gap e andare a chiudere il set (22-25). Dopo il black out subito nel terzo set Milano riparte con il giusto piglio e con la regia di Sottile si porta subito in vantaggio (10-4). I padroni di casa dominano per tutto il set, tirando fuori tutta la grinta e la determinazione necessarie per chiudere con un netto vantaggio e assicurarsi il primo punto in classifica (25-15). Il quinto e decisivo set inizia con il vantaggio di Milano (3-1) che viene prontamente recuperato da Molfetta in vantaggio fino al cambio campo (5-8). Reazione di Milano che pareggia i conti sull’8-8, ma sul finale Molfetta ha la meglio e chiude i giochi (10-15).

MVP: Aimone ALLETTI (Revivre Milano).

 

Chiamate Video Check:

1° SET

20-21 (muro di Milushev). Video Check richiesto da Milano per verifica in-out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Molfetta (20-22).

2° SET

18-15 (muro di Alletti). Video Check richiesto da Molfetta per verifica invasione a muro di Alletti. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Milano (19-15).

3° SET

21-21 (attacco di Galaverna). Video Check richiesto da Milano per verifica invasione a rete di Molfetta. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Molfetta (22-21).

4° SET

23-16 (attacco di Baranek). Video Check richiesto da Molfetta per verifica invasione in attacco di Baranek. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato a Milano (24-16).

 

Daniele Sottile (Revivre Milano): “Si è vista una bella Milano rispetto alle altre partite e alle difficoltà oggettive di cui non voglio parlare. Siamo stati combattivi dall’inizio alla fine. Peccato per il terzo set perché sicuramente meritavamo di vincere e forse poteva cambiare l’esito della partita. Si è visto sicuramente un passo avanti nel gioco”.

Raydel Hierrezuelo (Exprivia Molfetta): “Giocare qui è stato difficile e loro sono stati combattivi. Siamo andati al tie break e abbiamo ottenuto due punti importanti”.

 

 

CMC ROMAGNA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 1-3 (20-25, 18-25, 25-23, 21-25) – CMC ROMAGNA: Mengozzi 10, Cavanna 1, Della Lunga 1, Van Garderen 8, Polo 8, Koumentakis 12, Goi (L), Torres 16, Boswinkel 6, Bari (L), Perini De Aviz. Non entrati Ricci, Zappoli. All. Kantor. SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Buti 5, Fromm 25, De Cecco 3, Kaliberda 18, Giovi (L), Russell, Tzioumakas 14, Atanasijevic 10, Fanuli (L), Birarelli 2. Non entrati Holt, Dimitrov, Elia, Franceschini. All. Castellani. ARBITRI: Pasquali, Boris. NOTE – Spettatori: 1.200 – durata set: 30′, 27′, 33′, 33′; tot: 123′.

Nella quarta di campionato al Pala Credito di Romagna si sono incontrate CMC Romagna e Sir Safety, entrambe provenienti da una vittoria e in buono stato di forma. I romagnoli hanno lottato per più di due ore reggendo a tratti il ritmo della Sir, ma ne sono usciti senza un punto e con qualche rammarico. I perugini, infatti, sono incappati nella giornata no di Atanasijevic, ma hanno scoperto un positivo Tzioumakas coadiuvato dall’ottimo apporto dei posti 4 Fromm e Kaliberda. Inizia la partita e la CMC parte fortissimo (10-2) ma a metà set si inceppa. La Sir ne approfitta e dopo lo smarrimento iniziale mostra la sua faccia migliore, pur senza il suo gioiello più brillante: Atanasijevic viene sostituito quasi subito da un concreto Tzioumakas. Anche il secondo parziale scivola via senza che i padroni di casa riescano a impensierire la Sir, trascinata in questo frangente dall’opposto serbo, devastante in battuta. Nel terzo parziale i romagnoli sentono che è il momento di mettere in campo qualcosa in più e sul filo di lana, trascinati da Torres, rientrano in partita mettendo in campo una buona prestazione corale e riuscendo così ad allungare la gara. Gli ospiti non ci stanno e nel quarto parziale, grazie ai loro posti 4 particolarmente in serata, si riportano in vantaggio nel set. Nuovamente in ombra Atanasijevic che viene ancora sostituito da Tzioumakas. Ispirato invece Luciano De Cecco che ha saputo gestire al meglio i suoi. Sul finale di quarto set positivo ingresso di Boswinkel e Perini tra le fila di casa, che limano il gap fino al -1, senza riuscire però a ultimare la rimonta.

MVP: Tzioumakas (Sir Safety Perugia).

