Impresa in tre set al PalaPanini

Le grida di esultanza nel vuoto forzato del Tempio, alla fine, sono della Cucine Lube Civitanova, un rullo compressore in campionato capace di battere la Leo Shoes Modena al PalaPanini in tre set (26-24, 25-22, 25-23). L’ottava di Regular Season in Superlega Credem Banca prolunga cosí l’imbattibilità dei ragazzi di Ferdinando De Giorgi, ora anche da soli in testa alla classifica, complice il rinvio della sfida tra Milano e Perugia.

Un’impresa dopo un inizio in salita. Nel primo parziale, infatti, i campioni del mondo, dopo aver conquistato per primi il break (7-5) si inceppano, soffrendo oltremodo il servizio di Christenson che prendendo di mira Leal consente ai suoi di volare addirittura sul 12-8 a proprio favore. La reazione dei marchigiani non si fa attendere e arriva sul turno in battuta di Leal (1 ace, 6 punti totali col 67% in attacco), che mette in difficoltà i modenesi, consentendo alla diagonale d’attacco Falaschi-Hadrava, inserita come di consueto da De Giorgi per piazzare il bomber ceco in prima linea, di firmare la rimonta che si materializza con la parità a quota 21. Poi la zampata vincente: ace di Hadrava per il 24-23, e al secondo set point è il rientrante Rychlicki (6 punti, 75% di efficacia sulle schiacciate) a firmare il contrattacco del definitivo 26-24 in favore della Lube.

Nel secondo set è ancora il servizio di Leal a spianare la strada alla Cucine Lube, che conquista il primo break sul 13-11 proprio con un ace del bomber di passaporto brasiliano, trovando poi il +3 grazie al mani out vincente di Juantorena (14-11). L’ulteriore allungo si registra con un errore in attacco di Karlitzek (16-12): Civitanova, aiutata da un cambio palla puntuale come un orologio svizzero (67% in attacco di squadra, spicca il 100% di Simon che firma anche 2 muri), mantiene il vantaggio fino all’ultimo pallone, schiantato a terra dal solito Rychlicki (25-22).

Il terzo parziale è una sorta di remake di quello d’apertura: Modena scappa sul 13-9 appoggiandosi stavolta sulla buona vena del proprio muro e sul contemporaneo calo in battuta degli ospiti, che però reagiscono trascinati da Osmany Juantorena, autore dei due attacchi per la parità a quota 21. Il granitico Anzani a muro (4 vincenti nel match) riacciuffa la Leo Shoes sul 23-23 e Rychlicki chiude con 12 punti e il 69% in attacco, un punto in meno del top scorer Leal, che ha invece 65% di efficacia,  abile al primo match-ball nel mettere la palla a terra per il 25-23 che vale il 3-0.

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Marchisio, Juantorena 10, Balaso (L), Leal 13, Rychlicki 12, Simon 10, De Cecco 1, Anzani 9, Falaschi, Hadrava 4, Yant n.e.. All. De Giorgi.

LEO SHOWES MODENA: Estrada Mazorra 1, Iannelli n.e., Petric 17, Porro, Sanguinetti n.e., Stankovic 3, Grebennikov (L), Christenson 2, Karlitzek 12, Vettori 14, Negri n.e., Mazzone 3, Lavia n.e., Gollini n.e.. All. Giani.

ARBITRI: Cesare – Simbari.

PARZIALI: 24-26 (32’), 22-25 (26’), 23-25 (29’). NOTE: Modena: b.s. 14, ace 3, m.v. 4, 38% in ricezione (15% perfette), 57% in attacco. Lube: b.s. 13, ace 4, m.v. 8, 58% in ricezione (23% perfette), 64% in attacco.