La Vero Volley Monza brilla alla Candy Arena: Ravenna battuta 3-1

Vero Volley Monza – Consar Ravenna 3-1 (25-19, 25-18, 20-25, 25-22)
Vero Volley Monza:
Beretta 4, Orduna 1, Plotnytski 19, Yosifov 14, Ghafour 21, Dzavoronok 13; Rizzo (L). Calligaro, Galliani, Giannotti. N.e. Buti, Arasomwan, Botto. All. Soli
Consar Ravenna:
Poglajen 14, Verhees 6, Rychlicki 27, Raffaelli 8, Russo 11, Saitta 1; Goi (L). Di Tommaso, Elia, Lavia. N.e. Argenta, Smidl, Marchini. All. Graziosi

NOTE

Arbitri: Goitre Mauro, Pozzato Andrea

Durata set: 
26’, 30’, 30’, 31’; totale 1h57’

Vero Volley Monza: battute vincenti 9, battute sbagliate 16, muri 11, errori 17, attacco 56%
Consar Ravenna: 
battute vincenti 8, battute sbagliate 16, muri 6, errori 23, attacco 51%

Impianto: Candy Arena di Monza

Spettatori: 1409

MVP: Viktor Yosifov (centrale Vero Volley Monza)

MONZA, 1 NOVEMBRE 2018 – La Vero Volley Monza non si ferma. Con il 3-1 ottenuto davanti ai 1400 spettatori della Candy Arena, contro la Consar Ravenna, infila la terza vittoria consecutiva della stagione, regalandosi tre punti pesanti e la miglior partenza da quando è in SuperLega Credem Banca. Dopo aver espugnato i campi di Napoli contro Latina e Vibo Valentia contro la Tonno Callipo, ecco un altro importante successo, nella quarta giornata di andata della stagione regolare, che fa esultare per la prima volta nella stagione il pubblico brianzolo. Protagonista della serata è Viktor Yosifov: il centrale bulgaro, premiato come MVP, tira fuori tutto il suo talento firmando 8 muri finali e una prestazione maiuscola anche in attacco (14 punti totali, di cui 2 aces ed il 50%). Sono le sue bordate, insieme a quelle di Plotnytskyi, Dzavoronok e Ghafour (19, 13 e 21 punti, con 3 aces per il primo e 2 per gli altri due) a portare Monza avanti 2-0 nel conteggio dei set. La squadra di Graziosi è però brava a non mollare, vincendo il terzo parziale con un maiuscolo Rychlicki (27 punti, 2 ace per il lussemburghese) e un ottimo Poglajen (14 punti, 4 aces e 1 muro) e iniziando bene anche il quarto. Dopo l’equilibrio fino al 19-19, è però Yosifov con i suoi acuti a spegnere l’entusiasmo degli ospiti, ancora una volta, precisamente dal 2015, incapaci di espugnare l’arena monzese.

LE DICHIARAZIONI POST PARTITA

Viktor Yosifov (centrale Vero Volley Monza): “Sapevamo alla vigilia che sarebbe stata dura contro Ravenna, una squadra che tocca tanti palloni a muro e non molla mai. Stasera però abbiamo dimostrato di essere un gruppo che fa dell’entusiasmo e della determinazione le sue forze. In queste prime quattro giornate abbiamo dato prova di avere anche carattere. Giocare insieme ci piace e credo si avverta anche fuori dal campo. Il servizio ed il nostro muro-difesa sono state le armi con cui abbiamo fatto nostri questi tre punti”.
Gianluca Graziosi (allenatore Consar Ravenna): “I primi due set non siamo scesi con la giusta mentalità e sicuramente il nostro approccio ha condizionato l’andamento della gara. Dopo aver vinto il terzo set ci siamo ritrovati avanti nel quarto, ma quando ci hanno sorpassato non siamo riusciti più a mantenere la lucidità. Abbiamo sofferto la loro pressione, calando l’intensità. Ci sono rimpianti è chiaro: ora dobbiamo pensare a giocare al massimo già dalla prossima gara e a fare punti”.