 

Chiamate Video Check:

1° SET

16-20 (attacco Van Garderen). Video Check richiesto dalla CMC per verifica invasione a muro. Decisione arbitrale invertita, punto assegnato alla CMC (17-19)

17-20 (battuta Van Garderen). Video Check richiesto dalla CMC per verifica battuta in/out. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla Sir (17-21)

2° SET

5-10 (attacco Kaliberda). Video Check richiesto dalla Sir per verifica invasione a muro. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla CMC (6-10)

3° SET

9-6 (attacco Koumentakis). Video Check richiesto dalla CMC per verifica pestata in battuta di Kaliberda. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla Sir (9-7)

14-12 (attacco Koumentakis). Video Check richiesto dalla Sir per verifica invasione. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla CMC (15-12)

4° SET

0-0 (attacco Atanasijevic). Video Check richiesto dalla CMC per verificare invasione di Koumentakis. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla Sir (0-1)

Riccardo Goi (CMC Romagna): “Abbiamo giocato a strappi, siamo partiti fortissimo e poi ci siamo bloccati. Abbiamo retto il loro ritmo a momenti, ma poi abbiamo peccato di lucidità nelle fasi topiche. Loro sono cresciuti molto durante la gara. Kaliberda e Fromm hanno giocato una grande partita e noi non siamo riusciti ad approfittare delle occasioni per allungare ulteriormente”.

Emanuele Birarelli (Sir Safety Perugia): “E’ una bella vittoria per il gruppo che fa morale e siamo molto contenti. E’ stata una gara difficile a così pochi giorni dalla lunga partita di domenica e forse qualcuno oggi ha giustamente accusato un po’ di stanchezza, ma vincere con l’apporto di chi viene dalla panchina ci aiuta a fare ancora più gruppo e ci rende molto soddisfatti”.

 

GI GROUP MONZA – DHL MODENA 1-3 (25-23, 18-25, 20-25, 17-25) – GI GROUP MONZA: Galliani 2, Mercorio, Jovovic 6, Rizzo (L), Botto 2, Verhees 8, Beretta 11, Zanatta Buiatti 16, Rousseaux 8. Non entrati Copelli, Sala, Daldello, Brunetti, Gao. All. Vacondio. DHL MODENA: Mossa De Rezende 4, Donadio, Petric 16, Casadei, Rossini (L), Nikic 8, Piano 7, Bossi 1, Saatkamp 17, Vettori 18. Non entrati Soli, Sartoretti, Sighinolfi. All. Lorenzetti. ARBITRI: Zanussi, Florian. NOTE – Spettatori: 2000 – durata set: 30′, 26′, 28′, 28′; tot: 112′.

Davanti al caldo Palazzetto dello Sport di Monza (si sono superate anche questa sera le 2000 presenze), il Gi Group Team Monza mette in campo cuore, forza e precisione, tutte qualità che però non bastano a fermare la capolista DHL Modena. I gialli di Lorenzetti passano in Brianza per 3-1, dopo aver perso il primo set di fronte ad un bel Gi Group Team, capace di tenere in pugno gli emiliani per lunghi tratti del gioco. Monzesi determinati fin dall’inizio e capaci di chiudere il primo set in volata con una bella giocata di Renan che gioca di sponda firmando il 25-23. Modena torna in partita nel secondo parziale con la complicità dei padroni di casa, troppo fallosi. Il ritmo alto e la qualità lanciano gli emiliani già avanti al time-out tecnico (12-8), grazie all’attacco vincente di Nikic. Gli ospiti impattano il match con l’attacco vincente di Nikic (25-18). Nel terzo set Monza regge l’onda d’urto fino al 14-14, poi Petric con due giocate consecutive, e Vettori da posto quattro, rilanciano Modena (16-19), e costringono Vacondio al time-out. Al ritorno in campo i brianzoli faticano a riprendere il loro ritmo e gli emiliani s’impongono anche nel terzo set col un mani out del solito Nikic (20-25). All’inizio del quarto set Gi Group non demorde, ma al time out tecnico Modena è avanti di 3 punti (9-12). Al rientro in campo DHL spinge l’acceleratore con il filotto di tre punti che chiude quarto set con ace finale di Petric (17-25). Rimandata la prima gioia stagionale di Gi Group.

MVP: Luca Vettori


Chiamate Video Check:

1° SET

23-20 (servizio in/out). Video Check richiesto da Gi Group Team Monza per servizio in/out di Lucas (DHL Modena). Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla DHL Modena (23-21).

2° SET

5-9 (fallo al servizio). Video Check richiesto da Gi Group Team Monza per pestata di Lucas (DHL Modena) al servizio. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla DHL Modena (5-10).

11-20 (fallo al servizio). Video Check richiesto da Gi Group Team Monza per pestata di Vettori (DHL Modena) al servizio. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla DHL Modena (11-21).

3° SET

17-20 (invasione). Video Check richiesto da Gi Group Team Monza per toccata del muro di Modena su attacco di Rousseaux. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla DHL Modena (17-21).

