Tommaso Rinaldi è il nuovo schiacciatore della Top

Un Mondiale Under 21 alle porte con Cagliari che farà da apripista a quella che sarà, una settimana prima dell’inizio del campionato, la sua nuova dimora pallavolista: la Top Volley Cisterna. Uno dei volti nuovi della società pontina è un prospetto importante in chiave futura, lo schiacciatore Tommaso Rinaldi, 20anni il prossimo 9 novembre e tanta voglia di emergere dopo gli anni passati a Modena a fare più panchina che altro: “Questo Mondiale Under 21 mi darà la spinta giusta per arrivare a Cisterna non solo nel migliore dei modi, ma anche carico al punto giusto per iniziare una nuova vita professionale. Credetemi, non vedo l’ora di iniziare, perché nonostante non abbia ancora preso contatto con l’ambiente, le sensazioni sono estremamente positive. Abbiamo una chat bellissima con il resto del gruppo, Fabio Soli mi chiama spesso per sapere come sto, queste sono cose che mi fanno capire, semmai c’è ne fosse bisogno, che sono arrivato nel posto giusto al momento giusto”. A Cisterna potrà finalmente capire di che pasta è fatto e quanto può essere importante per lui il campionato di Superlega: “La squadra che è stata costruita – ha spiegato lo stesso Rinaldi – e sulla carta davvero molto buona ma, ripeto, la cosa che mi spinge ad essere così ottimista e felice di questa cosa, e il percepire la voglia di rivalsa e di vittoria da parte di ognuno di noi. Se a tutto questo aggiungiamo che a Cisterna abbiamo davvero tutto per far bene, si può soltanto che essere contenti. Sulla nostra chat parliamo molto, gli altri mi dicono che l’organizzazione è perfetta e di questo ne sono pienamente convinto. La società non sta lasciando nulla al caso com’è giusto che sia e per in gruppo lavorare in un ambiente così perfetto e professionale e quanto di meglio si possa avere e desiderare. Voglio far bene, giocare e ripagare la fiducia che mi è stata concessa. Cisterna sarà protagonista ed io voglio esserla con lei”. Ha le idee molto chiare Tommaso Rinaldi, spinto da quella voglia di far bene che lo porterà, nella speranza di tutti, a giocare un gran Mondiale: “Voglio farlo per me è per Cisterna che si aspetta molto da questo Mondiale Under 21. Cercherò di tenere alto il nome di Cisterna e magari arrivare prima del campionato con un qualcosa di importante appena conquistato e con gli stimoli giusti, che so già che non mancheranno, per affrontare il campionato nel migliore dei modi”.