Brugherio strappa un punto a Fano con Cantagalli che fa 33 punti

BRUGHERIO, 15 DICEMBRE 2019– Una battaglia quella andata in scena al Paolo VI nella 9° giornata del campionato Serie A3 Credem Banca con la Gamma Chimica Brugherio capace di strappare un punto alla formazione ospite, Gibam Fano, in una partita in cui non sono mancati colpi di scena. Alla buona apertura di Brugherio, che si aggiudica il primo set 25-22, risponde una Gibam con fame di rivincita nel secondo e terzo set, vinti 14-25 e 23-25, ma beffata nel quarto set quando, già tutta in campo pronta a festeggiare la vittoria, viene bruscamente richiamata in partita dalla convalida da parte del video check del tocco a muro, una doccia fredda che invece rivitalizza la squadra di Durand che va ad impattare sul 2-2 vincendo ai vantaggi (28-26) questo rocambolesco parziale. Il quinto set torna a tinte marchigiane con Fano più concreta e decisa a vincere. Sul 10-15 del quinto ai Diavoli va un punto, agli ospiti i due della vittoria. Una serata da non buttare per la squadra di Durand; un punto conquistato, importante per la classifica, in una partita in cui Cantagalli ha messo la firma a 33 punti, confermandosi indiscusso uomo di punta della squadra rosanero.

LE FORMAZIONI
Coach Durand parte con Santambrogio e Cantagalli sulla diagonale palleggio-opposto, centrali Fumero e Gianotti, Fantini e Mitkov di banda, Raffa Libero.
Per Fano schierati in campo al palleggio Cecato, sulla diagonale Bulfon, al centro Salgado e Paoloni, schiacciatori Tallone e Ozolins, Libero Cesarini

LA CRONACA IN BREVE
PRIMO SET
Si apre col muro di Fumero la 9° giornata del campionato Serie A3 Credem Banca ma Ozolins mette in campo il servizio vincente del 4-5. Cantagalli spinge Brugherio e Mitkov di ace porta in pari le formazioni sul 6. Difende tanto la squadra di Durand e col mani out di Fantini il vantaggio è ripristinato 9-7, Fantini che al servizio annulla la ricezione della Gibam che sotto di quattro (14-10) ritorna in panchina. Fano può contare su Bulfon per accorciare le distante e col break del 15-14 Durand ritorna in panchina. È break contro break questo set, ed è Mitkov che decide il secondo time out di Fano dopo l’ace del 18-15. Fantini rincara 19-16 ma il servizio di Cecato produce due ace del 19 pari. Si rimette in luce Brugherio e dopo l’ace di Santambrogio (22-19) e l’attacco di Cantagalli (23-20), passa solo Bulfon per il 23-21, al set ball ci pensa prontamente il nostro opposto con la diagonale del 25-22.

SECONDO SET
Più lucido Fano nell’aprire il set 5-1 ed è subito time out per la squadra di Durand. Ozolins è il fulcro del gioco ospite, muro ed ace valgono il 7-2. Insegue ancora Brugherio sotto 10-5, frenata da un servizio che perde smalto e sotto di sette punti torna in panchina. Tarda ad arrivare il cambio palla con Brugherio in una fase nera. Cambia la rosa coach Durand, dentro Piazza su Fantini e Teja su Cantagalli ma il prodotto è sempre un Fano che tiene sotto scacco i rosanero, clamoroso il 20-9 di un parziale mai apertosi per la formazione di casa. Gianotti porta due punti, muro e primo tempo per il 20-11,  ma la luce è spenta e Fano chiude a zero pensieri sul 25-14.

TERZO SET
Bene a muro la Gamma Chimica Brugherio con Gianotti che ferma Salgado sul 4-2. Fano torna a farsi sotto e si prosegue con equilibrio dal 6 pari. Sistematico il cambio palla fino al 10, poi è Fano a  servire il sorpasso sul 9-11 con due errori in attacco della formazione di casa. È Cantagalli a frenare la Gibam, due colpi dalla seconda linea ed è annullato il vantaggio virtussino sul 12 pari. Nessuno molla in questo lunghissimo scambio fatto di straordinarie difese che si conclude con l’esperienza di Salgado (13-14) e dopo la diagonale out di Fantini, sul + 2 di Fano (13-15), coach Durand chiama il time out. Accusa il colpo Brugherio che torna di nuovo in panchina sul 13-17. Non aiutano le imprecisioni ma i Diavoli cercano in tutti i modi di non far scappar via Fano avanti 17-21. Cantagalli non molla, lungolinea e mani out dalla seconda linea portano i rosanero sul 21-23. La diagonale di Bulfon è quella del 21-24. Ancora Cantagalli per Brugherio che annulla due set ball, quella del 22-24, 23-24. Time out Fano. Il tempo di rimetter piede sul rettangolo di gioco che si cambia campo, Tallone passa tra il muro rosanero col set che si chiude 23-25 e Fano conquista il primo punto a disposizione portandosi avanti 2-1.