18-23 (servizio in/out). Video Check richiesto da Gi Group Team Monza per palla in/out sul servizio di Jovovic (GI Group Monza). Decisione arbitrale cambiata, punto assegnato al Gi Group Team Monza (19-23).

4° SET

7-7 (invasione). Video Check richiesto da Gi Group Team Monza per toccata del muro di Modena su attacco di Botto. Decisione arbitrale confermata, punto assegnato alla DHL Modena (7-8).

13-16 (invasione a rete). Video Check richiesto da DHL Modena per invasione a rete del muro di Monza su attacco di Nikic. L’arbitro assegna la palla contesa.

13-18 (palla in/out). Video Check richiesto da DHL Modena per palla in/out su attacco di Vettori. Decisione arbitrale cambiata, punto assegnato alla DHL Modena (13-19).

Renan Zanatta (Gi Group Team Monza): “Un peccato che, dopo un primo set giocato con determinazione ed in modo ordinato, siamo tornati ad essere imprecisi e poco continui nel secondo e terzo set. Quando giochi contro squadre di qualità, come Modena, se commetti tanti errori di fila poi diventa quasi impossibile recuperare. Abbiamo dimostrato di essere una squadra ostica quando giochiamo la nostra pallavolo. Se vogliamo migliorare dobbiamo continuare su questa strada dal punto di vista del carattere e della voglia, ma commettere meno errori”.

Nemanja Petric (DHL Modena): “Siamo partiti male, a differenza di Monza che ha espresso un’ottima pallavolo per tutto il primo parziale. Poi, quando abbiamo recuperato il cambio palla e la fase break, sono venute fuori le nostre migliori qualità. E’ stata una vittoria importante che ci dà morale e ci fa tornare a casa con tre punti importanti. Monza è un’ottima squadra. Farà molto bene in questa stagione. Ne sono sicuro”.

 

Classifica

DHL Modena 11, Cucine Lube Banca Marche Civitanova 10, Sir Safety Conad Perugia 9, Calzedonia Verona 8, Exprivia Molfetta 7, Diatec Trentino 6, Ninfa Latina 6, CMC Romagna 4, LPR Piacenza 3, Tonazzo Padova 3, Gi Group Monza 1, Revivre Milano 1

1 Incontro in meno: Diatec Trentino, LPR Piacenza


Prossimo turno

4a giornata di andata SuperLega UnipolSai

Giovedì 12 novembre 2015, ore 20.30

Diatec Trentino – LPR Piacenza  Diretta RAI Sport 1

Diretta streaming su www.raisport.rai.it

(Simbari-Goitre)

Addetto al Video Check: Iosca  Segnapunti: Fellin

 

5a giornata di andata SuperLega UnipolSai

Domenica 15 novembre 2015, ore 12.00

Calzedonia Verona – LPR Piacenza  Diretta Lega Volley Channel

(Cappello-Puecher)

Addetto al Video Check: Pelucchini  Segnapunti: Bassetto

Domenica 15 novembre 2015, ore 17.00

DHL Modena – Ninfa Latina  Diretta RAI Sport 1

Diretta streaming su www.raisport.rai.it

(Tanasi-Vagni)

Addetto al Video Check: Falavigna  Segnapunti: Risi

Domenica 15 novembre 2015, ore 18.00

Sir Safety Conad Perugia – Cucine Lube Banca Marche Civitanova  Diretta Lega Volley Channel

(Gnani-La Micela)

Addetto al Video Check: Giulietti  Segnapunti: Galteri

CMC Romagna – Diatec Trentino  Diretta Lega Volley Channel

(Santi-Saltalippi)

Addetto al Video Check: Laghi  Segnapunti: Catalano

Exprivia Molfetta – Tonazzo Padova  Diretta Lega Volley Channel

(Braico-Venturi)

Addetto al Video Check: Colapietro  Segnapunti: Fanizzi

Martedì 17 novembre 2015, ore 20.30

Revivre Milano – Gi Group Monza  Diretta RAI Sport 1

Diretta streaming su www.raisport.rai.it

(Lot-Zucca)

Addetto al Video Check: Salvemini  Segnapunti: Marchi

 

Provvedimenti disciplinari
Gare di Campionato di Serie A2 del 6, 7 e 8 novembre 2015

 A CARICO TESSERATI

SQUALIFICATI

Luca Cantagalli (Conad Reggio Emilia): squalifica per una giornata per somma di penalità conseguite durante la gara (5 penalità).

Michael Menicali (Globo Scarabeo Civita Castellana):  squalifica per una giornata perché nel 3° set subiva la sanzione della squalifica in quanto, dopo essere stato sostituito, lanciava la paletta numerata verso il pubblico, colpendo uno spettatore (4 penalità).

AMMONITI

Emiliano Giglioli (Globo Banca Popolare del Frusinate Sora)

Matej Cernic (Aurispa Alessano)