Champions League, giovedì alla BLM Group Arena la prima sfida di semifinale con Perugia

Trento, 17 marzo 2021

Tempo di semifinali per la 2021 CEV Champions League. Dopo due turni preliminari, la Main Phase e quarti di finale, la massima competizione continentale per club prosegue con l’ultimo doppio turno di partite che porta alla Finale del primo maggio a Verona. Per la Trentino Itas arriva il momento del derby italiano con la Sir Sicoma Monini Perugia; il match d’andata si giocherà giovedì 18 marzo alla BLM Group Arena di Trento. Fischio d’inizio programmato alle ore 19; diretta su RAI Sport +, Sky Sport Arena, Radio Dolomiti e su www.eurovolley.tv.
QUI TRENTINO ITAS Staccato il pass per le semifinali Play Off Scudetto domenica sera a Piacenza, la formazione gialloblù può dedicarsi per i prossimi sette giorni esclusivamente alla sua avventura europea, tornando a giocare (a distanza di cinque anni) una semifinale di Champions League, guarda caso proprio contro una formazione italiana come le era già successo l’ultima volta (16 aprile 2016 a Cracovia con la Lube).
“Siamo orgogliosi di essere arrivati sino a questo punto della manifestazione ma ovviamente non vogliamo fermarci proprio ora e faremo di tutto per passare il turno, perché teniamo particolarmente al nostro cammino europeo – ha spiegato l’allenatore Angelo Lorenzetti . Di fronte ci troveremo una squadra come Perugia che ha vinto la regular season del campionato italiano e che ci ha già eliminato dalla Coppa Italia in semifinale. Sappiamo quindi che ci attende un compito particolarmente difficile, anche perché giocheremo la gara di ritorno in trasferta”.
La Trentino Itas arriva all’appuntamento forte dell’imbattibilità stagionale nella competizione, in cui ha vinto ben undici partite sul campo (dodici tenendo conto anche del successo a tavolino contro il Friedrichshafen dell’11 febbraio) fra fasi preliminari, Pool E e quarti di finale. Lorenzetti potrà contare su tutti gli effettivi della rosa, che completeranno la preparazione alla partita fra l’allenamento pomeridiano odierno e quello di giovedì mattina. Fra i tredici giocatori a disposizione solo De Angelis, Giannelli, Podrascanin e Lisinac hanno già disputato precedentemente una semifinale della competizione; gli altri nove sono tutti debuttanti.
I NUMERI DI TRENTINO VOLLEY IN EUROPA Quella che si apre giovedì è la sesta semifinale in dieci partecipazioni complessive alla Champions League per Trentino Volley: le precedenti cinque sono riferite alle edizioni 2009, 2010, 2011 (tutte e tre concluse con la vittoria finale del trofeo), 2012 (terzo posto) e 2016 (secondo posto), tutte giocate però in gara unica. Le uniche semifinali a doppio turno disputate nelle competizioni europee dalla Società gialloblù sono invece riferite alle partecipazioni alla CEV Cup: edizione 2015 (3-2 e 3-1 sul Kedzierzyn-Kozle), 2017 (3-0 e 2-3 sul Fenerbahce) e 2019 (3-0 e 3-1 sull’Olympiacos). Tenendo conto di tutte le competizioni europee disputate, Trentino Volley è sin qui scesa in campo per 141 gare ufficiali: il bilancio è di 115 vittorie (58 a Trento, 57 in trasferta) e 26 sconfitte (20 in Champions League, 5 in CEV e 1 in Top Teams Cup). Il risultato più frequentemente ottenuto è il 3-0, ricorso nel 49,6% dei casi (70 partite, 41 di queste casalinghe); quello che si è verificato il minor numero di volte è la sconfitta per 0-3 (cinque volte).
TERZO DERBY ITALIANO IN SEMIFINALE In due delle cinque precedenti semifinali di Champions League, Trentino Volley aveva già giocato un derby italiano ed in entrambi i casi contro la Lube: 4 aprile 2009 a Praga (Repubblica Ceca, successo in tre set alla O2 Arena) e 16 aprile 2016 a Cracovia (Polonia, successo per 3-0 alla Tauron Arena). Complessivamente sono dieci i confronti con altre squadre tricolori nelle coppe europee, tenendo conto anche del doppio incontro nei quarti di finale di Champions League 2012 con Macerata, dei due con Piacenza nei quarti di CEV Cup 2017, dei due match con Civitanova nei quarti di Champions 2018 e delle due partite della fase a gironi di Champions 2020 sempre con la Lube.
GLI AVVERSARI Pur non avendo ancora mai ottenuto la vittoria del trofeo, la Sir Sicoma Monini Perugia è ormai diventata una habitué della semifinale di CEV Champions League. Da quando ha iniziato a disputare la massima competizione continentale (edizione 2017), la Società umbra ha mancato l’accesso a tale fase esclusivamente nella passata stagione e solo perché la pandemia ha costretto la Confederazione Internazionale ad interrompere prima della sua conclusione la manifestazione. In tutti gli altri casi (quattro) i Block Devils hanno sempre giocato le partite che assegnavano un posto in finale, arrivandoci in una occasione (edizione 2017, organizzata a Roma proprio dal Club rossonero). Perugia sale quindi a Trento per provare a staccare di nuovo, a distanza di quattro anni, il pass per la gara più importante forte di un cammino che nel corso del torneo ne ha forgiato il carattere. La squadra di Heynen è infatti riuscita a vincere il braccio di ferro ingaggiato con le altre due compagini italiane; prima ha superato allo sprint Civitanova classificandosi al primo posto della Pool B e poi, nei quarti di finale, ha ribaltato lo 0-3 subito a Modena nella gara d’andata con una prestazione maiuscola nel match di ritorno giocato in casa (3-0 e golden set vinto 15-5). Travica e compagni anche in questa occasione potranno contare sulla seconda sfida da affrontare al PalaBarton, ma fra un match e l’altro dovranno anche sostenere gara 3 dei quarti di finale Play Off Scudetto con Milano.
