Ravenna, si rinnova la sfida contro Vibo

Seconda trasferta consecutiva per Goi e compagni, attesi domani sera alle 20 nell’anticipo della decima giornata a Vibo Valentia, una delle due squadre in vetta alla classifica. Non mancano gli ex. E intanto Bonitta entra nella Hall of Fame con la nazionale femminile campione del mondo 2002

Ultima trasferta di campionato al Sud per la Consar Rcm. Domani sera, nell’anticipo della decima giornata d’andata di A2, la squadra di Bonitta è attesa a Vibo Valentia dalla Callipo, capolista del campionato, nella sfida tra le due formazioni che hanno lasciato la SuperLega al termine della scorsa annata. E il sogno proibito della formazione ravennate è centrare il tris di successi dopo avere sbancato Castellana Grotte e Villa d’Agri, tana della Cava del Sole Lagonegro.
La Callipo è reduce dallo stop forzato nell’ultimo turno a causa di alcuni elementi del gruppo della prima squadra risultati positivi al Covid, prima del quale erano arrivate due sconfitte di fila in trasferta a Cuneo e Porto Viro. La Consar Rcm è uscita battuta dalla sfida con Cantù che ha interrotto una serie di tre successi di fila.
“Ci attende una sfida molto complessa contro una squadra che, anche se ha avuto alcuni passaggi a vuoto, è comunque prima in classifica – sottolinea il coach ravennate Marco Bonitta – e non nasconde le sue ambizioni. Le sue due sconfitte sono state poi determinate essenzialmente dai meriti degli avversari più che da carenze sue. Affrontiamo Vibo senza timori e cercando di mettere in pratica il nostro miglior gioco: è una partita molto utile per testare il nostro comportamento e atteggiamento in una gara in cui abbiamo il pronostico chiuso”.
Sul parquet del Pala Maiata, dove si giocherà alle 20, con diretta su Volleyballworld.tv (arbitrano De Simeis di Lecce e Palumbo di Rende), Goi e compagni cercheranno di mettere in campo con una continuità maggiore gli aspetti positivi emersi nel match perso contro Cantù e analizzati serenamente in settimana. “Anche domenica scorsa abbiamo visto che non siamo una squadra che si può appoggiare su un solo giocatore – analizza Bonitta – ma che deve avere l’apporto collettivo, dentro il quale almeno un paio di atleti deve giocare da otto. Così diventiamo pericolosi. E questo atteggiamento dobbiamo metterlo in campo domani, come siamo stati capaci di fare a Castellana Grotte permettendoci di vincere contro quella che al momento è terza in classifica. Se ci troviamo in quel cerchio magico che ho detto prima possiamo giocare una bella partita”.
Non mancano gli ex in questa partita: in casa calabrese ci sono Orduna e Buchegger, compagni di squadra anche a Ravenna nella stagione 2017/18, mentre in casa romagnola ci sarà il ritorno a Vibo per Simone Orto, lo scorso anno nella formazione giovanile della Tonno Callipo che ha disputato il torneo di Serie B e Under 19, conquistando il titolo regionale, e per Francesco Guarnieri, negli ultimi due anni assistente di coach Baldovin.

Bonitta nella Hall of Fame Intanto, la società apprende con soddisfazione e gioia la notizia dell’ingresso nella Hall of Fame della nazionale italiana femminile campione del mondo 2002 e del suo coach di allora Marco Bonitta. Il riconoscimento verrà ritirato il prossimo 14 dicembre a Bologna. “Provo un orgoglio molto forte – ammette l’allenatore – e non nego di essere molto contento. Ringrazio il presidente della Federazione, tutte le ragazze e lo staff che erano con me. Devo dire che l’emozione e la gioia di quel trionfo, che è ancora l’unico di importanza assoluta della nazionale femminile, parlo di Mondiali e Olimpiadi, mi hanno sempre accompagnato in questi 20 anni ma so già per certo che quel giorno le avvertirò ancora di più”.