Brescia sconfitta in casa da un travolgente Pool Libertas

Sarca Italia Chef Centrale parte bene, poi subisce troppo in ricezione e non riesce a giocare con l’aggressività che serve per disinnescare un Pool Libertas che, con il servizio e un muro più efficace, centra la sua prima vittoria stagionale

 Brescia – Primo set ordinato e con la giusta determinazione; nel secondo, con la ricezione che patisce e l’attacco che cala, Brescia perde la bussola e Cantù ne approfitta, portando tanta determinazione in più anche nel terzo. L’ingresso di Galliani nel quarto sembra far tornare l’equilibrio, ma il servizio ospite e una difesa scattante sono l’arma in più che regala la prima vittoria ai canturini.

Per Brescia sono in campo Tiberti e Bisi, Cisolla e Ristic – Galliani ancora out precauzionalmente-, Festi e Candeli al centro, con Zito libero.

Starting six ospite Baratti i – Poey; Cominetti e Maiocchi in banda,  Monguzzi – Mazza al centro  e Butti libero.

Ritmo alto, qualche errore dai nove metri per gli ospiti che non contengono Candeli e Festi innescati da Tiberti. Monguzzi tiene in scia i suoi con attacco dal centro e muro (8-7); l’ace di Festi segna il primo strappo per i Tucani (15-11); il muro di Cisolla in campo vale il 18-14, ma Cantù non arretra e accorcia con Poey, che poi spara out il 22-19. Ristic gioca con il muro e si guadagna il set ball, Candeli piazza il secondo monster block (il primo viene annullato da un’invasione confermata dal video check).

Tre ace in avvio ed è Brescia a rincorrere (3-6). Ristic alterna pallette e botte in lungolinea riportando i suoi sopra (8-7), ma un paio di incertezze a muro minano la sicurezza di casa che subisce il turno al servizio di Cominetti e si trova sotto 10-15. Cisolla fa una magia con le mani di Poey, poi Bisi decide di cambiare marcia e piazza un turno micidiale dai nove metri che riporta in corsa i Tucani (14-15). Black out in ricezione che porta con sé un calo in attacco: ne approfitta Cantù che difende meglio e blocca Bisi a muro (20-15). Galliani è dentro per Ristic, Candeli passa in primo tempo ma il gap è incolmabile e i canturini pareggiano i conti 21-25.

Cominetti e Cisolla se le suonano, ma la banda ospite trascina al servizio e con due ace consecutivi metta la testa avanti (7-10). Monguzzi e Poey sbarrano la strada all’attacco bresciano che pare insolitamente insicuro. Zambonardi inserisce Galliani per Ristic, ma Cantù ha più grinta e riesce a passare in attacco con le sue bande (12-18). Festi ferma l’opposto cubano e lancia la reazione di casa che però è troppo timida, nonostante l’ingresso di Mijatovic al posto di Candeli. Maiocchi sigla il vantaggio dei suoi (20-25).

Gallo è confermato in campo e mette giù il 5 pari, ma è ancora un Brescia che sembra incapace di aggredire e di fronte trova invece una squadra affamata, agile in difesa e grintosa. Dal 5-8 Sarca Italia Chef Centrale ritrova smalto in attacco e passa avanti 10-9. Cominetti è la bestia nera della ricezione di casa – finirà con 27 punti di cui 8 ace -,  ma Cisolla trascina e Brescia inizia a difendere con rabbia tenendosi nel set con le botte di Galliani (17 pari). E’ di nuovo il servizio di Cominetti a segnare il set guadagnando il break (17-19) che permette a Cantù di volare, con difese agguerrite e due muri, sul 17-22. Brescia cede e consegna la prima vittoria ad un meritevole avversario (19-25).

Zambonardi: “Cantù ha fatto un’ottima partita al servizio; noi ci siamo innervositi perché ogni volta che rosicchiavamo un punto, ne subivamo due o tre in battuta. Il nostro obiettivo resta raggiungere la salvezza prima possibile e stasera abbiamo fatto avvicinare una diretta concorrente”.

Cisolla: “La classifica è bugiarda e lo sapevamo: Cantù ha fatto un’ottima partita, mentre noi abbiamo messo poca aggressività in difesa e a muro; siamo stati troppo fallosi su palle facili che, contro una squadra che ti mette questa pressione in battuta, finisce per costare molto caro”.

Roberto Festi: “Complimenti a Cantù per la bella gara. E’ una sconfitta che andrà analizzata: abbiamo subito il loro gioco e abbiamo avuto cali di concentrazione che non ci han permesso di venire fuori dall’impasse”

 SARCA ITALIA CHEF CENTRALE – POOL LIBERTAS ’  1  – 3

(25-21; 21-25; 20-25; 19-25)

 

Tabellino

SARCA ITALIA CHEF CENTRALE: Tiberti 3, Bisi 10, Cisolla 15, Festi 6, Candeli 7, Ristic 6, Zito (L),  Crosatti, Malvestiti, Galliani 11, Mijatovic, Franzoni (L). Ne: Ostuzzi e  Ceccato. Allenatore: Roberto Zambonardi.

POOL LIBERTAS CANTU’: Baratti 1, Poey 16, Cominetti 27, Maiocchi 17, Monguzzi 9, Mazza 4, Butti (L1), Suraci, Regattieri. Ne: Motzo Frattini, Rudi (L2); Gasparini. All: Luciano Cominetti

Note:

Ace Brescia 3, Cantù 10.

Battute sbagliate Brescia 13, Cantù 16

Muri  Brescia 6, Cantù 10

Attacco Brescia 51%, Cantù 46%

Ricezione Brescia 52% 24% (perfetta), Cantù 58% (22% perfetta)

Arbitri: Maurina Sessolo e Luigi Traversa; addetto al video check: Katia Grassi

Durata: 27’ 28’ 31’, 26’. Totale: 1h52’.