LA FORMULA E GLI ALTRI INCONTRI La partita di giovedì è valida come match d’andata della semifinale di 2021 CEV Champions League; nel secondo turno del tabellone finale, le migliori quattro squadre d’Europa si sfidano infatti in un doppio confronto, da cui scaturiranno i nomi delle due compagini che giocheranno la Finale del primo maggio a Verona. Passeranno il turno le squadre che vinceranno entrambe le partite; solo qualora le due squadre abbiano entrambe vinto una gara a testa al tie break o nel caso in cui abbiano entrambe vinto una partita a testa al massimo in quattro set si disputerà al termine della seconda gara il Golden set a 15.  L’altra sfida di semifinale è Kazan-Kedzierzyn-Kozle (andata giovedì alle 17 italiane).
I PRECEDENTISono già 37 i confronti ufficiali fra Trentino Volley e Sir Safety Perugia, con bilancio positivo a Trentino Volley per 19-18; nella stagione in corso la situazione è favorevole agli umbri, con fattore campo saltato in entrambi i match di regular season per 1-3: il 18 ottobre alla BLM Group Arena vinse Perugia (con parziali di 25-17, 22-25, 17-25, 25-27), mentre il 3 gennaio fu Trento ad imporsi al PalaBarton (25-20, 23-25, 25-19, 25-19). Lo scorso 30 gennaio a Bologna è stata la Sir ad imporsi per 3-0 in semifinale di Coppa Italia con parziali di 19-25, 14-25, 17-25. L’abbinamento in semifinale con Perugia rappresenterà una prima volta solo in Champions League; in tutte le altre manifestazioni italiane organizzate dalla Lega Pallavolo Serie A, il confronto è andato invece spesso in scena, tant’è vero che in totale i due club hanno alle spalle già nove sfide, distribuite in egual misura: tre volte nei Play Off Scudetto (2015, 2017 e 2018), tre in Coppa Italia (2015, 2018 e 2021) e tre in Supercoppa Italiana (2017, 2018 e 2020). Il bilancio gialloblù è di tre passaggi del turno e di sei eliminazioni.
GLI ARBITRI La gara sarà diretta da Juray Mokry, primo arbitro slovacco proveniente da Martin, e dal rumeno Lucian-Vasile Nastase (di Galati). Entrambi vantano precedenti rispetto a Trentino Volley, ma Mokry è quello che ne conta di più; fra le tante, da segnalare Trento-Salonicco 3-1 del 4 aprile 2009 (finale di Champions League a Praga), Trento-Mosca 3-0 del 17 dicembre 2009, Trento-Kazan del 27 marzo 2011 (finale di Champions League a Bolzano) e il derby italiano più recente (Trento-Civitanova 1-3 del 13 febbraio 2020). Nastase ha invece arbitrato Kedzierzyn-Kozle-Trento 3-2 del 20 dicembre 2017 e Trento-Fenerbahce 3-2 del 12 dicembre 2019.
TV, RADIO ED INTERNETLa partita sarà un evento mediatico globale, godendo della trasmissione in diretta di qualsiasi tipo di media. In televisione sarà trasmessa da RAI Sport +, visibile sia sulla piattaforma del digitale terrestre solo al numero 58 con commento affidato a Maurizio Colantoni e Fabio Vullo. La gara sarà visibile in streaming internet anche all’indirizzo www.raisport.rai.it/dl/raisport/multimedia/diretta.html. Sempre in tv è programmata anche la diretta da Sky Sport Arena, canale visibile sulla piattaforma satellitare di Sky e su qualsiasi device tramite l’applicazione “SkyGo” (servizio a pagamento). Telecronaca affidata a Michele Gallerani ed Andrea Zorzi.
Prevista come di consueto anche la cronaca diretta ed integrale di Radio Dolomiti, radio partner di Trentino Volley, a partire dalle ore 19. Le frequenze per ascoltare il network regionale sono consultabili sul sito www.radiodolomiti.com, dove sarà inoltre possibile ascoltare la radiocronaca live in streaming.
Attiva anche la diretta in streaming video sullo spazio web “EuroVolleyTv”, all’indirizzo internet www.eurovolley.tv; il servizio è a pagamento. Per info sui pacchetti offerti www.eurovolley.tv/en-int/page/pricing-and-faq.
Su internet, inoltre, gli aggiornamenti punto a punto saranno curati dal sito della CEV (https://cevlive.cev.eu/DV_LiveScore.aspx?ID=40613), dallo stesso www.trentinovolley.it e saranno attivi anche sui Social Network gialloblù.
BLM GROUP ARENA A PORTE CHIUSE Seguendo le ordinanze presenti nell’ultimo DPCM, il palazzetto di via Fersina resterà chiuso al pubblico, consentendo l’ingresso solo ai pochi media accreditabili e al personale addetto al campo.

Trentino Volley Srl
Ufficio Stampa