Lorenzetti: “Finalmente si ricomincia, solo il campo ci dirà se la pausa sia stata utile”

Trento, 12 gennaio 2020

Quella in corso è l’ultima domenica senza campionato dei primi mesi del 2020. A partire dalla prossima settimana la SuperLega Credem Banca tornerà a caratterizzare i weekend dell’Itas Trentino, che oggi ha goduto di un’intera giornata di riposo prima di immergersi in un tour de force ricco di impegni, prevalentemente in trasferta: fra il 16 gennaio ed il 19 febbraio i gialloblù disputeranno infatti ben undici partite ufficiali fra regular season, Champions League e Coppa Italia con soli tre match casalinghi.
“Finalmente si torna in campo, siamo contenti che la lunga pausa natalizia sia ormai alle spalle – ha spiegato al microfono di Trentino Volley Tv l’allenatore Angelo Lorenzetti – . Per una squadra come la nostra, abituata a giocare anche tre partite a settimana, un periodo così lungo senza confronto con gli avversari non è stato semplice da vivere ma abbiamo cercato di sfruttarlo nel migliore dei modi, lavorando non solo dal punto di vista fisico ma anche da quello tecnico. Solo il campo ci dirà se questa sosta sia stata effettivamente utile alle nostre dinamiche di gioco e di gruppo. Lunedì ci ritroveremo di nuovo tutti insieme per riprendere il discorso interrotto a Natale: i quattro giocatori reduci dalle qualificazioni olimpiche a Berlino potranno sicuramente darci una mano, offrendoci la loro abitudine consolidata a giocare partite, mentre chi è rimasto qui dovrà dare loro un contributo dal punto di vista dell’entusiasmo, della motivazione e della voglia di riprendere la corsa”.
“Il torneo di Berlino, che ho seguito con attenzione in live streaming da Trento, ha confermato che nella pallavolo moderna la gestione dell’errore, delle motivazioni e delle emozioni è diventata ancora più importante del passato – ha proseguito l’allenatore di Trentino Volley – ; ci vogliono quindi grandi capacità tecniche e mentali per ottenere grandi risultati. Il nostro stile di gioco è quello che abbiamo fissato ancora a settembre; dobbiamo essere bravi a lavorare di squadra per raggiungerlo. Giocare a pallavolo resta sempre una gioia, anche per chi lo fa da tanti anni come professione”.

Trentino Volley Srl
Ufficio Stampa