Il centrale Mengozzi alla vigilia della gara casalinga con Padova: “Siamo affamati di punti”

Abbiamo il destino nelle nostre mani. Ci sono ancora sei partite da giocare e dobbiamo pensare ad affrontarle senza condizionamenti. Sono convinto che l’esperienza che abbiamo maturato fino ad ora ci sarà utile per non commettere gli errori visti fino ad ora“. Poche e significative le parole pronunciate nella consueta conferenza stampa dal centrale Stefano Mengozzi, oggi pomeriggio, nella sala del  PalaValentia alla vigilia del match casalingo contro la Kioene Padova. Parole che hanno l’obiettivo di arrivare al cuore dei compagni di squadra e dei tifosi, per infondere coraggio e positività in un momento cruciale del torneo. Bisogna crederci, bisogna impiegare forza e volontà per far sì che quest’ultima frazione del Campionato si tramuti in una preziosa occasione: la strada per conquistare la permanenza in Superlega.

La gara di domani sera alle 19.30 tra le mura amiche del rinnovato PalaMaiata contro la formazione patavina sarà una tappa importante di questo percorso: nel caso di una vittoria da 3 punti la Tonno Callipo aggancerebbe la diretta rivale Cisterna, con cui Baranowicz e compagni faranno i conti nello scontro infuocato del 15 marzo a Vibo.

Dal canto loro i veneti reduci dalla sconfitta di domenica scorsa per 3-0 proprio contro Cisterna arriveranno in Calabria con l’intento di continuare l’ottimo torneo fin qui disputato, che li vede sesti in classifica con 25 punti.

Uno dei punti di forza del nostro prossimo avversario è quello di poter contare su tanti giocatori esperti: dall’opposto Hernandez, al palleggiatore Travica, agli schiacciatori Ishikawa e Randazzo – ha spiegato Mengozzi –. La nostra bravura domani deve consistere nel riuscire a limitare proprio questi elementi. Ci siamo allenati tanto per questo e scenderemo in campo affamati di punti. Dal punto di vista tecnico dovremo lavorare bene sul fondamentale di muro-difesa ed essere incisivi con la battuta“.

La “ricetta” per superare ogni difficoltà agonistica secondo  il trentacinquenne ravennate d.o.c., uno dei leader carismatici della formazione guidata dal tecnico argentino Juan Manuel Chichello, alla sua seconda stagione in giallorosso, è senza dubbio la coesione e il lavoro di gruppo: “Non credo che possano essere le individualità a trascinare verso la salvezza una squadra. Il collettivo, invece, può farlo“.

Nove stagioni consecutive nel torneo di Superlega per  Stefano Mengozzi, a cui bisogna aggiungere i cinque tornei di Serie A2, i 200 “gettoni di presenza” in regular season nel massimo torneo nazionale maschile, raggiunti proprio nel tempio del volley italiano, il PalaPanini di Modena, il 22 dicembre 2019, ultimo turno del girone ascendente contro la Leo Shoes Modena capitana dallo “zar” Ivan Zauytsev e guidata dal timoniere Andrea Giani, tra i più grandi pallavolisti di tutti i tempi e protagonista della generazione dei fenomeni guidata dal Maestro italo argentino Julio Velasco.

Tra regular season, Play Off scudetto e Play Off per il 5° posto, sono ben 225 le partite complessive giocate da Stefano Mengozzi (127 match con la casacca della Cmc Ravenna, 54 con la Calzadonia Verona e 44 con la Tonno Callipo Vibo Valentia), numeri ai quali bisogna annoverare 715 set disputati (media di 79,4 in ogni torneo), 1382 punti (153,6 di media per ogni stagione), con 931 attacchi vincenti (56.6% efficienza offensiva), 397 muri vincenti (media di 0,56 per ogni set giocato), 54 ace (media di sei a stagione).

Con la casacca giallorossa ha disputato 44 gare, 162 set, realizzando 292 punti: Stefano è andato complessivamente in doppia cifra in otto volte (due delle quali nella stagione in corso), alla 10a e 12a giornata, nelle gare casalinghe terminate entrambe al quinto parziale contro Consar Ravenna (domenica 1 dicembre 2019) e Vero Volley Monza (domenica 15 dicembre 2019), realizzando in entrambe le circostanza 13 punti.

I PRECEDENTI

Sono 18 i precedenti in gare ufficiali tra Padova e Vibo Valentia, con ben 13 vittorie a favore dei calabresi contro le 5 dei veneti.

Nel match di andata la formazione patavina si è imposta al termine di tre set tirati allo spasimo (26-24; 25-23; 25-23) durati complessivamente 94 minuti.

Nella scorsa stagione agonistica, invece, la Kioene Padova perse 3–1 in terra calabra e si impose per 3–0 tra le mura amiche. La prima sfida fra queste due squadre risale alla stagione 2004/05, quando Vibo Valentia vinse in quel di Padova col punteggio di 2–3.

EX

L’unico ex di questa sfida è il martello catanese Luigi Randazzo, 26 anni da compiere il prossimo 30 aprile, che ha indossato la casacca giallorossa nelle stagioni 2013–2014, dove ha totalizzato 24 partite, 79 set, mettendo sul taraflex 232 punti, 200 dei quali in attacco, 18 al servizio, e 14 a muro. Il laterale catanese chiuse al 26esimo posto nella classifica dei migliori realizzatori del torneo in regular season con 216 punti, quarto miglior marcatore tra i giallorossi.

 UFFICIO COMUNICAZIONE 

Rosita Mercatante

ufficiostampa@volleytonnocallipo.com