Sapa: una presenza costante verso i Lupi

Nel buon viatico della Kemas Lamipel nella stagione in corso, c’è anche – in maniera indiretta – lo zampino della Sapa e di Gianmarco Pinori.
Proprio a lui, si deve la perentoria ripartenza dei “Lupi”, a livello di prima squadra, dopo una serie di campionati di B1, che avevano come fatto dimenticare la squadra a tanti potenziali tifosi.
Fin dai primi mesi del 2015, Gianmarco Pinori iniziò ad interessarsi della situazione dei “Lupi”, incontrandosi con una e, successivamente, più persone, dopo essere stato amichevolmente esortato, dall’amico Maurizio Macchia, a prendersi a cuore le sorti del club biancorosso.
L’intervento di Gianmarco permise ai “Lupi di terminare dignitosamente la stagione 2015-16 e di gettare la base per il ritorno in A2, in quella successiva.
Pinori, con impegno e generosità, seppe ridare nuovo slancio al sodalizio biancorosso, coinvolgendo nuove persone e favorendo il ritorno di altre che, in precedenza, avevano fatto parte della dirigenza santacrocese.
L’anno scorso (A2 2016-17) i “Lupi” si sono riproposti bene in A2 e la Kemas Lamipel, al termine di un’intensa e degna stagione, gettò di nuovo le sue teste di ponte verso nuovi traguardi.
Il marchio della Sapa è comparso nelle ultime due stagioni sui calzoncini degli atleti in biancorosso con la “mucchina” tricolore che è l’emblema della nota azienda di via della Greminia.
Per Gianmarco Pinori e non solo, quella “mucchina” posta proprio sul fondo schiena, è considerato come un portafortuna ed un segnale benaugurante per il futuro.
La Sapa è una grande realtà nell’indotto dell’industria conciaria, soprattutto nella commercializzazione di pelli e croste in wet blue e pelli grezze.
L’attività ferve fin dalle prime ore del mattino ed i contatti commerciali, a livello nazionale ed internazionali, sono innumerevoli.
Nelle scorse settimane l’allenatore Totire ed i brasiliani Wagner ed Hage, accompagnati dalle rispettive anime gemelle, Luana ed Isabela, hanno fatto visita agli impianti nella zona industriale di Santa Croce.
A riceverli il ragionier Vittorio Fagnani, che ha spiegato i vari processi di lavorazione, rispondendo con dovizia di particolari alle domande a raffica che giungevano in particolare da Totire. Questi è sempre presente durante le visite alle aziende vicine alla sua squadra, dimostrando notevole interesse per le attività industriali della zona del Cuoio.
I “Lupi” si sono intrattenuti anche con lo stesso Gianmarco Pinori che ha voluto conoscere e salutare tecnico e giocatori, dando loro grande soddisfazione.
Gianmarco Pinori è una persona molto considerata nell’ambiente biancorosso e non solo. La sua sensibilità è riconosciuta da tutti.
Tutti, lo vorrebbero più vicino alla squadra e, la sua presenza a qualche partita dei biancorossi, sarebbe graditissima, considerata la sua attenzione ed il suo affetto nei confronti dei “Lupi”.

Marco Lepri – Ufficio stampa “Lupi” Santa Croce

Nelle foto di Valentina Panicucci: alcuni momenti della visita alla Sapa SpA