Tinet prova a voltare pagina e ad agganciare Portomaggiore con vista play off

Scontro domenicale con vista play-off quello che vede i Passerotti opposti agli estensi. Il ferrarese Baldazzi: “Se il palazzetto fosse stato aperto avrei avuto un sacco di supporto, ma un po’ di emozione ci sarà ugualmente. Hukel è un ottimo innesto e Dante ci sta facendo lavorare tantissimo, proponendo sedute interessanti. Ora tocca a noi giocatori mettere in campo tutto questo e prenderci le nostre responsabilità. Da domani partono 3 match chiave, di difficoltà crescente, che ci daranno indicazioni importanti sui nostri progressi”

Quello di domenica a Portomaggiore si preannuncia come uno snodo importante per la stagione della Tinet Prata. Classifica alla mano si intuisce come questa gara sia uno scontro fondamentale per cercare di evitare il turno preliminare di play off. Le prime 6 squadre, infatti,  saltano i preliminari mentre le squadre dalla settima alla decima giocheranno due gare di andata e ritorno (7^ contro 10^ e 8^ contro 9^) da disputarsi il giorno di Pasqua e il mercoledì seguente. Al momento la quinta e sesta posizione sono occupate a quota 32 punti proprio dai ferraresi in coabitazione con Montecchio Maggiore. Vincendo lo scontro diretto per 3-0 o 3-1 la Tinet, che al momento ha 29 punti in graduatoria, raggiungerebbe gli emiliani, scavalcandoli in virtù di un maggior numero di vittorie (11 a 10). Sarebbe anche un’ottima occasione per mettersi definitivamente il periodo nero coinciso con gli infortuni di Bruno prima e Dolfo poi.
La società ha cercato di parare il colpo ingaggiando lo schiacciatore slovacco Jakub Hukel, che dopo una settimana di allenamenti intensa è pronto a dare il proprio contributo alla causa.
Per i Passerotti c’è anche da vendicare l’opaca prestazione dell’andata che vide gli estensi dominare al PalaPrata per 3-0 con parziali abbastanza netti.

Particolare sarà la gara per l’opposto gialloblù Alberto Baldazzi che ritorna per la prima volta da avversario nella sua provincia di nascita
Ci sarà sicuramente un impatto emotivo – racconta – anche se Portomaggiore non è la società nella quale pallavolisticamente sono cresciuto. Se ci fosse stata la possibilità di avere pubblico in palazzetto sarebbe stato sicuramente diverso. In quel caso avrei avuto sicuramente un grandissimo supporto da parenti e amici”

Cosa bisogna fare per contrastare Portomaggiore e lasciarsi alle spalle il periodo nero?
Portomaggiore ha dimostrato di essere una squadra quadrata in tutti i fondamentali, come abbiamo scoperto a nostre spese nella partita di andata. Credo che per passare il momentaccio sia semplicemente necessario mettere in campo quanto di buono stiamo facendo in allenamento. In palestra stiamo spingendo tantissimo e Dante ci propone allenamenti interessanti. Ora, come dicevo, dobbiamo portare sul taraflex tutto questo lavoro e tocca a noi giocatori prenderci le nostre responsabilità e far vedere quanto valiamo”

Come si è inserito il neo acquisto Jakub Hukel?
“A livello umano molto bene. Credo che sarà importantissimo anche a livello tecnico. Intanto perché già con la sola presenza ci permette di elevare il livello delle sedute di allenamento. E, in secondo luogo, ha dimostrato di essere un ottimo attaccante e noi nelle ultime gare abbiamo piuttosto faticato in questo fondamentale”

Come vedi la corsa ai play off?

“Dobbiamo ragionare di gara in gara e dobbiamo aumentare necessariamente la nostra qualità perché affronteremo tre gare dalla difficoltà crescente. Dopo Portomaggiore ci saranno Macerata che sta facendo un girone di ritorno importante dopo il rientro di Angel Dennis e la capolista Motta. Questo però sarà uno stimolo fortissimo perché affrontare dei test probanti ci permetterà di avere indicazioni sui nostri progressi e ci permetterà di prepararci ad affrontare le sfide infuocate della post season”

L’appuntamento sarà per domenica 14 alle ore 19.00 a Portomaggiore. Dirigeranno l’incontro Fontini Simone di Aprilia e  Cruccolini Beatrice di Perugia. Diretta streaming su Legavolley.tv