QUARTO SET
Cariati, la scossa che ci voleva. Dei sei punti messi a segno dai rosanero, quattro sono del centrale rosanero, punti preziosi per frenare Fano, partita avanti. 6 pari. Equilibrato il set con Fano che rallenta sotto i colpi di Cantagalli. Muro vincente per l’11 pari che risolve il -2 (9-11). Non è al riparo dalla rimonta dei marchigiani Brugherio che infatti cade sotto i colpi di Bulfon e Salgano e sul 14-11 tutti in panchina da Durand. Aumenta di uno il divario dopo l’ace di Cecato 17-13 e Brugherio è di nuovo in panchina. Un’invasione che costa cara quella del 19-15, Brugherio non trova neppure in Mitkov, finora sempre risolutivo al servizio, il fattore chiave. Cantagalli subisce il muro secco di Salgado che quota Fano sul 22-18. Dal 18-23 al 20 23, così Brugherio risponde con Cantagalli e Cariati e, grazie ad uno strepitoso recupero di Raffa, Cantagalli può attaccare il 21-23. Fantini sbaglia però il servizio, Salgano ha il match ball, annullato dal primo tempo di Cariati (22-24). Al 23-24 ci pensa l’attacco out di Bulfon. Fano è già tutta in campo pronta a festeggiare ma la beffa si chiama tocco a muro. Mai più check è stato prezioso, fondamentale a convalidare il 24 pari che apre un nuovo scenario. Un palazzetto rovente accompagna la cavalcata vincente dei Diavoli Rosa nei vantaggi. Il segno più passa alla squadra di Durand grazie a Cantagalli. Chiude il set il muro di Fantini 28-26. Si va al quinto.

QUINTO SET
Fano inaugura 1-4 il tie break, 2-4 dopo il servizio in rete di Bulfon. Salgano contro il muro Diavoli 2-5 e Teja passa altissimo sopra quello ospite 3-5. Due errori, uno al servizio uno in attacco, avvantaggiano Fano 3-7, ridotto di uno dal lungolinea di Cantagalli 4-7. Sul 4-8 arriva il cambio campo. A ricorrere sono i Diavoli fino a quando Cantagalli non si scatena con due attacchi che accorciano le distanze 8-10. Due passaggi a vuoto per entrambe al servizio e Cariati produce l’ace del 10-11. Cresce ancora Fano con Bulfon e sul 10-13 Durand chiama il time out. Cantagalli questa volta è meno preciso ed il the end arriva col mani out di Bulfon sul 10-15 che porta la Gibam a vincere l’incontro superando 2-3 la formazione di casa.

LE DICHIARAZIONI:
Coach Durand:“Abbiamo giocato un buon primo set con buone percentuali in attacco ed una buona prova a muro e in battuta. Poi come troppe volte ci capita, dopo il set vinto siamo entrati in campo molli ed in queste partite non puoi permettertelo. Loro hanno giocato bene, battuto e ricevuto sopra la media vista finora. Nel quarto set abbiamo avuto fortuna, loro pensavano di aver vinto ma il tocco a muro ha riaperto il set e sull’onda dell’entusiasmo sia riusciti a chiuderlo. Nel quinto set siamo tornati a commettere gli stessi errori mentre loro hanno sbagliato meno. Dobbiamo abituarci che in questa categoria bisogna dare sempre il cento percento e noi spesso questo non lo facciamo. Va bene che abbiamo conquistato un punto, è importante raccogliere sempre qualcosa”.

 

9° giornata Campionato A3 Maschile Credem Banca
Gamma Chimica Brugherio- Gibam Fano (2-3)
(25-22, 14-25, 23-25, 28-26, 10-15)

Gamma Chimica Brugherio:Santambrogio 2, Cantagalli 33, Fumero 2, Gianotti 8, Fantini 14, Mitkov 5, Raffa (L), Piazza, Teja 7, Cariati 8, Biffi, Innocenzi NE: Cavalieri, Todorovic L2
All. Danilo Durand
Gibam Fano:Cecato 2, Bulfon 23, Paoloni 7, Salgado 9, Tallone 17, Ozolins 15, Cesarini L, Roberti, Mandolini, Caselli NE: Baldelli, Ulisse, Areni L2
All. Andrea Radici

NOTE:
Arbitri: Palumbo Christian, Scotti Paolo
Durata set: 28’, 26’, 33’, 36’, 15’

Gamma Chimica Brugherio:battute vincenti 7, battute sbagliate 19, muri 10, attacco 45%, ricezione 60%
Gibam Fano:battute vincenti 6, battute sbagliate 13, muri 11, attacco 46%, ricezione 56%

 

 

Ufficio Stampa Pallavolo Diavoli Rosa
Foto di Martina Marzella