Brindisi col sorriso, vittoria di carattere nel derby con Brescia

Bergamo brinda all’annata con una vittoria in rimonta sulla Sarca Italia Chef Centrale Brescia vincendo per 3-2 (20-25, 15-25, 33-31, 25-13, 15-9) aggiudicandosi un derby difficilissimo, dove nei primi due set ha subito l’aggressività bresciana e non è riuscita a far emergere il proprio gioco, poi con una lotta all’ultimo punto nel terzo set ai vantaggi ha avuto la meglio la formazione di casa complici anche i numerosi errori al servizio della compagine bresciana, e ha ribaltato le sorti del match sovrastando l’avversario che ha  subito la rimonta e la crescita sia dell’attacco che del servizio orobico: numerosi gli errori in battuta da entrambe le parti, 24 quelli bergamaschi. Ma da sottolineare la bellissima reazione di carattere e di forza, oltre che alla prova fisica dei bergamaschi, che non hanno mai mollato e hanno difeso palloni impossibili permettendo il contrattacco. Tanti i muri orobici (9) di Erati e Cargioli che hanno fermato i tentativi degli attaccanti avversari con buone prestazioni di Cisolla e Bisi, e un Galliani infermabile nei primi due parziali, ma poi costretto ad uscire dal campo per un calo di zuccheri.

Ottima anche la distribuzione di capitan Garnica che ha saputo leggere la partita coinvolgendo tutte le sue bocche di fuoco al momento opportuno quando Wagner ha subito la marcatura del muro bresciano, con un brillante e continuo Cargioli ed un Della Lunga protagonista nella seconda parte del match, quest’ultimo anche in difesa: gli fa compagnia Tiozzo che ha recuperato palloni difficili e Fusco che questa sera alternato a Saturnino ha dato prova di grande carattere in una partita per lui non semplice. Importantissimi anche gli innesti dalla panchina con un Signorelli e Preti interpellati nel momento del bisogno e i sempre presenti Zonta e Gritti. Insomma una prestazione di cuore e di carattere quella bergamasca che ha sotterrato i fantasmi dei primi due set con una prova super, grazie anche al lavoro fisico ha saputo girare il match e conquistarsi la vittoria meritatamente, e piazzarsi nei quarti di Coppa Italia al quinto posto incontrando la Bcc Castellana Grotte il 15 gennaio.

Il tutto nella spettacolare cornice del Pala Agnelli che dedicava questa Partita del Sorriso all’Associazione Amici della Pediatria patrocinata dalla Questura di Bergamo, premiando il miglior giocatore Cargioli dal vicequestore Andrea Sandrino in rappresentanza del dott. Auriemma.

 

IL MATCH

Brescia parte con Tiberti in diagonale con Bisi, Festi e Mijatovic al centro, Cisolla e Galliani in posto 4, libero Zito.

Bergamo parte con Garnica in diagonale con Wagner, Cargioli ed Erati al centro, Della Lunga e Tiozzo in diagonale, Fusco libero

I primi scambi sono a favore di Bergamo, ma Brescia ribalta subito il gap e si porta sul 6-11 costringendo coach Spanakis al primo time out.

Al rientro entra Preti al posto di Della Lunga che effettua subito 3 punti e accorcia il break. Mijatovic firma il 12-17. Un muro su Cisolla accorcia a 14-18. Un buon turno al servizio di Wagner e un errore di Cisolla permettono l’accorcio a 16-17.

Ma Brescia si riporta sopra nuovamente e Spanakis chiama anche il suo secondo time out. Un tocco a muro di Cargioli decreta il 19-24 per Brescia. Tiozzo tiene in vita 20-24. Galliani chiude 20-25.

Anche nel secondo set Brescia si porta subito avanti 2-6, poi Cargioli accorcia. Brescia prende il largo grazie a un buon muro e troppi errori al servizio dei bergamaschi. Sul 7-15 entra anche Signorelli ma Bergamo ancora non è pervenuta. Sono sempre 8 i punti di vantaggio su 11-19, Galliani continua a mietere vittime e Garnica fa un pallonetto su 12-20. L’errore di Erati al servizio decreta il 12-25 per Brescia.

Nel terzo parziale si comincia in equilibrio. Wagner porta sopra 8-7. Poi Della Lunga fa il primo break bergamasco, a seguire Galliani spara out per il 10-7. Tiozzo con una pipe porta Olimpia sull’11-7. In questo momento nel campo bresciano tanti gli errori, soprattutto al servizio. Ma Brescia si riporta in parità  con Galliani. Un buon servizio di Wagner porta di nuovo in vantaggio, 19-18. Poi Della Lunga fa il break del 20-18. Brescia si porta in parità, poi Bisi sbaglia la battuta. Galliani porta ai vantaggi. Sul 30-29 il vantaggio viene ribaltato per Bergamo, chiude Della Lunga riaprendo la partita. 33-31

Il quarto set comincia con un ace di Cargioli. Poi l’attacco bergamasco si fa sentire. 7-1. Cargioli trascina per l’11-5 con grandi difese di Tiozzo e Saturnino. Della Lunga trascinatore, poi ace di Wagner firma il 16-8. Tiozzo con una bella pipe decreta il 16-9, poi Erati firma il 17-9. Nel campo bresciano non funziona più nulla e coach Zambonardi effettua alcuni cambi inserendo Malvestiti su Bisi e lascia il già subentrato a inizio set Crosatti su Galliani, infine Ceccato su Tiberti. Con un errore di Ceccato Bergamo va al tie break 25-13.

Nel tie break l’inizio è punto a punto poi Garnica mura Cisolla per 4-2. Fusco fa un incredibile salvataggio su un servizio che tocca il nastro e permette il 5-3 a Della Lunga. Poi un’alzata imprecisa di Tiberti che finisce fuori firma il 6-3. Al cambio campo è 8-5 per Bergamo con attacco di Tiozzo. Poi gli errori di Brescia e una buona difesa di Bergamo permettono al’Olimpia l’allungo 12-6. Chiude Erati 15-9.

OLIMPIA: Erati 9, Cargioli 13, Tiozzo 15, Della Lunga 15, Pereira 12, Garnica 3, Preti 7, Signorelli, Gritti, Zonta, Fusco, Saturnino N.E Battaglia, Alborghetti

SARCA ITALIA CHEF: Festi 7, Tiberti 2, Malvestiti 1, Bisi 19, Galliani 18, Cisolla 15, Mijatovic 7, Ostuzzi, Ceccato, Crosatti, Zito N.E: Franzoni, Ghirardi

Photo: Silvia Colombo

Linda Stevanato-Ufficio stampa Olimpia Bergamo