La Videx ancora non trova la giusta via

Terza sconfitta consecutiva per la Videx che non vede la luce in questo periodo davvero buio. Una squadra poco incisiva in cui il gruppo non trova un leader su cui si possa fare affidamento nei momenti di tensione. Speriamo che la stella cometa ci aiuti a trovare la retta via…

Grottazzolina – Nel match pre-natalizio contro Pool Libertas Cantù la Videx, reduce dalla sconfitta contro Taviano e dallo stop casalingo al tie-break contro i ragazzi del Club Italia Crai Roma, è affamata di punti più che mai. I canturini, dal canto loro, proveranno ad allungare la striscia di vittorie conquistate nelle ultime due settimane. Vecchi rancori animano lo scontro: la Videx ha ancora il dente avvelenato da quando due anni fa, al Girone Blu della stagione 2016-2017, è stato il Pool Libertas Cantù a vincere entrambi gli scontri della stagione al tie-break.

In campo – Coach Luciano Cominetti conferma la formazione vincente degli ultimi match, con Baratti in regia, Santangelo opposto, Cominetti e Preti schiacciatori, Monguzzi e Robbiati centrali, Butti libero di ricezione e Rudi libero di difesa; coach Ortenzi risponde con la diagonale Marchiani – Calarco, Vecchi in banda in coppia con Centelles, Gaspari e Cubito al centro e Romiti a dirigere le operazioni di seconda linea.

La gara – E’ Cantù che dà inizio al match con Cominetti al servizio. Romiti riceve bene e Calarco mette la palla a terra. Cantù approfitta però della serie di errori della squadra di casa per riportarsi al servizio con Menguzzi che mette a segno quattro punti fino al parziale di 3-5. Una serie di mani fuori non dà respiro alla Videx che comincia con qualche difficoltà, soprattutto a muro, fino alla parallela fuori di Vecchi (sulla quale viene chiamato il video-check) che costringe Ortenzi a chiamare time-out per risistemare le carte in tavola (5-12). Alla ripresa il muro del centrale Robbiati su Vecchi e il muro mancato di Cubito sancisce ancora la supremazia di Cantù. Vecchi recupera la palla con un pallonetto ma Marchiani spreca il servizio a rete. E’ Baratti ad andare al servizio e a mettere a terra il primo ace della partita. La Videx pasticcia sulla palla schizzata dal muro Monguzzi che, nello scambio successivo, stoppa l’attacco Videx e porta la propria squadra sul 6-14. I due scambi successivi con Vecchi al servizio danno un attimo di tregua alla Videx e Calarco ne approfitta per scaraventare la palla sul muro avversario e guadagnare qualche punto (i padroni di casa si portano a -4). Ed è qui che finalmente torniamo a vedere un Centelles carico che entra in partita mettendo a segno due punti e Cominetti è costretto a chiamare tempo (14-17). Al rientro in campo Hiroshi sbaglia il servizio e Cantù, dopo un lungo scambio pasticciato dai giocatori della Videx, riconquista palla. Sul punteggio di 14-19 Ortenzi chiama time-out. Alla ripresa è Preti a sbagliare la battuta e coach Ortenzi ferma di nuovo il gioco rilevando Pulcini al servizio al posto di Cubito. Purtroppo la decisione non dà una svolta alla partita e Cantù conquista altri punti fino a 16-22. Vecchi si rende protagonista con un attacco vincente e si porta al servizio. Purtroppo l’attacco vincente di Preti regala un altro punto a Cantù che si porta a +5 (18-23). Ortenzi chiama il doppio cambio con Minnoni in battuta che non è abbastanza incisivo e gli ospiti conquistano un altro punto. I padroni di casa però non mollano la presa e negli scambi successivi Centelles in attacco e Calarco in battuta riescono a recuperare punti fino al punteggio di 21-24. Cominetti chiama time-out. Chiude il set Sant’Angelo con un attacco fuori mano che non lascia scampo alla Videx (21-25).

Il secondo parziale comincia con Vecchi in battuta e Cantù che mette la palla a terra con Santangelo. Gaspari si impone con un attacco vincente ma perde subito il servizio. Gli scambi successivi vedono Cubito protagonista con due muri vincenti. La Videx si porta finalmente in vantaggio a +2. Sono ancora troppi gli errori dei padroni di casa con un servizio a rete di Centelles e un attacco bloccato di Cubito tantochè Cantù sorpassa la Videx (5-6). Il muro a uno di Marchiani su Monguzzi centra l’angolino del campo avversario: inutile il lungo video-check chiamato da Cominetti (6-7). Quando la Videx chiama Vecchi c’è: il doppio attacco vincente e il muro su Cominetti confermano la continuità e la tecnica di gioco del nostro schiacciatore. Sul punteggio di 8-9 coach Cominetti chiama time-out. La pausa serve a Cantù per recuperare qualche punto ma la squadra di casa non si lascia intimorire e, dopo una serie di cambi-palla, s’impone con Centelles che prima schianta la palla in diagonale, poi sfonda il muro avversario, va al servizio e approfitta del nastro per segnare il primo di due ace consecutivi (17-11). Coach Cominetti chiama time-out. Al rientro in campo Hiroshi è più carico che mai e segna il terzo ace, tantochè coach Cominetti è costretto a cambiare la ricezione con Gasparini al posto di Preti; peccato che Centelles stavolta non centra il bersaglio (12-19). Su 20 -14 Marchiani e il suo tocco di seconda strappa un altro punto, Calarco stoppa a muro l’attacco di Gasparini e nello scambio successivo stampa la palla sulla parallela. La Videx vola a 24-15. E’ l’errore di Monguzzi al servizio cede il parziale ai padroni di casa.

