Brescia strappa un punto alla sua bestia nera BCC

La Gruppo Consoli Centrale del Latte McDonald’s scende in campo sicura davanti alle telecamere di Rai Sport e contiene Castellana per i primi tre set, ma non conclude l’opera, subendo poi la crescita degli ospiti che fanno esplodere tutto il loro potenziale offensivo e vincono al tie break. Un punto comunque importante contro una corazzata che ha dimostrato di avere nei cambi il suo punto di forza.

Foto: Beppe Zanardelli

La quarta giornata di andata, ridotta a quattro match disputati su sei, offre al pubblico bresciano un palco d’onore con la diretta Tv su Rai Sport che arriva a sorpresa e a causa del posticipo di tutte le gare di Superlega previste domenica. Contro una BCC molto fisica e compatta, Brescia serve bene e mantiene i nervi saldi soprattutto quando deve rincorrere: gioca in maniera ordinata e con pazienza va sopra 2-0, mancando però l’occasione di chiudere il terzo parziale e il match. Castellana si conferma grande squadra e non cede, conquistando due punti al tie break al termine di una bellissima partita.

Gulinelli si affida a Garnica incrociato al gigante Van Dijk, Ottaviani e Rosso schiacciatori di banda, Gitto e Patriarca al centro con De Pandis libero. Zambonardi risponde con Tiberti in regia incrociato a Bisi, Cisolla e Galliani in banda, Candeli ed Esposito al centro con Franzoni libero.

Brescia lotta per restare incollata agli ospiti che provano a scappare sfruttando i tanti centimetri a rete di Van Dijk e Patriarca.e le pipe di Ottaviani. Bisi piazza un block sul gigante olandese (9-11) che ogni tanto non trova il campo e, colpo su colpo, restando disciplinati,  i Tucani riescono a impattare a 18 (tocco dell’opposto modenese). La rimonta di casa mette pressione agli ospiti che perdono in precisione; Brescia ne approfitta, crescendo a muro e in difesa (21-18). Il block di Candeli su Erati, dentro su Gitto, segna il 23-19; Cisolla prima  trapassa il muro e poi lo beffa con il mani-out per il 25-21.

Avvio ancora in rincorsa nella seconda frazione: i Tucani subiscono un ace e la maggiore fisicità ospite, Galliani fatica a ingranare e si rincorre dal 9-13. Brescia è caparbia e risale con i suoi martelli: arrivano il pareggio a 17 e il sorpasso, firmato da tre punti di un Cisolla al top. Patriarca ferma Galliani e rimette avanti i suoi (19-21); si va testa a testa: Franzoni smarca Gallo che passa senza muro; Bisi blocca la via a Rosso e arriva il primo set ball che Brescia non chiude (24-23). Cambi di fronte ad alta tensione con impegno del video check che accresce la suspense: l’ace intelligente di Tiberti chiude le ostilità sul 31-29.

Nel terzo parziale Brescia ha il vantaggio psicologico della doppia rimonta ed è decisa a sfruttarne l’inerzia: Cisolla non sbaglia un colpo e Candeli si fa sentire in primo tempo (9-6). Ace fortunoso di Erati e BCC è di nuovo a un passo. Con un paio di contrattacchi vincenti Castellana passa sopra grazie a Van Dijk e Patriarca (11-13), ma Esposito rimette la testa avanti con un murone. Gulinelli dà spazio a Vedovotto per Rosso e si viaggia in parità : è proprio il nuovo ingresso a girare l’equilibrio del set con un attacco a segno e due ace consecutivi che chiudono il parziale (22-25) e riaprono la partita.

La maratona prosegue, Brescia sembra subire l’occasione persa e commette qualche errore in più che le costa il 5-9. Van Dijk ritrova la vena e il solito Ottaviani trascina i suoi 10-14 e 12-17. Zambonardi prova a disorientare gli avversari con Bergoli e Cogliati dai nove metri: il palleggiatore mette l’ace del 15-18, ma ai Tucani manca la chiusura nelle poche occasioni di contrattacco che Castellana concede (18-22) e si va al tie break, nonostante i due block perentori di Bisi nel finale (22-25).

Finale in equilibrio: l’errore in ricezione di Brescia è rimediato dalla botta di Bisi (5 pari). Si gira sul 8-7, ma prima Patriarca ferma Cisolla, e poi Ottaviani stacca con un ace 9-11. La pipe di Galliani si ferma sul muro ospite ed è 10-13, il match è segnato e Castellana si conferma bestia nera di Brescia. Erati la chiude sul 12-15 e lascia ai Tucani un solo punticino, comunque importante.

“C’è parecchio rammarico perché, avanti due a zero, non abbiamo approfittato di qualche occasione di contrattacco per chiuderla in tre set. Non ho rimproveri da fare ai miei: abbiamo giocato ad altissimo livello contro una squadra che ha dimostrato di avere nei cambi il suo punto di forza”, analizza capitan Tiberti.

Per Zambonardi “Mettendo da parte il rammarico per il terzo set, ce la siamo giocata contro uno squadrone. Abbiamo dimostrato che meritiamo di stare nell’élite del volley italiano”

Cisolla – 23 punti e 60% in attacco – trova il lato positivo: “Un punto importante contro una squadra importante, un match tirato nel quale avremmo potuto fare qualcosa di meglio a muro, toccando di più e creandoci maggiori occasioni di contrattacco. E’ stata comunque una gran bella partita.

MVP MySpritz: Bisi per Brescia, con 24 punti e 4 muri  e Patriarca per Castellana che chiude con 8 muri su 18 punti

GRUPPO CONSOLI CENTRALE McDONALD’S  – BCC CASTELLANA GROTTE 2-3
(25-21; 31-29; 22-25; 22-25; 12-15)

Tabellino                                                                                        BRESCIA: Orlando ne, Tasholli, Tiberti 2, Crosatti (L) ne, Cogliati 1,  Bergoli, Bisi 24, Franzoni (L), Galliani 12, Candeli 12, Esposito 11, Cisolla 23, Tonoli ne, Ghirardi ne. All. Zambonardi.

CASTELLANA GROTTE: Garnica 1, Ottaviani 19, Patriarca 18, Van Dijk 22, Rosso 11, Gitto 3, De Pandis (L), Dall’Agnol , Zonta, Cazzaniga, Vedovotto 8; De Santis (L), Erati 10.

Note:

Ace Brescia 4, Castellana  6.
Battute sbagliate Brescia 18, Castellana  17
Muri  Brescia 8, Castellana  14
Attacco Brescia 52%,  Castellana  49%
Ricezione Brescia 61% (37% perfetta),  Castellana  51% (10% perfetta)

Durata: 26’ 44’ 29’ 31’ e 19’. Totale: 2h29′. Arbitri: Piperata e Selmi, addetto al video check:Ferrari.