Coach Di Pinto: “Ci attende un lavoro fisico e mentale”

Nella sesta giornata di ritorno della Serie A2 UnipolSai è arrivata una sconfitta difficile da metabolizzare per la GoldenPlast Potenza Picena, ma la squadra biancazzurra è chiamata a rialzare subito la testa perché c’è una partita da vincere con la Sieco Service Ortona, domenica 15 gennaio alle 16 sul campo dell’Eurosuole Forum di Civitanova Marche.

Secondo il tecnico del Volley Potentino Adriano Di Pinto, la sconfitta subita nel quartier generale della Basi Grafiche Geosat Lagonegro è figlia di una preparazione del match sbagliata e di un atteggiamento negativo in campo, ma, tra lo stop casalingo di giovedì sera nelle Marche con Siena e la partenza per Lauria di sabato mattina, il gruppo potentino ha avuto di fatto solo una mezza giornata per preparare una trasferta così complicata senza riuscire a recuperare Alberto Bellini, che sabato si sarebbe dovuto riaggregare al gruppo.

Eppure, nonostante mezza squadra fosse fiaccata dai postumi dell’influenza, il ritorno del capitano Marco Visentin e la voglia di riscatto con i lucani avevano lasciato presagire una grande prestazione al PalAlberti. Così è stato nei primi minuti di gioco, poi l’involuzione in campo ha condannato gli ospiti a steccare le volate conclusive. Il roster marchigiano ha dimostrato più volte nell’arco del torneo la propria qualità, ma a mancare è la costanza.

Il ritardo dalla zona Pool Play Off (primi cinque posti) nel Girone Bianco è rimasta momentaneamente la stessa per la GoldenPlast perché la quarta in classifica Aversa (22 punti) ha perso a Ortona, mentre Santa Croce (19 punti), ancora al quinto posto, deve recuperare la partita rinviata per maltempo a Tricase. Potenza Picena (19 punti) sente il fiato sul collo di Lagonegro (18 punti) e la prossima avversaria Ortona (17 punti), mentre Alessano (15 punti) ha una gara in meno e il Club Italia (3 punti) chiude la classifica.

Tecnico Adriano Di Pinto: Le nostre difficoltà in ricezione ci hanno imposto un gioco scontato facilitando la vita agli avversari che hanno messo quel qualcosa in più, incitati da una grande tifoseria. La nostra condizione non ottimale e il fattore campo possono aver inciso negli episodi, ma abbiamo gestito male la situazione in settimana. Giovedì la squadra era a terra, ma ha sprecato energie preziose con Siena, quando era la sfida con Lagonegro a contare. Confido nel preparatore atletico Belluccini perché non sarà facile recuperare il livello atletico che avevamo raggiunto a dicembre. Io ho parlato con l’organico e mi confronterò anche con i singoli atleti. Noi tutti abbiamo delle ambizioni altissime, ma bisogna continuare a lottare anche quando la malasorte o la forza dei rivali scombinano i piani”.

(In foto il tecnico Adriano Di Pinto – Scatto di Fabiano Rossi)

Ufficio Stampa Volley Potentino
Michele Campagnoli
349 2885993