UNA BELLA KEMAS LAMIPEL TORNA PREPOTENTEMENTE ALLA VITTORIA

Kemas Lamipel Santa Croce: Acquarone 1, Padura Diaz 13, Larizza 10, Marra 7, Krauchuk 11, Colli 10, Catania (libero), Prosperi, Di Marco, Bargi n.e, Mannucci n.e, Lavanga n.e, Mazzon n.e, Andreini (libero) n.e. All. Pagliai/Cezar Douglas

Conad Reggio Emilia: Pinelli 1, Zingel 6, Miselli 8, Mattei 8, Ippolito 3, Dolfo 8, Morgese (libero), Catellani, Magnani 1, Bellini 1, Scarpi 2, Santini n.e, Fabi n.e, Cagni (libero) n.e. All. Bosco

Successione set: 25-19 in 29′, 25-23 in 30′, 25-15 in 23′.

Battute sbagliate Kemas Lamipel 13, Ace 1, Muri 8.

Battute sbagliate Conad 13, Ace 1, Muri 2.

Spettatori 300

Torna subito alla vittoria la Kemas Lamipel che batte a domicilio per 3-0 la Conad Reggio Emilia e si rialza dopo la sconfitta di Siena, conquistando la terza vittoria su quattro incontri (tutte per 3-0) disputati in questo inizio di campionato di Serie A2 Credem Banca. Gara magistralmente interpretata dalla formazione conciaria, ottima in ciascuno dei giocatori scesi in campo: ricezione precisa, attacco chirurgico e spietato, buona anche la correlazione muro-difesa. Qualche errore di troppo dalla linea dei 9 metri, ma si tratta di dettagli in un complesso ampiamente positivo e che fa ben sperare per il futuro. La Kemas Lamipel, ancora priva di Bargi, si schiera con il solito sei+uno visto anche a Siena: Padura Diaz e il suo servizio scavano immediatamente un bel solco tra le due squadre, con gli ospiti che vanno subito in apnea trovando pochissimi spunti offensivi con Zingel, Ippolito e Dolfo. Di contro i “Lupi” volano sulle ali dell’entusiasmo (8-3, 16-11, 21-17), con Marra imperioso a muro, Larizza in attacco e Colli a curare la ricezione insieme a Catania. In un amen si arriva al 25-19 con cui si chiude il primo set: protagonisti assoluti Padura Diaz e Colli con rispettivamente 7 e 5 punti. Nel secondo Reggio Emilia si riorganizza e parte in maniera più concreta, ma è ancora la Kemas Lamipel a portarsi avanti sull’8-6 e sul 16-13. L’ex di turno Miselli è però imperioso al centro e gli ospiti non mollano, riavvicinandosi sul 21-19 e andando anche vicinissimi ad impattare quando, sul 24-23, Dolfo sbaglia malamente un pallone che poteva essere meglio gestito, regalando di conseguenza il 2-0 ai “Lupi” trascinati dal duo Krauchuk-Acquarone. Senza quasi storia il terzo set, con la Kemas che mette la testa avanti fin da subito (8-6) e poi scappa via grazie ai muri di Larizza (tre quasi consecutivi), alle giocate del MVP Colli e agli attacchi di Padura Diaz. Reggio Emilia molla la presa già sul 16-7 e Bosco attinge alla panchina: il 21-11 è il preludio al 25-15 con cui si chiude l’incontro, per un 3-0 che regala ai santacrocesi tre importantissimi punti per la classifica. Adesso una domenica di riposo in vista di una settimana di intensi allenamenti: ci sarà da preparare al meglio l’insidiosissima trasferta di Brescia.

Andrea Costanzo – Ufficio stampa