La partita perfetta della Marini Delta: secco 0-3 in casa di Motta

17. Motta-Marini Delta 0-3
Festa per la Marini Delta che vince il derby in casa di Motta e si conferma leader del girone bianco di Serie A3 Credem Banca

La partita perfetta. Era difficile immaginarla alla vigilia: perché il derby è sempre il derby. perché al PalaGrassato non è facile per nessuno giocare, figuriamoci vincere, perché in settimana c’erano stati tanti problemi fisici con cui fare i conti. Ma questa Marini Delta può tutto o quasi: secco 0-3 sul campo dell’HRK Motta, quinto successo di fila e primato del girone bianco di Serie A3 Credem Banca in cassaforte, anche senza aspettare Cisano e Civitanova, in campo domani. Una serata da ricordare, in una stagione da ricordare. Anche per questo derby da mille e una notte.

LA PARTITA
Marini Delta che conferma lo schieramento delle ultime due partite: Kindgard al palleggio (come riserva c’è l’esordiente Zennaro, Daniel fermo per infortunio) e Cuda opposto, Luisetto e Sperandio centrali, Dordei e Lazzaretto schiacciatori, Lamprecht libero. Il nuovo tecnico di Motta Pino Lorizio propone Visentin-Albergati sulla diagonale, Zanini-Moretti in mezzo, Pinali-Scaltriti in posto quattro, Lollato libero. Arbitrano l’incontro Fabio Bassan di Brescia e Davide Prati di Albuzzano (Pavia).

PalaGrassato letteralmente in fiamme per il derby. Motta piuttosto fallosa, Porto Viro scappa avanti 3-5 con muro di Sperandio e attacco da seconda linea di Cuda, poi altri due errori trevigiani per il 4-8 che convince Lorizio al time. Altra sbavatura dei locali, altro muro di Sperandio, questa volta c’è il cambio sul versante biancoverde: Gamba sostituisce Pinali (4-10). Con il nuovo assetto l’HRK Motta risale fino al 9-12, ma i morsi dei centrali nerofucsia Luisetto e Sperandio (muro) mandano ancora in tilt i leoni: 10-16, secondo time per Lorizio. Domina la Marini Delta sotto rete, i block in sequenza di Sperandio e Lazzaretto valgono il 10-18. Motta soffocata da Sperandio, esce Visentin per Tonello (11-21), gli ospiti non calano mai d’intensità e viaggiano spediti al traguardo: 16-25, 0-1.
Cambio campo, tocca a Porto Viro la dose di nervosismo (rosso a Lazzaretto) e imprecisione: 7-4. Dordei propizia il pari (8-8), Motta torna a comandare con il suo muro (11-9), tris nerofucsia per il ribaltone: Luisetto-Cuda-Lazzaretto, 11-12. In gran spolvero Cuda, immancabile la firma di Sperandio: 13-15, time Lorizio. Cuda prova a spedire in orbita i suoi (14-17), ma la squadra di casa – che ripropone Tonello in regia – trova un poderoso colpo di reni sulla battuta dinamitarda di Gamba: 19-18 e due time ravvicinati richiesti da Zambonin. Albergati fa piangere ancora la ricezione nerofucsia (22-20) prima di riaprire i giochi con due errori in fila: 22-22, time Lorizio. Muro cruciale di Kindgard (23-23), Dordei ritrova le misure del campo nel momento che conta davvero: 23-24 e poi 23-25, 0-2 Marini Delta.
Terzo set, Luisetto mette subito giù un proiettile in attacco e un cioccolatino in battuta, in mezzo muro di Cuda: 0-3. Motta si concentra a muro, specie con Moretti, e impatta, quindi inizia un appassionante testa a testa con le due squadre non sempre pulitissime nelle loro giocate, ma comunque encombiabili per il ritmo, assolutamente indiavolato. Porto Viro si stacca grazie a Lazzaretto, che concretizza un lunghissimo scambio (16-18), Motta sbaglia un pallone pesante e costringe Lorizio al time: 18-21. Brutto errore anche nella metacampo polesana, tocca a Zambonin parlarci su (20-21). Niente paura, i frombolieri nerofucsia aggiustano la mira quando serve: pipe di Lazzaretto, bordata di Dordei, 20-23 e Lorizio deve interrompere di nuovo il gioco. Ace sporco di Sperandio (20-24), Dordei chiude con un muro : 20-25, 0-3 Marini Delta.

Il derby raccontato da Massimo Zambonin, tecnico della Marini Delta: “È una vittoria importantissima ottenuta in una gara particolare, un derby sentito e molto difficile. Abbiamo messo in campo quello che sappiamo fare meglio, ovvero la nostra fase break, che ci ha permesso di fare la differenza nel primo set in contrattacco. Motta è rientrata nel secondo parziale e Gamba ci ha dato molto fastidio in battuta, ma i ragazzi sono stati bravi a restare sempre attaccati alla partita, portando a casa questo successo fondamentale. Ora festeggiamo, da lunedì testa alla trasferta di Cisano, che sarà un’altra gara delicata”.

TABELLINO
HRK Motta-Biscottificio Marini Delta Volley Porto Viro 0-3 (16-25, 23-25, 20-25)

Battute punto/errori: Motta 3/11; Delta 2/7; Ricezione: Motta 52%, Delta 49%; Attacco: Motta 34%, Delta 44%; Muri punto: Motta 4, Delta 8.

HRK Motta: Albergati 15, Gamba 14, Scaltriti e Moretti 4, Tonello e Visentin 1. Saibene, Basso, Pinali e Zanini 0 ; liberi: Lollato e Gionchetti. Coach: Giuseppe Lorizio.

Biscottificio Marini Delta Volley Porto Viro: Dordei e Sperandio 12. Cuda 9, Lazzaretto 7, Luisetto 5, Kindgard 3, Zennaro, Marzolla, Martinez, Turski e Bernardi NE; liberi: Lamprecht e Fregnan. Coach: Massimo Zambonin.