A Mirandola sprazzi di buon gioco ed il successo per 3-0 su Verona

Mirandola (Modena), 11 ottobre 2019

Il quadrangolare di preparazione a Mirandola “Gruppo Ponzi Investigazioni – National Volley Cup” si apre con una incoraggiante vittoria per l’Itas Trentino. Nel primo degli ultimi due test pre-campionato in programma nel weekend, la formazione gialloblù ha infatti avuto ragione stasera della Calzedonia Verona, vincendo per 3-0 il derby dell’Adige amichevole in versione emiliana.
Al di là del risultato, capace comunque di generare entusiasmo nell’ambiente trentino, le indicazioni più confortanti sono arrivate dal gioco espresso nei tre set del match giocato al PalaSport “Marco Simoncelli”. Pur senza ancora tutti gli effettivi disponibili (Candellaro e Russell arriveranno a Trento solo il 17 ottobre, al termine della World Cup giapponese), la squadra guidata in panchina da Angelo Lorenzetti ha confermato di avere una sua identità precisa, specialmente a muro (13 quelli vincenti, con 4 personali di Codarin) e nella correlazione di questo fondamentale con la difesa (Verona ha chiuso col 26% in attacco). A livello individuale, da segnalare il tabellino in doppia cifra di ben quattro giocatori: Vettori best scorer con 15 punti ed il 56% a rete, Cebulj 12 e la coppia serba Kovacevic-Lisinac con 10.
Sabato pomeriggio sempre a Mirandola l’ultima partita ufficiale della preparazione pre-campionato dell’Itas Trentino: alle ore 17.30 circa arriverà il momento del confronto con la Cucine Lube Civitanova (vincitrice per 3-0 della prima semifinale del quadrangolare) che assegnerà la “Gruppo Ponzi Investigazioni – National Volley Cup”.
La cronaca della partita. Angelo Lorenzetti propone la miglior formazione possibile che l’attuale rosa di giocatori a disposizione gli permette di schierare: Giannelli al palleggio, Vettori opposto, Cebulj e Kovacevic schiacciatori, Codarin e Lisinac centrali, Grebennikov Libero. La Calzedonia Verona si presenta dall’altra parte della rete con Spirito al palleggio in diagonale a Boyer, Marretta e Asparuhov in banda, Solé e Cester centrali, Bonami libero.
L’avvio di match è nel segno dell’equilibrio, poi un errore di Boyer a rete proietta Trento al primo doppio vantaggio della serata (9-7); Verona pareggia subito i conti (9-9) ma poi si scatena la coppia serba. Gli attacchi di Kovacevic e i muri di Lisinac costruiscono un ampio vantaggio (15-10), che la Calzedonia però con Asparuhov al servizio ricompone quasi interamente (16-15). Il block di Codarin disegna il +3 (19-16), l’Itas Trentino si tiene stretto il vantaggio (23-20, 24-22) e chiude il primo set sul 25-23; risolve un mani out di Uros.
Nel secondo parziale la squadra di Lorenzetti prova subito a creare il margine 5-3, ma il muro di Birarelli su Codarin riporta la contesa sui binari dell’equilibrio (5-5), che prosegue a lungo con le due formazioni a rivaleggiarsi per tenere il naso avanti (10-10, 12-12). Un block di Giannelli su Marretta riapre la forbice (14-12); un vantaggio che Kovacevic difende a suon attacchi (16-14) e che Cebulj incrementa proprio nel finale, con un turno al servizio letale (22-18, anche due ace diretti). Il 2-0 arriva quindi già sul 25-19, con un muro di Codarin.
Nel terzo set si ricomincia a giocare sul punto a punto (5-5, 9-9), con l’Itas Trentino che però commette qualche sbavatura di troppo e concede a Verona il primo allungo (9-11, time out Lorenzetti). Un ace di Lisinac ricompone lo strappo (13-13), poi nessuna delle due squadre riesce più a produrre una fuga seria (16-17, 18-18) sino al rush finale, deciso dagli acuti su ricostruita di Cebulj e Kovacevic (22-18). Finisce 3-0 (25-19).
“Questa partita ha di fatto segnato un nuovo inizio per noi e sono soddisfatto di come la squadra ha affrontato dal punto di vista dell’atteggiamento l’impegno
– ha commentato a fine partita Angelo Lorenzetti. In campo c’è stato il giusto entusiasmo e per il momento non posso chiedere molto di più di quello che si è visto stasera. I giocatori rientrati dalle Nazionali stanno bene, le premesse per creare nuovamente un buon gruppo ci sono tutte”.

Di seguito il tabellino della seconda semifinale della “Gruppo Ponzi Investigazioni – National Volley Cup”, giocata stasera al Palasport Marco Simoncelli di Mirandola.

Calzedonia Verona-Itas Trentino 0-3
(23-25, 19-25, 19-25)
CALZEDONIA VERONA: Marretta 2, Birarelli 9, Boyer 9, Asparuhov 8, Solé 3, Spirito 1, Bonami (L); Francisckovic, Kluth. N.e. Cester, Zanotti, Donati e Chavers. All. Radostin Stoytchev.
ITAS TRENTINO:
Vettori 15, Cebulj 12, Lisinac 10, Giannelli 2, Kovacevic 10, Codarin 5, Grebennikov (L); Michieletto. N.e. Daldello, De Angelis, Djuric, Sosa Sierra. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Selmi di Modena e Cerra di Bologna.
DURATA SET: 30’, 25’, 19’; tot 1h e 14’.
NOTE: 250 spettatori circa. Calzedonia Verona: 6 muri, 3 ace, 12 errori in battuta, 8 errori azione, 26% in attacco, 47% (26%) in ricezione. Itas Trentino: 13 muri, 4 ace, 17 errori in battuta, 6 errori azione, 43% in attacco, 54% (28%) in ricezione.

Trentino Volley Srl
Ufficio Stampa