La Coppa è di Reggio, ma i 2.000 spettatori sono una conquista

La Coppa è di Reggio, ma i 2.000 spettatori sono una conquista

La BAM Acqua S.Bernardo Cuneo non riesce nell’impresa, ma aver riportato i riflettori della pallavolo nazionale in Città e il pubblico delle grande occasioni al palazzetto è un punto di partenza, non un traguardo.

 

Emozionante rivedere il palazzetto, per quanto possibile dalle restrizioni, gremito fino all’ultimo seggiolino. La Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo riporta i riflettori della pallavolo nazionale in Città riaccendendo la passione di chi negli ultimi anni era mancato agli appuntamenti. Un punto di partenza su cui lavorare per continuare a conquistare un traguardo alla volta. Merito a Reggio Emilia per la prestazione, non si sono fatti intimorire dal tifo biancoblù e han conquistato la vittoria. Capitan Botto e compagni han capito quant’è il sostegno che hanno e cosa riescono a muovere, ora è tempo di proseguire con il campionato che c’è ancora tanto per cui lottare.

Lo starting six di Cuneo: Pedron palleggio, Wagner opposto, Sighinolfi e Codarin centro, Botto e Preti schiacciatori; Bisotto (L).
Coach Mastrangelo schiera: Garnica (K) palleggio, Cantagalli opposto, Zamagni e Sesto centro, Held e Cominetti schiacciatori; Morgese (L).

In un palazzetto gremito per quanto possibile con 2000 spettatori sugli spalti, il primo set fin da subito vede le due compagini affrontarsi con grande fervore. Reggio Emilia si porta avanti con il ritorno di Cantagalli in campo che trascina i suoi (4-7). Il primo videocheck viene chiesto da Cuneo su un tocco del muro avversario sull’attacco di capitan Botto, confermato. Troppi gli errori per i biancoblù e coach Serniotti chiama il time out sul 7-12. Si torna in campo e c’è Held al servizio per i biancorossi, ma Wagner con un attacco in diagonale, manda Sighinolfi dai nove metri. Gioco punto a punto, Botto in pipe trova il 9° punto, poi l’errore di Wagner alla battuta, restituita da Cantagalli (10-14). Il muro di Zamagni su Wagner manda Cominetti al servizio, che sbaglia e dai nove metri per Cuneo sale Codarin. Il muro reggiano mette in difficoltà i padroni di casa (13-20). Sul 14-22 entra Tallone per Preti. Il primo tempo di Sighinolfi del 15-22 gli vale il turno al servizio che con Botto e Wagner in attacco effettuano il break. Sul 17-23 entra Mian per Sesto al servizio, ma nel tentativo di una battuta corta trova la rete e rientra Sesto. Nelle fila di Cuneo entra Filippi per Pedron. Held trova il set ball sul 18-24. Cantagalli lo annulla con una battuta in rete. Tallone dai nove metri, tocca il nastro, la palla cade ed è ace (20-24). Scambio lungo, Wagner poi Filippi di seconda ed infine è ancora l’opposto brasiliano a trovare il punto (21-24) che vale il time out di Reggio Emilia. Al servizio sempre Tallone, morgese riceve, ma Cominetti mette out l’attacco. Entra Marretta per Held. Viene fischiata invasione a muro per i cuneesi, viene chiesto il videocheck, ma viene confermata ed è 22-25.

Si riparte, Cuneo mantiene Tallone in campo, mentre Reggio conferma il sestetto iniziale. I biancoblù trovano subito il +4 con Sighinolfi in attacco e al servizio con l’ace sulla linea laterale e doppietta a muro di Codarin (5-1). Uno scambio lungo, recupero di Botto in zona panchine e poi il muro di Wagner su Held che vale il 7-1 ed è time out per coach Mastrangelo. Una pipe magistrale di capitan Botto (8-3) manda Wagner al servizio, riceve morgese e Garnica conclude di seconda. L’opposto biancoblù riprende palla, ma Tallone sbaglia alla battuta e manda Held al servizio, poi il muro di Cantagalli su Botto (9-6). Alla pipe di Held risponde Sighinolfi che manda Pedron dai nove metri (11-7). Out l’attacco di Cantagalli, che viene sostituito da Suraci. Due errori per i biancorossi, poi Suraci trova il punto, ma ci pensa Codarin a fare cambio palla. Si battaglia al Palasport di Cuneo. Out la battuta di Held che viene ravvisata anche dall’occhio elettronico (18-13). Bene Tallone in copertura e Botto trova il 20-14. Standing ovation per capitan Iacopo Botto sull’attacco del 22-14. Monster block di Botto su Cominetti ed è lo stesso capitano ad andare al servizio (23-15). Riprende palla Zamagni ma Cominetti mette in rete ed è set ball. Entra Marretta per Cominetti. Sighinolfi al servizio, la parallela di Suraci è out ed è 25-16.

