Tie break vincente! Perugia supera Ravenna e si aggiudica il “2° Memorial Valter Baldaccini”

Con Atanasijevic a riposo, la Sir trova in Hoogendoorn e Plotnytskyi i martelli più prolifici, Ravenna risponde con un ottimo Ter Horst. Match con buoni spunti e belle giocate che hanno strappato gli applausi dei circa millecinquecento spettatori presenti. Bella serata di sport e solidarietà a favore della Fondazione Valter Baldaccini

Serata all’insegna dello sport e della solidarietà al PalaBarton con la Sir Safety Conad Perugia che batte al tie break la Consar Ravenna e si aggiudica il “2° Memorial Valter Baldaccini”, evento organizzato per raccogliere fondi a favore della Fondazione Valter Baldaccini per il progetto “Famiglia e Lavoro”.
Gustoso antipasto di Superlega in questa domenica a Pian di Massiano con i Block Devils che, al netto delle assenze e con Atanasijevic tenuto a riposo, hanno mostrato buone trame di gioco ed alcuni automatismi già a buon punto, palesando ovviamente, visto il periodo della stagione ed il pochissimo tempo per poter lavorare in palestra tutti insieme, alcune pause ed un ritmo di gioco da trovare.
Resta però una buona impressione destata da capitan De Cecco e compagni, soprattutto al servizio (7 gli ace, ancora qualche errore di troppo) ed in attacco, fondamentale dove la squadra ha chiuso con un buon 54% di efficacia. Hoogendoorn e Plotnytskyi sono i migliori realizzatori per Perugia con 16 punti (per l’ucraino 3 gli ace), Podrascanin (in campo nei primi tre set) si conferma una sentenza in primo tempo (100% su 7 colpi), Lanza offre il solito contributo di sostanza, così come i “veterani” De Cecco e Colaci. Doppia cifra per Ricci (12 punti con 3 muri) ed applausi anche per l’estone Taht e per Tsimafei Zhukouski.
Ravenna, pure lei priva di tre atleti, ha dimostrato qualità e freschezza, oltre ad una buona organizzazione in campo frutto del lavoro in palestra di Bonitta. Ter Horst (23 punti per lui) migliore in campo per la Consar.

IL MATCH

C’è Hoogendoorn nei sette di partenza bianconeri. Proprio l’opposto olandese mura il connazionale Ter Horst per il 2-1 iniziale. Doppio vantaggio Perugia con il manioiut di Plotnytskyi (4-2). Il muro di Recine pareggia i conti (4-4). Out Stefani da posto due, nuovo break dei padroni di casa (7-5). Bello lo scambio numero diciotto chiuso da un muro di Ter Horst per il 9-9. Alza il muro Podrascanin (15-13), poi un’invasione di De Cecco riporta la situazione in parità (15-15). Doppio cambio Perugia con l’ingresso di Zhukouski e Taht e l’estone va subito a segno (19-18). Si va a braccetto fin o al 21-21. A Lanza risponde Ter Horst (22-22). In rete Plotnytskyi, vantaggio Ravenna (22-23). Arriva al set point la Consar con Cortesia (23-24). Hoogendoorn porta il set ai vantaggi (24-24). Muro di Stefani (24-25). Chiude il contrattacco di Recine (24-26).
Sestetti invariati alla ripresa del gioco con Podrascanin subito a bersaglio in primo tempo e dai nove metri, poi muri di Ricci e Plotnytskyi (4-0). Gli ospiti rientrano subito con Ter Horst (4-3). Super scambio chiuso da Ricci (7-4). Ancora Ricci, stavolta dai nove metri (9-5). Bello l’attacco vincente di Plotnytskyi (13-8). Hoogendoorn mantiene inalterate le distanze (16-11). Ravenna resta attaccata al set e torna a -2 con il punto di Cortesia (19-17). Entra Taht in prima linea e chiude il punto in contrattacco, poi arriva l’ace di Hoogendoorn (22-17). Ace anche per Plotnytskyi e set point Sir (24-19). Chiude Lanza (25-20).
C’è Taht per Plotntytskyi in avvio di terzo set. Parte meglio Ravenna (2-4). L’errore di Stefani riporta la situazione in parità (5-5). Avanti Perugia con il muro di Podrascanin (7-6). Vanno a +3 i padroni di casa sfruttando un paio di errori gratuiti romagnoli (11-8). Il muro di Alonso riporta le squadre a contatto (13-12). Magia di Lanza che tiene avanti i suoi (16-14). Il muro di Ravenna capovolge (17-18). +2 Consar con il maniout di Recine (18-20). Ace di Ter Horst (18-21). I Block Devils non riescono a ricucire il gap e l’errore al servizio di Lanza porta la Consar di nuovo avanti di un set (22-25).
Zhukouski in regia, Taht e Plotnytskyi in banda, Bucciarelli in posto tre. Questa la Sir in campo nella quarta frazione. Subito ace proprio del mancino ucraino (2-0). Hoogendoorn gioca bene contro il muro avversario (5-2). Bella combinazione al centro chiusa da Ricci (9-5). La Consar risale fino al -1 grazie ai punti di Ter Horst (10-9). Hoogendoorn fa ripartire i suoi (13-10). Pipe ficcante prima per Taht (17-13), poi per Plotnytskyi (20-16). Ancora un bel colpo di Taht, stavolta da posto quattro (21-17). Zhukouski si prende la sua dose di applausi chiudendo di seconda intenzione una situazione intricata (23-18). Plotnytskyi regala il set point (24-18). Ravenna annulla tre set point (24-21). Plotnytskyi spedisce tutti al tie break (25-21).
Fiammante l’avvio di Perugia con Ricci ed Hoogendoorn sugli scudi (4-0). Prosegue il turno al servizio di Plotnytskyi (6-0). Si cambia campo sull’8-2 Perugia. Ravenna commette alcuni errori gratuiti (10-2). Ace in buca d’angolo per Taht (12-3). Muro a tre di Perugia e match point (14-4). Chiude Plotnytskyi (15-5).

IL TABELLINO

SIR SAFETY CONAD PERUGIA – CONSAR RAVENNA 3-2
Parziali: 24-26, 25-20, 22-25, 25-21,
SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco, Hoogendoorn 16, Podrascanin 10, Ricci 12, Lanza 9, Plotnytskyi 16, Colaci, (libero), Taht 8, Zhukouski 1, Bucciarelli. N.e.: Atanasijevic, Piccinelli (libero). All. Fontana.
CONSAR RAVENNA: Saitta 1, Stefani 9, Alonso 7, Cortesia 9, Recine 12, Ter Horst 23, Kovacic (libero), Bortolozzo, Tusch, Grozdanov 1, Baroni. N.e.: Marchini (libero), Frascio. All. Bonitta.
Arbitri: Cruccolini – Galteri
LE CIFRE – PERUGIA: 22 b.s., 7 ace, 69% ric. pos., 40% ric. prf., 54% att., 8 muri. RAVENNA: 23 b.s., 2 ace, 50% ric. pos., 19% ric. prf., 47% att., 7 muri.

UFFICIO STAMPA SIR SAFETY CONAD PERUGIA