L’inizio del terzo set vede Vecchi protagonista che, con un attacco vincente strappa il servizio all’avversario, poi difende bene l’attacco di Preti ma ciononostante la Videx non riesce a bloccare a muro e Cantù recupera la battuta. L’attacco di Santangelo chiamato fuori dall’arbitro e la chiamata del video-check da parte di Cominetti genera scompiglio in campo: il tocco del muro Videx regala il punto a Cantù (2-4). Santangelo batte bene e nonostante l’ace che porta la sua squadra sul +2. Un lunghissimo scambio sul 4-7 vede una Videx che non molla e difende con i denti i numerosi attacchi degli avversari. L’attacco finale di Preti è imprendibile e coach Ortenzi chiama tempo (4-8). Al rientro in campo si va avanti punto su punto con alcuni errori in battuta da parte di entrambe le squadre e alcune incertezze sia in difesa che in ricezione soprattutto nel campo dei padroni di casa. Romiti fatica a tenere la battuta di Monguzzi sull’8-14 Calarco mette finalmente la palla a terra. Il fallo di Preti che trattiene la palla genera il malcontento della tifoseria. Siamo sull’11-15. Lo scambio successivo vede una parallela davvero imprendibile di Santangelo che costringe Ortenzi a fermare il gioco (11-17). Al rientro in campo Centelles cerca la diagonale stretta sbagliando la prima e mettendo a segno la seconda. Proprio lui va in battuta e mettendo in difficoltà la ricezione di Preti favorisce la veloce di Cubito che non dà scampo (13-18). Il parziale va avanti ancora in maniera equilibrata, con Preti che va in pallone e regala due punti alla squadra di casa prima con un attacco fuori e poi con una ricezione sbagliata (17-23). Il muro di Robbiati sull’attacco di Calarco chiude il set a 20-25.

Il quarto parziale comincia male con Vecchi che non trova la battuta e appoggia la palla a rete. Cantù impone il proprio gioco con Santangelo inarrestabile al servizio (segna il suo secondo ace) e in attacco. Sul punteggio di 2-6 Ortenzi si vede costretto a chiamare time-out. Al rientro in campo Centelles per fortuna riconquista il servizio con un mani-fuori, va al servizio, batte bene, difende un attacco incisivo di Cantù ma nonostante tutto non riesce ad andare al servizio per la seconda volta consecutiva. Sono gli ospiti di casa che non lasciano scampo e approfittando delle incertezze dei padroni casa si portano a +6 con un Santangelo che davvero non lascia spazio e segna l’ennesimo punto con un monster block su Centelles. Ortenzi ferma di nuovo il gioco (6-12) ma subito dopo l’ace di Cominetti su Centelles e l’attacco vincente di Preti segnano altri due punti per Cantù. Coach Ortenzi le prova tutte cambiando Gaspari con Pulcini in battuta ma è ancora Santangelo ad avere la meglio con un mani-fuori su Cubito (8-16). Calarco prova a venire a galla con un attacco vincente ma sbaglia il servizio e siamo punto e a capo. C’è insofferenza in campo e Cantù prende il sopravvento. Ortenzi prova la carta di Minnoni al servizio che strappa il punto grazie a un errore di formazione della squadra avversaria, ma sbaglia la seconda battuta regalando il diciannovesimo punto a Cantù. La Videx tenta il tutto per tutto con gli attacchi di Gaspari, Vecchi e una pipe di Centelles che tentano invano di destabilizzare l’avversario. Il distacco è tanto e la squadra di casa non è sufficientemente incisiva. Cantù vince il set complice il doppio errore in attacco di Calarco (18-25).

Le intervisteOrtenzi: “Una partita approcciata male.” Così commenta coch Ortenzi dopo la deludente prestazione dei suoi giocatori. “Dovevamo essere più aggressivi per metterli in difficoltà. Siamo stati poco continui, abbiamo avuto poca fiducia e questo pesa perché alla prima difficoltà ci disgreghiamo troppo.”

“Cosa serve alla Videx per reagire a questo momento un po’ opaco?” Il capitano Minnoni, veterano della squadra, risponde: “Serve la lucidità, anche se un calo fisico in questo momento della stagione ci può stare. Secondo me bisognerebbe ritrovare la tranquillità e i meccanismi giusti.”

Il tabellinoM&G Videx Grottazzolina – Pool Libertas Cantù 1-3

M&G Videx: Cubito 8, Vecchi 11, Centelles 17, Calarco 15, Gaspari 4, Marchiani 4, Romiti (L1) 52% (24% prf), Minnoni, Pulcini. N.e.: Romagnoli, Di Bonaventura, Vallese (L2). All. Ortenzi All2. Pison

Pool Libertas Cantù: Baratti 3, Santangelo 23, Preti 11, Cominetti 9, Monguzzi 14, Robbiati 7, Butti (L1) 73% (47% prf), Alberini, Gasparini. NE: Suraci, Gasparini, Danielli, Frattini, Pellegrinelli, Rudi (L2). All: Cominetti, 2°all: Redaelli.

Arbitri: Dell’Orso Alberto, Mattei Lorenzo

Parziali: 21-25 (25’), 25-15 (20’), 20-25 (29’), 18-25 (23’).

Note: Videx: errori in battuta 15, ace 5, muri vincenti 9, ricezione 54%( perf. 28%), attacco 49%. Libertas Cantù: errori in battuta 14, ace 6, muri vincenti 10, ricezione 68%( perf. 32%), attacco 53%.

S.P.