Una strepitosa Tinet Gori Wines affonda Cuneo e consolida il quarto posto

Strepitosi i Passerotti hanno la meglio in tre set su Cuneo, mettendo a segno la quinta vittoria consecutiva e arrivando a sette risultati utili di fila. Consolidato il quarto posto. Ottima prova di squadra con menzione d’onore per il libero Matteo Lelli, giudicato MVP dell’incontro

Bellissima vittoria della Tinet Gori Wines che surclassa Cuneo per due set e poi dimostra di essere molto brava anche nel sofferto punto a punto del terzo set. Menzione d’onore di giornata al libero Matteo Lelli, colonna in seconda linea dove ha ricevuto con il 73% e autore di numerose azioni spettacolari che hanno gasato il pubblico del PalaPrata.. Con questa salgono a cinque le vittorie consecutive dei Passerotti che non intendono mollare il colpo.

Una Tinet Gori Wines perfetta annichilisce Cuneo in un primo set che ha visto i gialloblu dominare per larghi tratti . Pronti, via e c’è subito un parziale di 8-2 che vede tutti gli attaccanti andare sul tabellino con il circoletto rosso che va al muro di Alberini capace di triplicare su Prolingheuer e stoppare il gigantesco tedesco. Cuneo si scuote e propone in mini parziale fino al 9-6. I Passerotti riprendono il controllo con Baldazzi e poi seminano il panico sul turno di servizio di Alberini: 13-7. Altra fuga in avanti della Tinet con un muro cooperativo di Rau e Marinelli che fermano Prolingheuer per il 17-9. Il tedesco colpito sull’orgoglio ne mette tre di fila (18-13) ma poi sbaglia il servizio. Baldazzi sigla il set point sul 24-14. Poi c’è un errore dai 9 metri di Alberini e un primo tempo di Sighinolfi. A chiuderla ci pensa, su azione prolungata, Galabinov: 25-16

Raddoppio dei gialloblu che continuano a proporre un gioco vario veloce e tremendamente efficace che mette in crisi le certezze cuneesi. I piemontesi sono costretti ad uscire dai colpi usuali per la grande volitività della Tinet in difesa. L’equilibrio si mantiene fino al 5-5. Primo scatto dei Passerotti con Baldazzi e Galabinov: 8-5. L’azione del 13-10 è paradigmatica con un muro di Galabinov su Prolingheuer dopo che Lelli ha compiuto una difesa di sacrificio schiantandosi sui cartelloni pubblicitario. I Passerotti prendono il largo e il muro di miscione firma il 18-12. I piemontesi rimangono a contatto grazie anche a qualche errore di troppo in battuta della Tinet , che però mantiene sempre saldamente le redini del gioco. Due punti di fila di Galabinov mandano Prata sul 23-17 e Miscione con un bel primo tempo firma il set point: 24-17. Nell’azione successiva c’è un’invasione di Alberini. I ragazzi di Cuttini non si scompongono e chiudono il set con Galabinov: 25-18

Il terzo set è il più equilibrato ed emozionantre della giornata. Cuttini è costretto a sostituire capitan Marinelli che deve abbandonare momentaneamente la partita per un malanno alla schiena. Link, entrato al suo posto, impatta bene il match propiziando il primo allungo gialloblù 11-9, anche se poi per la fase calda del set Marinelli rientrerà in campo In pratica i ragazzi di Cuttini mantengono questo prezioso tesoretto fino al match point del 24-21, propiziato da un errore in battuta di Prolingheuer. Qui la Tinet si smarrisce e passa addirittura in svantaggio per 24-25. Qui entrano in scena i retrorazzi e il braccio bionico di Baldazzi che mette a terra tutti i successivi palloni compreso del 30-28 che decreta un meritato 3-0

Tinet Gori Wines Prata di Pordenone – Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo 3-0

Tinet Gori Wines Prata: Alberini 6, Baldazzi 23, Miscione 10, Rau 2, Galabinov 10, Marinelli 7; Lelli (L1); Link 2. N.e. Deltchev. Tolot, Tassan, Meneghel, Calderan A., Vivan (L2).

Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo: Cortellazzi 1, Marvin 9, Sighinolfi 8, Focosi 6, Galaverna 9, Paris 6, Prandi (L1); Testa, Oberto, D’Amato, Rainero. N.e., Armando.
All. Serniotti