Efficienza Energia ingabbiata da una tonica Aurispa Libellula: si va in gara 3

Non Nulla di fatto per Galatina che urta contro lo scoglio leccese insabbiandosi in quel di Tricase e cedendo di colpo per 3-0. Tutto rimandato quindi a mercoledì 21 aprile nell’ultima gara che designerà il passaggio agli ottavi di una delle due contendenti.

Prestazione dimessa quella del sestetto di mister Stomeo apparso affaticato e sotto tono, quasi mai autoritario e con percentuali insufficienti in tutti i fondamentali.

Al contrario i padroni di casa hanno giocato con piglio aggressivo sin dall’inizio, risalendo dal -5 iniziale (5-10) all’ 11-12; poi il break pesantissimo di +6 del grimaldello Stabrawa (9 punti), affiancato da un convincente Disabato (5 punti), ha incanalato la strada verso il traguardo del primo set (19-15 e 22-17) con il solo Maiorana (5 punti) reattivo ad opporsi.

Seconda frazione fotocopia della precedente. Stabrawa suona la carica (11-6), Giannotti tenta di rimettere in partita i suoi (5 punti), Elia stampa un muro (20-19) che alimenta speranze nelle file ospiti, ma è costretto per una profonda ferita alla mano sinistra a lasciare il campo.

Lo sostituisce Antonaci che risponde all’opposto polacco (23-22) seguito da Giannotti (24-23), ma è ancora l’opposto di casa, prolifico con i suoi 11 punti, a chiudere sul 2-0 il secondo parziale.

Galatina è stordita e priva anche di reazioni nervose nel terzo set. Antonaci suona la carica e Giannotti tiene in galleggiamento i suoi (13-12), poi l’incontrastabile Stabrawa, Mvp con 32 punti pari ad un 74% di finalizzazioni, apre una forbice nel punteggio (20-14, 24-15) che chiude la contesa con pieno merito per il gruppo capitanato da Rau.

Aurispa Libellula ha giocato senza pressioni, quasi puntando a divertirsi: nient’altro gli veniva chiesto dopo l’ottimo finale di campionato e l’ingresso nei play off. Tutto ciò che avrebbe incamerato sarebbe stato, per dirla con un’espressione idiomatica, ” tutto grasso che cola”.

Efficienza Energia invece ha sentito così tanto la gara da non entrare mai nel vortice agonistico. Non ha saputo esprimersi tatticamente come sette giorni addietro: ha scricchiolato pesantemente proprio in quei fondamentali che le avevano assicurato la vittoria, per poi cedere dinanzi ad un punteggio difficile da ribaltare.

Ora rimane solo gara tre, mercoledì 21 al PalaIngrosso di Taviano ore 19, per cancellare una prestazione non all’altezza dei valori tecnici di questo gruppo, dando corpo alle aspettative che società e tifosi febbrilmente attendono.

 

 

TABELLINO

AURISPA LIBELLULA LECCE-EFFICIENZA ENERGIA GALATINA (25-20,25-23,25-15)

Lecce: Catena(ne), Bisci(L), Morciano(L), Poli(ne), Stabrawa 32, Disabato 10, Lisi(ne), Laganà(ne),

Capelli 8, Rau 6, Agrusti 6, Longo 3, Ciardo All.Denora Caporusso

 

Galatina: Apollonio(L), Torchia(L), Giannotti 13, Lotito 4, Maiorana 7, Conoci A.(ne), Conoci F.(ne), Lentini, Buracci, Musardo 4, Elia 4, Antonaci 3, Parisi 1, Gallo All.Stomeo Vice Bray

 

Piero de Lorentis

Area Comunicazione

Efficienza Energia Galatina