Verso Bologna-Vigilar. Lo studio del match

77° CAMPIONATO SERIE A CREDEM BANCA – SERIE A3 GIRONE BIANCO, 10^ GIORNATA ANDATA
GEETIT BOLOGNA – VIGILAR FANO

L’avversario: Geetit Bologna
La Geetit Pallavolo Bologna si presenta al suo primo anno in serie A, a due anni dalla sua nascita, con un perfetto equilibrio tra protagonisti della promozione e nuovi giovani volti. Coach Andrea Asta, guida della Geetit nei due anni in serie B, resta fedele ai colori rosso blu così come il suo secondo Marco Generali. Con la regia completamente cambiata rispetto alla passata stagione, la Geetit affida ancora il posto da titolare all’opposto Marco Spagnol, best scorer della squadra nei PlayOff promozione, affiancato da Cogliati, reduce da un’esperienza in serie A2, a completare la diagonale principale. Tra i titolari nessun volto nuovo per centri e libero, Bologna si affida ancora all’esperienza di Poli e alle qualità offensive e difensive di Soglia e Marcoionni, quest’ultimo vestito, quest’anno, dalla fascia di capitano. Società e allenatori danno fiducia al giovane Maretti che tanto aveva sorpreso nel corso della passata stagione, affiancandolo a Boesso, giocatore di esperienza con spiccate qualità in attacco e elevazione da manuale. Molti i volti nuovi in panchina con Venturi, Zappalà, Bonatesta, Faiulli, Dal Monte affiancati da Ghezzi e Trigari.

I precedenti
Non esistono confronti diretti tra le due squadre.

Così nel turno precedente

VIGILAR FANO – MONGE-GERBAUDO SAVIGLIANO: 1-3
VIGILAR FANO: Bartolucci 3, Zonta 2, Nasari 15, Ferraro 3, Stabrawa 37, Gozzo 12, Cesarini (L1), Chiapello 1, Galdenzi. N.e.: Roberti, Carburi, Bernardi, Gori, Sorcinelli (L2). All. Pascucci-Roscini
MONGE-GERBAUDO SAVIGLIANO: Galaverna 20, Gonella, Bosio 16, Bossolasco 12, Dutto 7, Vittone, Gallo (L1), Ghio 5, Cravero. N.e.: Garelli, Bergesio, Testa, Rabbia (L2). All. Bonifetto-Brignone
Parziali: 25-20 (24’), 21-25 (26’), 22-25 (25’), 21-25 (26’)
Arbitri: Polenta-Laghi
Note: Fano bs 20, ace 3, muri 4, ricezione 60& (prf 34%), attacco 49%, errori 35. Savigliano bs 9, ace 3, muri 8, ricezione 54% (prf 20%), attacco 49%, errori 16.

VIVIBANCA TORINO – GEETIT BOLOGNA: 2-3
VIVIBANCA TORINO: Richeri 21, Orlando Boscardini 10, Corazza 6, Trojanski 15, Maletto 18, Gonzi, Valente (L1), Fabbri (L2), Carlevaris 2, Genovesio 7, Brugiafreddo. N.e.: Cian. All. Simeon-Mollo
GEETIT BOLOGNA: Boesso 19, Marcoionni 11, Spagnol 20, Dalmonte 13, Soglia 12, Faiulli 3, Ghezzi (L1), Maretti 9, Bonatesta 1, Zappalà. N.e.: Venturi, Trigari, Poli (L2). All. Asta-Generali
Parziali: 21-25 (28’). 18-25 (28’), 35-33 (44’), 27-25 (38’), 11-15 (17’)
Arbitri: Cavicchi-Lentini
Note: Torino bs 14, ace 2, muri 11, ricezione 63& (prf 36%), attacco 39%, errori 35. Bologna bs 16, ace 4, muri 16, ricezione 52% (prf 19%), attacco 40%, errori 33.

Dichiarazioni
Pietro Galdenzi (centrale Vigilar): “Contro Savigliano abbiamo cominciato la partita sulla scia delle ultime due sfide, eravamo carichi e con la giusta mentalità. Poi dal secondo set abbiamo cominciato a commettere degli errori e siamo stati sempre in affanno, con svantaggi difficili da recuperare. Abbiamo abbassato la guardia, siamo molto rammaricati di questo, anche il nostro approccio mentale alla gara è cambiato. Ora dobbiamo assolutamente cancellare dalla mente questa sconfitta e concentrarci su Bologna. Vogliamo rifarci per poi tornare a giocare in casa domenica con tre punti in più in classifica”.