Leal: “La mia Lube a testa alta, io posso crescere ancora!”

Con la Cucine Lube Civitanova ferma ai box per aver già disputato domenica scorsa la sfida dell’11a giornata di andata contro Vibo, lo schiacciatore Yoandy Leal parla ai margini di un allenamento, consapevole di aver dato molto e di poter assicurare un contributo sempre maggiore al sestetto biancorosso.

Yoandy Leal (schiacciatore Cucine Lube Civitanova): “Siamo reduci dalla sconfitta con la Tonno Callipo. Noi eravamo entrati bene in campo, ma a tradirci nel primo set sono stati degli errori fatali. Gli ospiti hanno preso fiducia e alla distanza la partita è diventata molto difficile. Al di là dell’ultima gara, dobbiamo guardare avanti tenendo la testa alta perché abbiamo vinto 8 partite su 9 in un Campionato di alto livello come quello italiano. Io mi sono ambientato bene qui, ma ho impiegato almeno quattro mesi perché in Brasile giocavo un altro tipo di pallavolo. Mi sento a mio agio con il sistema di gioco, ho trovato la giusta continuità e do il massimo. Voglio andare avanti così. A essere sincero soffro di nostalgia perché una parte della mia famiglia è a Cuba e una parte è in Brasile, non vedo da tanto tempo i miei cari. Va detto però che sono diventato indipendente molto presto e da dieci anni viaggio spesso per il volley. Mi sento realizzato nella mia carriera. Ovviamente lavoro ogni giorno per migliorarmi e dare un contributo alla squadra impegnandomi al 100%”.