Terzo set e Cuneo parte subito con la pipe vincente di Tallone. Cantagalli e compagni passano avanti sul 4-5, ma Wagner ritrova la parità. L’ace di Wagner del 7-6 infuoca gli spalti. Il muro di Cantagalli su Tallone, poi Garnica sbaglia la battuta. Gioco punto a punto. Reggio sorpassa e si porta a +4, sfruttando il muro biancoblù (11-15) e coach Serniotti chiama il time out. Si torna in campo ed entra Preti per Tallone. Al servizio Cominetti che sbaglia e manda Sighinolfi dai nove metri. Vincente Wagner, prima in attacco e poi a muroai danni di Held (14-15). Ottima l’intesa tra Pedron e Codarin che mantiene i cuneesi a -1. Un lungolinea estremo di Cantagalli vede, il mani out di Cominetti e il monster block i biancorossi portano il parziale sul 16-21. Entra Filippi per Pedron. Rotazione difficile per Cuneo, ma la risolve Filippi con un attacco di seconda (17-22), tuttavia Codarin mette in rete la battuta. Rientra Pedron e Mian vede il campo giusto per sbagliare il servizio al posto di Sesto. Set ball per Reggio Emilia, ma Preti lo annulla con una super pipe (19-24). Entra Marretta per Held. Dai nove metri Botto, risponde Cominetti, contiene Bisotto e Botto alza per Preti che trova il 20-24 in diagonale. Ace per Botto ed è 21-24, poi è ancora il capitano cuneese in pipe su Morgese a segnare il 22-24. Time out per coach Mastrangelo. Chiude il set Cantagalli 22-25.

Entrambe le sqaudre ripartono con i sestetti d’inizio gara. Si combatte un punto alla volta, entrambe le squadre mettono giù palloni importanti. Degna di lode la difesa biancorossa, che fa sudare i cuneesi. Cantagalli trova il 9-10 e manda Cominetti al servizio, che mette a segno due ace. Sul 9-12 coach Serniotti chiama il time out. Recupera palla Preti e manda Wagner dai nove metri, difesa eccelsa di Bisotto su parallela di Cantagalli e poi è ancora Preti a trovare l’11-13. Spettacolo il primo tempo di Codarin che vale il 12-15. Entra Filippi per Pedron, ma Cantagalli non ha pietà, il muro biancoblù non contiene e rientra Pedron. Ci pensa Botto a fare cambio palla e mandare Codarin al servizio (13-16). Mian alla battuta per Sesto sul 14-18. I fischi di tutto il palazzetto per la coppia arbitrale che non fischia un fallo di palleggio per Reggio Emilia, ma ci pensa Sighinolfi a fermare Cominetti ed infuocare gli spalti. Sul 16-19 entra Tallone al servizio per Sighinolfi, poi Preti con un mani out porta Cuneo a -2 (17-19) ed è time out per i biancorossi. Rigore vincente per Zamagni, poi ci pensa Preti a passare in mezzo al muro reggiano trovare il 18-21 e mandare Wagner al servizio. Entra Mian per Zamagni alla battuta dopo la diagonale vincente di Held (18-22). Botta e risposta in campo, sul 20-23 c’è Codarin dai nove metri per Cuneo poi Cantagalli trova il mani out del match ball. Sbaglia il servizio Held ed è Pedron ad andare alla battuta. Doppio muro per Cuneo che si porta a -1. Entra Sesto per Zamagni. Cominetti chiude e consegna la Coppa Italia a Reggio Emilia con il 25-23.

Il premio MVP della Finale Del Monte® Coppa Italia A2, consegnato dal Presidente della Lega Pallavolo Serie A Massimo Righi, viene assegnato allo schiacciatore della Conad Reggio Emilia, Roberto Cominetti.

Al termine Coach Serniotti: « Abbiamo fatto fatica il primo set dove abbiamo attaccato male, poi l’abbiamo rimediata bene nel secondo set. Potevamo averla in mano all’inizio del terzo, ma abbiamo ripreso a commettere più errori di loro soprattutto in attacco e questo secondo me ha fatto la differenza. Bravi loro, bisognava fare qualcosa di meglio. L’ultimo set era equilibrato, poi loro hanno trovato una bella serie in battuto con Cominetti e quel break ha deciso le sorti».

Il prossimo appuntamento con la Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo è già per questa domenica, quando alle ore 18.00 i cuneesi ospiteranno i Lupi Santa Croce.

FINALE (11/02/2022) – Del Monte® Coppa Italia A2
Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo – Conad Reggio Emilia
1-3        
(22-25/25-16/22-25/23-25)

 

Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo:  Pedron 1, Wagner 20, Sighinolfi 9, Codarin 4, Botto (K) 18, Preti 9; Bisotto (L1); Tallone 6, Filippi 1. N.e. Vergnaghi, Rainero, Cardona, Lilli (L2).
All.: Roberto Serniotti
II All.: Marco Casale
Ricezione positiva: 64%; Attacco: 44%; Muri 11; Ace 4.

Conad Reggio Emilia: Garnica (K) 2, Cantagalli 20, Sesto 5, Zamagni 11, Held 13, Cominetti 19; Morgese (L1); Mian, Suraci 3, Marretta, Scopelliti. N.e. Catellani, Cagni (L2).
All.: Vincenzo Mastrangelo.
II All.: Fabio Fanuli.
Ricezione positiva: 59%; Attacco: 46%; Muri 12; Ace 2.

 

Arbitri: Armandola Cesare, Cavalieri Alessandro Pietro.

Durata set: 27’, 24’, 27’, 29’.
Durata totale: 107’.