Consoli, grinta e esperienza per battere Garlasco

I Tucani continuano la marcia di avvicinamento alla prima di campionato e nella serata di mercoledì al PalaMolinari mettono in mostra anche il carattere, contro una Garlasco concreta e spinosa che li tiene sempre sul filo. 

CONSOLI McDONALD’S CENTRALE – MOYASHI GARLASCO 3 – 1

(25-23; 25-22; 28-30; 27-25)

Quattro set giocati in parità in termini di punteggio, ma con alternanza di intensità, soprattutto nel secondo, nel quale la Consoli è protagonista di un avvio incerto e poi di una rimonta coriacea, che dà la misura di una crescente compattezza del gruppo e di buona lucidità. Spazio per Gatto, Sarzi Sartori e Braghini tra i giovani che si prendono anche delle soddisfazioni. Capitan Tiberti guida i suoi ad una vittoria sofferta, ma di soddisfazione per atleti e pubblico.

Starting six

I Tucani partono con Tiberti incrociato a Bisi, Abrahan a banda con Galliani, al centro ci sono Candeli ed Esposito; Franzoni è il libero.

Garlasco schiera Bellucci in regia con Giannotti opposto, Agostini e Puliti a banda, Romagnoli e Péric al centro, con Calitri libero.

Match in pillole

Brescia stacca 14-9 con buone difese che permettono a Bisi e Abrahan di assestare i colpi migliori. Il muro contiene bene, ma Garlasco è paziente e sta in scia grazie ad un servizio efficace (19-18). E’ un’invasione ospite da seconda linea a chiudere il primo parziale.

Garlasco vola 1-7, alternando potenza e furbizia, mentre il sestetto di casa accusa una ricezione imprecisa e minore reattività. Bellucci trova buone giocate con Puliti e Giannotti e trascina i suoi, ma la rimonta di casa trova spunti vincenti negli attacchi di Gallo e Candeli, insidioso anche da fondocampo (16-19). Brescia arriva al pareggio a 22 con due difese spettacolari di Franzoni e Tiberti e ingrana la quinta, conquistando anche il secondo set.

Gatto rileva Galliani nel terzo set e si prende anche la soddisfazione di un ace. Garlasco è sempre avanti di qualche lunghezza, grazie al maggiore intervento dei suoi centrali, ma il capitano biancazzurro – onnipresente – innesca Bisi e Esposito per ricucire (18-20). La pipe di Abrahan e la botta di Candeli riportano il match in parità a 22. Finale teso e divertente per il pubblico del PalaMolinari e vittoria ai vantaggi degli ospiti.

Cambio di regia per coach Bertini che fa ruotare tutte le sue pedine, così come il tecnico di casa, che mantiene Gatto a banda, mentre Sarzi Sartori subentra a Bisi. Stesso copione, con Garlasco che mette la testa avanti (9-14) con muri efficaci e Brescia che accorcia con pazienza (20-21). Abrahan pareggia a 24 e il capitano gli serve anche la palla che vale il match e il ventiduesimo punto personale del cubano, top scorer.

Il commento

Riccardo Gatto: “Sono abituato a entrare in ruoli diversi, sia come banda che come opposto e non è un problema, cerco di dare il mio contributo dove serve, quando serve. Stasera secondo me abbiamo dimostrato maggiore coesione e si è visto nella rimonta del secondo parziale, contro una squadra davvero ben organizzata che ci ha dato filo da torcere. Dobbiamo aggiustare ancora i meccanismi, ma l’assetto migliora ogni giorno, anche grazie al gruppo dei più esperti che accoglie e guida i nuovi arrivati come me”.

ll tabellino

BRESCIA: Gatto 7, Tiberti 3, Sarzi Sartori 3, Bisi 15, Galliani 6, Candeli11, Esposito 13, Abrahan 22, Luisetto ne, Togni (L) ne, Braghini (L), Ghirardi. All. Zambonardi.

GARLASCO: Baciocco, Accorsi 2, Caianello 2, Agostini 10, Puliti, 14 Giannotti 16, Bellucci 3, Calitri (L), Péric 7, Romagnoli 3, Pecoraro 3, Minelli 3, Gianpietri 11. All. Bertini

Muri: Brescia 7, Garlasco 9

Ace/batt sbagliate: Brescia 4/17; Garlasco 6/9

Attacco: Brescia 53%, Garlasco 44%

Durata: 23’ 24’ 28’ 27′. Totale: 1h 42.