Una Tonno Callipo sempre più convincente strizza l’occhio al quarto posto finale. Focus sulle classifiche individuali

Autoritaria, tenace, battagliera e soprattutto vincente. Quanto di meglio chiedere alla Tonno Callipo dopo il passo falso di sabato scorso a Piacenza, che si è prontamente riscattata superando a piè pari l’ostacolo rappresentato dalla quotata Allianz Milano registrando la quarta vittoria interna consecutiva, 12a stagionale. Il team calabrese prosegue così il suo cammino verso le prossime tre settimane e mezzo in cui dovrà affrontare le ultime quattro giornate di regular season con le sfide esterne di Monza (a partire da martedì 19 gennaio nel posticipo dell’ottava giornata di ritorno) e Cisterna (mercoledì 3 febbraio), inframmezzate dalle gare da “circoletto rosso” con due delle tre corazzate di questa Superlega Credem Banca 2020/2021, la Itas Trentino (domenica 24 gennaio) e infine Cucine Lube Civitanova (sabato 6 febbraio alle ore 14.45, nella gara conclusiva della regular season).

Quello di giovedì scorso contro gli ambrosiani è stato un match pieno di “trappole” in cui la formazione guidata sagacemente del tecnico bellunese Valerio Baldovin, capace di mettere a referto ben cinque atleti in doppia cifra (e non è la prima volta nel corso di questa fantastica stagione) con numeri rilevanti: cinquantasette per cento in attacco, sette muri e cinque ace nei quattro set giocati, scanditi da 106 minuti di intense emozioni.

Sul proscenio alcune prestazioni di lusso come quella dell’mvp, l’italo americano Torey James De Falco (23 punti con due muri ed un servizio vincente), con un sontuoso 69% di positività offensiva sui 29 attacchi complessivi, capace di trasformare, nei momenti clou della sfida, ogni incertezza in punto.

Il “prode” capitano giallorosso Davide Saitta ha mandato in doppia cifra anche l’opposto brasiliano Aboubacar Drame Neto (16, con due muri ed un ottimo 54% in attacco), il martello transalpino Thibault Rossard uscito prepotentemente alla distanza dopo i primi due parziali (a quota 14, con il 41% di positività offensiva) con due difese “mostruose” nel finale del terzo set.

Stesso discorso vale per i due centrali Enrico Cester (10, con due muri e un ace) e Barthélémy Chinenyeze (10, con un muro, un ace, con un eccellente 70% su 10 attacchi complessivi).

Ad emergere è stata una prestazione corale di squadra, dove ognuno degli atleti sopracitati ha dato contributo prezioso in momenti diversi della contesa contro la compagine meneghina. E’ stata una vittoria del gruppo, contro un roster ricco di ottime individualità come l’ex giallorosso Tine Urnaut, il giapponese Yuri Ishikawa, il canadese Stephen Timothy Maar, nonché i posti tre Jan Kozamernik e Matteo Piano, capitano dei milanesi, che la squadra del patron Pippo Callipo ha saputo portare meritatamente in porto con un buonissimo ordine nel muro-difesa e con buona intensità sia al servizio che in attacco.

LE CLASSIFICHE INDIVIDUALI: 

La vittoria con Milano rilancia gli atleti giallorossi nelle classifiche di rendimento: Chinenyeze ritorna secondo tra i centrali e tra gli schiacciatori Abouba e Defalco risalgono mentre Rossard mantiene sempre il terzo posto. 

Si riprende il secondo posto nella classifica dei centrali il francese Barthelemy Chinenyeze (scalzando Simon), con Milano 10 punti di cui 1 ace, 1 muro e 57% in attacco. In totale 183 punti di cui 8 ace. Resta primo Szwarc (204). Il nazionale transalpino di Vibo guadagna una posizione anche nella classifica dei block: ora è terzo con 37 muri-punto (con Solè di Perugia). Primi in classifica ex aequo Anzani (41) e Podrascanin (41). Risale invece di ben 4 posizioni (ora 13esimo), a conferma dell’ottima prestazione di ieri, l’altro centrale di Vibo: Enrico Cester con i 10 punti e 2 muri contro Milano raggiunge quota 117 totali, di cui 7 ace, 76 punti in attacco e 34 block.

Passando alla graduatoria degli schiacciatori consolida la terza posizione il nazionale francese Rossard. Contro la squadra lombarda 14 punti, di cui 1 ace e 1 muro.  In totale per Rossard 317 punti totali di cui 28 ace, con 256 punti in attacco e 16 muri-punto. Lo precedono sempre Nimir (362) e Leon (327), che lottano anche negli ace, 57 per il primo 47 per il secondo.

Con le ottime prestazioni contro Milano risalgono in classifica anche gli altri due martelli della Tonno Callipo. Il brasiliano Abouba ha bissato i 16 punti realizzati a Piacenza, col 54% in attacco. Ora è decimo guadagnando due posizioni: in totale 245 punti di cui 10 ace, 219 punti totali e 16 muri-punto. E scala ben sei posizioni, ora 18esimo, l’americano Defalco contro Milano mvp con 23 punti. E’ stata la migliore prestazione stagionale per il riconfermato posto-4 della Callipo: per trovare un altro bottino vicino allo score di giovedì scorso bisogna andare alla trasferta di Civitanova, dove Defalco realizzò 18 punti. Mister TJ contro Milano ha iniziato benissimo con 7 punti realizzati nel primo set, bissati anche nel quarto. Nei due parziali centrali invece ha totalizzato 4 nel secondo e 5 nel terzo. Per lui anche 2 ace, 1 muro e 69% in attacco. In totale 208 punti di cui 24 ace, 173 in attacco e 11 muri-punto.

Infine la classifica dei palleggiatori, in cui il capitano Saitta della Callipo (2 punti contro Milano) aggancia al quarto posto Spirito con 35 punti totali, di cui 4 ace e 15 block.  Prima di lui Christenson (55), Shoji (45) e Giannelli (42). Al di là dei punti però, il capitano della Tonno Callipo è sempre puntuale nella regia per i compagni, assistiti a dovere anche ieri negli attacchi in banda, al centro e nelle pipe, garantendo quell’esperienza necessaria anche nei momenti topici dei set.

UFFICIO COMUNICAZIONE

Rosita Mercatante

ufficiostampa@volleytonnocallipo.com