Obiettivo: lasciare inviolato il terreno casalingo

Neanche il tempo di ragionare sulla gara di Bassano che il Campionato di Serie A2 incombe con un’altra sfida proibitiva. Domani arriva al PalaFraraccio la Codyeco Lupi S. Croce.
Il fischio di inizio della coppia arbitrale Piersanti-Rosetti è fissato per le ore 20.30 e la SEC Isernia con un unico allenamento, quello di stasera, e tanta stanchezza nelle gambe per via della lunga trasferta e dei due tie break disputati consecutivamente, dovrà raccogliere tutte le sue forze per affrontare una compagine votata all’attacco.

I conciari dopo l’esperienza in A1 hanno voglia di tornare subito in massima serie e per raggiungere tale obiettivo hanno affiancato a gente di esperienza giovani atleti dalle belle speranze. Un mix interessante che passa per le mani esperte del regista Paolo Torre, una vita trascorsa sui campi della serie A1, e si concretizza nelle bordate dell’opposto Sandro Fabbiani, due stagioni fa vice capocannoniere in A2 con l’Allegrini Bergamo.

Il muro pentro, fino a questo momento il fondamentale più costante e che ha offerto ampie garanzie allo staff tecnico biancoazzurro, avrà un bel da fare per arginare la batteria d’attacco a disposizione di coach Valdo, oltre allo schiacciatore di posto due Fabbiani bisognerà prestare attenzione alla banda Lirutti e al centrale Pagni.

Da non trascurare la voglia di riscatto dei biancorossi visto lo stop casalingo di domenica ad opera del Loreto; la medesima voglia di riscatto anima i desideri locali, Rosso e soci sono intenzionati a non far violare il proprio terreno di gioco, sul quale – grazie anche al fondamentale apporto del pubblico – riescono a dare quel qualcosa in più a livello di determinazione, assente lontano dalle mura amiche.

GIOVANILI: Sul fronte giovanile, ierisera nella prima gara del Campionato Under 20 i ragazzi di Tony Scappaticcio, emulando i colleghi del campionato cadetto, hanno ottenuto un punto prezioso contro la Stabiae Volley, nonostante una formazione rivoluzionata rispetto ai progetti iniziali dello staff tecnico pentro, che sta pagando la scelta discutibile dell’alzatore Di Giorgio di approdare a Perugia, scelta comunicata al sodalizio di Corso Risorgimento solo a fine agosto.
Un 3 a 2 incoraggiante che lascia ben sperare per il futuro, soprattutto alla luce delle prestazioni del libero Tarquini e dello schiacciatore Troka, ben 32 i punti per lui!

Anna Palermo
Area Comunicazione
press@iserniavolley.it
www.iserniavolley.it