Torniamo a lavorare più forti di prima

Sono tornati a lavorare gli uomini di mister D’Amico dopo il tie break nell’esordio in A2 contro Santa Croce. “Ci è dispiaciuto non aver chiuso con la prima vittoria- spiega D’Amico- non siamo comunque andati lontanissimo. Ora siamo tornati in palestra e a lavorare :  siamo sicuri che siamo una squadra importante e che può esprimere un gioco migliore. Sapevamo che Santa Croce ci avrebbe messe in difficoltà : in ricezione abbiamo fatto una gara superba poiché sappiamo di aver costruito una buon linea di ricezione. Ci è mancato l’incisività in attacco e abbiamo sofferto a muro:  queste sono le indicazioni che ci portiamo e su cui stiamo lavando in questi giorni”, sottolinea coach D’amico. Gli fa eco lo schiacciatore Mazzone che insieme a Spadavecchia, ha siglato 16 punti personali, dopo il solito Tiurin sempre migliore tra le fila della Cave del Sole con 25 punti. “Siamo un bel gruppo- spiega Mazzone-  crediamo nella nostra forza e nel nostro potenziale, ma dobbiamo tornare a lavorare più forti di prima, nonostante l’avessimo già fatto. Dobbiamo migliorare i momenti di cali di attenzione e lavorare ancora di più su questo aspetto ”, conclude Mazzone. In questa settimana i biancorossi della Geomedical si concentreranno sul prossimo avversario, ovvero il Brescia dell’eterno Cisolla che domenica contro la corazzata Taranto ha ceduto in tre set. Sicuramente ci sarà voglia di riscatto sia per i padroni di casa che per i lagonegresi che sabato partiranno alla volta della città lombarda.