Sorteggio di Champions League: gialloblù nella Pool A con Lube, Fenerbahce e Budejovice

Trento, 25 ottobre 2019

Sono stati ufficializzati questa sera a Sofia (Bulgaria) i cinque gironi della Main Phase di 2020 CEV Volleyball Champions League. La Trentino Itas inizierà la sua nona partecipazione al massimo torneo continentale per club, vinto già tre volte, nella Pool A , che comprende i Campioni in carica della Cucine Lube Civitanova, i turchi del Fenerbahce Sk Istanbul e i cechi del Jihostroj Ceske Budejovice.
La fase a gironi prevede sei gare totali divise fra girone d’andata e ritorno ed inizierà il 4 dicembre 2019 (ma il debutto di Trento con la Lube sarà rinviato a data da destinarsi perché i marchigiani nello stesso periodo saranno impegnati nel Mondiale per Club in Brasile), per concludersi il 19 febbraio 2020. Si qualificano ai quarti di finale le prime classificate di ogni pool e le tre migliori seconde.
Questo, nel dettaglio, il cammino che attenderà la Trentino Diatec nella Pool A della Main Phase di 2020 CEV Volleyball Champions League. Le date riportate sono indicative; per esigenze televisive le partite potrebbero essere infatti disputate anche con un giorno di anticipo o di posticipo (a breve l’ufficialità di date ed orari).

1ª giornata – (data da definire)
Cucine Lube Civitanova-Trentino Itas
2ª giornata
 – 11/12 dicembre 2019
Trentino Itas-Fenerbahce Sk Istanbul
3ª giornata
 – 19 dicembre 2019
Trentino Itas-Jihostroj Ceske Budejovice 
4ª giornata
 – 28/29/30 gennaio 2020
Fenerbahce Sk Istanbul -Trentino Itas
5ª giornata
 – 12/13 febbraio 2020
Trentino Itas-Cucine Lube Civitanova
6ª giornata
 – 19 febbraio 2020
Jihostroj Ceske Budejovice-Trentino Diatec

L’identikit delle avversarie della Trentino Itas 

Cucine Lube Civitanova (Italia)
Club campione in carica, avendo conquistato lo scorso maggio la sua seconda Champions League della storia (la precedente era stata ottenuta nel 2002), grazie al successo per 3-1 in Finale a Berlino contro i pluri detentori dello Zenit Kazan. Il confronto con Trentino Volley in ambito europeo non sarà una novità; le due formazioni si sono infatti affrontate in CEV Champions League già sei volte con tre vittorie per parte: 3-0 nella semifinale dell’edizione 2009, 2-3 e 3-0 nei Playoffs 6 del 2012, 3-0 nella semifinale dell’edizione 2016, 1-3 e 2-3 nei quarti di finale dell’edizione 2018 – l’ultima disputata da Trentino Volley.

 

Fenerbahce Sk Istanbul (Turchia)
Storica squadra di Istanbul (principale centro finanziario, culturale ed industriale della Turchia), è la più importante e rinomata polisportiva del paese, con milioni di tifosi in tutto il mondo e formazioni che si cimentano annualmente nelle più svariate discipline. Nella pallavolo il Club è regolarmente protagonista solo dal 1976, dopo quasi cinquant’anni in cui il volley si era vestito a strisce verticali giallo-nere (la tipica maglia del club) soltanto ad intermittenza (1927-1935, 1941, 1946-1947, 1952-1971).
La polisportiva ha investito in questo sport soprattutto nell’ultimo decennio, garantendosi la presenza in rosa di diversi giocatori stranieri che in precedenza erano stati per tanti anni protagonisti nel campionato italiano. Nell’ultima stagione ha oltretutto centrato la doppietta Campionato-Coppa Nazionale, portando a quattro le vittorie in entrambe le competizioni nella storia del Club e concedendo agli avversari solo la Supercoppa (vinta dall’Halkbank Ankara).
Dopo un anno di assenza dalle Coppe Europee, torna a disputare per l’ottava volta la Champions League, manifestazione in cui non ha mai avuto troppa fortuna a livello di risultati.
Rispetto alla precedente stagione ha modificato solo un effettivo del proprio sestetto titolare, sostituendo lo schiacciatore belga Klinkenberg con il francese Rossard; gli altri nomi di spicco per il confermatissimo tecnico Sordyl sono l’opposto olandese Ter Maat, il centrale Batur e soprattutto lo schiacciatore cubano con passaporto tedesco Hidalgo Oliva, mvp dell’ultimo campionato turco. L’unico giocatore superstite della rosa che sfidò Trentino Volley nella semifinale di 2017 CEV Cup (una vittoria per parte fra il 28 marzo e l’1 aprile) è il libero Karatas.

Jihostroj Ceske Budejovice (Repubblica Ceca)
E’ la squadra della più grande città del sud della Boemia, centro nevralgico della regione della Boemia meridionale, e torna a partecipare alla CEV Volleyball Champions League dopo una sola stagione di assenza. Quella che prenderà il via a dicembre sarà la decima partecipazione nel massimo torneo continentale; nell’edizione 2010 sfidò fra l’altro due volte anche Trentino Volley fra dicembre 2009 e gennaio 2010 nella Pool A che poi promosse ai playoff 12 i gialloblù ed eliminò invece direttamente i cechi.
Il ritorno nell’Europa dei grandi è arrivato grazie alla conquista del decimo titolo nazionale dopo aver superato in finale in cinque gare (3-2) il Dukla Liberec di Jan Stokr; si è trattato del terzo scudetto negli ultimi sei anni ed è andato ad arricchire una bacheca che annovera anche due titoli cecoslovacchi e cinque coppe nazionali. In Europa il risultato continentale più prestigioso è quello legato alla partecipazione alla Final Four di Coppa CEV nel 1998, chiusa con il quarto posto assoluto.
Per cercare di ben figurare nella nuova avventura in Champions League la Società ceca ha confermato buona parte del sestetto in grado di vincere in patria il double nella scorsa stagione; il palleggiatore è lo spagnolo De Amo, l’opposto è Krestan, il centrale più noto è Mach, già protagonista così come lo schiacciatore Fila, del doppio incontro di dieci anni fa contro Trentino Volley.

Trentino Volley Srl
Ufficio Stampa