LA CRONACA IN BREVE
PRIMO SET
Filotto di tre punti della Vero Volley con Ghafour, il muro di Yosifov su Verhees e l’errore del centrale belga, 3-0 Monza. Rychlicki guida la reazione ravennate (3-2) ma Plotnytskyi tiene a distanza gli ospiti (4-2) e poi (6-4). I monzesi cercano un allungo che non gli riesce complice i diversi errori al servizio (9-7). Grazie all’errore di Raffaelli in attacco e al successivo ace di Plotnytskyi la Vero Volley riesce ad incrementare il vantaggio, 13-8 e Graziosi chiama time-out. Si riprende a giocare: Yosifov mura Rychlicki, Plotnytskyi piazza un ace ed i monzesi scappano 15-8. Nonostante una timida reazione ravennate con l’ace di Rychlicky e la giocata di Poglajen dopo l’invasione al servizo di Yosifov è sempre Monza ad essere avanti (16-12). Quando Poglajen inizia ad andare a segno da posto quattro, però, la Consar risale fino al meno uno, 16-15. Nel momento più bello di Ravenna esce fuori la grinta dei padroni di casa, che con Plotnytskyi e Ghafour (attacco vincente ed ace), scappano 19-15 e Graziosi chiama time-out. Quando si torna a giocare la Vero Volley schiaccia sull’acceleratore con Dzavoronok e Ghafour, portantosi sul 22-18. Ancora Ghafour e poi Plotnytskyi (anche ace per l’ucraino), chiudono il primo set per la Vero Volley, 25-19.

SECONDO SET
Prologo sulla falsariga del primo gioco, con Ghafour ad accompagnare la Vero Volley prima sul 3-1 e poi sul 5-2 (ottima difesa di Rizzo). Yosifov protagonista: prima muro su Verhees poi in attacco dal centro, 9-4. Rychlicki tenta di dare una scossa ai suoi (11-6) ma il muro di Ghafour su Raffaelli costringe Graziosi a chiamare time-out sul 12-6 per i padroni di casa. La Consar torna in corsa con grinta grazie al muro di Poglajen su Ghafour (13-9) ma la verve dei romagnoli viene spenta prontamente dalla formazione brianzola, che con la giocata di seconda di Orduna si porta sul 16-10. Quando Rychlicki non sbaglia da posto due, però, Soli chiama time-out per spezzare la continuità degli ospiti (16-12). Al ritorno in campo però il lussemburghese continua a schiacciare forte, portando i suoi al meno tre, 18-15. Servizio out di Rychlicki, attacco vincente di Dzavoronok: Vero Volley a più cinque, 20-15 e Graziosi chiama time-out. Con intelligenza e precisione i monzesi controllano il vantaggio (22-16), fino a chiudere il secondo gioco con Plotnytskyi, 25-18.

TERZO SET
Inizio molto equilibrato e di grande intensità (3-3), poi Ravenna scappa grazie ad un break, 7-4 e Soli chiama time-out. Rychlicki inizia a spingere con continuità in attacco, poi Russo mura Dzavoronok e la Consar si porta sul 13-8 costringendo Soli al time-out. Rispetto ai primi due giochi la Vero Volley perde continuità al servizio, agevolando così la discesa dei romagnoli, che con Rychlicki si portano sul 17-12 Con il muro di Yosifov su Raffaelli la Vero Volley rimane in corsa (17-14) e Graziosi chiama time-out. Dopo l’errore di Orduna al servizio ci pensa Plotnytskyi a portare i suoi al meno tre, 19-16, ma Ravenna è brava ad approfittare delle sbavature dei monzesi, soprattutto in battuta, per incrementare, 21-17. Finale tutto degli ospiti, che con l’invasione dei monzesi chiudono il terzo gioco 25-20.

QUARTO SET
Filotto di quattro punti degli ospiti guidato da Poglajen al servizio (4-0) e Soli chiama time-out. Gli ospiti continuano ad aggredire con continuità con Rychlicki (6-1) e Monza fa fatica a reagire. Con Dzavoronok e Yosifov (ace), la Vero Volley risponde con carattere portandosi a meno tre, 8-5. Con qualità i monzesi tornano a meno due, 12-10, poi a meno uno, con Yosifov scatenato a muro (14-13) e Graziosi chiama time-out. Ci pensa Rychlicki a scuotere i suoi con un ace (16-13) dopo il mani fuori di Raffaelli e Soli chiama time-out. Dopo il lampo di Dzavoronok, ci pensa Yosifov con un ace a portare i suoi alla parità (17-17). La partita si accende, con un punto a punto fino al 19-19, poi ancora due giocate di Yosifov valgono il sorpasso Vero Volley Monza, 22-20 e Graziosi chiama time-out. Al rientro in campo Plotnytskyi non sbaglia la pipe, Russo spara out il primo tempo e la Vero Volley si porta sul 24-21. Un errore di Rychlicki regala set, 25-22 e gara 3-1 a Monza.