La Monini cala il bis in trasferta

La Monini cala il bis. Dopo Ortona, si impone con un 3-0 pure a Lagonegro conquistando così la prima vittoria esterna dell’anno. Per la truppa di Provvedi altro test impegnativo superato al cospetto della compagine lucana che sul proprio campo di Lauria si dimostra osso duro tirando fuori le unghie sia nel primo che nel terzo set.
La Monini conferma il sestetto di domenica scorsa con Corvetta-Giannotti sulla diagonale palleggiatore-opposto, Bertoli e Galliani in banda, Zamagni-Cubito al centro e Bari libero. Tra le fila di Lagonegro confermate le assenze degli schiacciatori Hodges e De Paola. I padroni di casa fanno il primo punto del match con Maiorana cui Zamagni risponde a muro. L’inizio però è durissimo con gli avversari che trovano il primo break grazie al muro di Boscaini su Giannotti (5-3) e poi allungano sempre con lo schiacciatore al culmine di due scambi lunghi. Kindgard fa ace (8-3) e un muro di Milushev su Bertoli lancia Lagonegro (11-5). Due errori di Fabi e Milushev fanno respirare i gialloblu che accorciano poi col primo tempo di Cubito (13-10).
Lagonegro però si mantiene in controllo (16-11), Provvedi inserisce Di Renzo in seconda linea e Zamagni chiude uno scambio combattuto (17-13) prima dell’invasione di Fabi che regala il nuovo -3 (18-15). Il trend però non cambia (21-16), c’è spazio pure per l’esordio stagionale di Agostini poi come con Ortona la Monini cambia marcia quando sembra tutto perso. A incidere è il turno al servizio di Galliani, Bertoli vince il contrasto a rete con Kindgard che poi sbaglia il colpo a sorpresa (22-21).
La Monini adesso è insuperabile a muro e in difesa, il diagonale di Giannotti pareggia, l’errore di Boscaini regala il sorpasso. Il doppio set ball arriva su uno scambio lungo deciso da Bertoli che poi chiude anche il set. Accelerazione devastante per la squadra di Provvedi che dopo qualche battuta di studio (4-4) riparte a testa bassa pure nel secondo set. Galliani da il primo strappo (4-7), il muro di Zamagni doppia Lagonegro (5-10) costringendo Falabella alla sospensione. Il centrale romagnolo concede il bis (7-12), la Monini mantiene il vantaggio con Corvetta che arma tutte le bocche da fuoco e poi allunga ulteriormente col 3-0 firmato Giannotti, Galliani, Bertoli (ace) per il +8 (13-21). Provvedi da spazio a Mariano, Corvetta a muro regala dieci palle set (14-24), una battuta in rete avversaria permette di trasformare la seconda.
Lagonegro non si arrende nemmeno sotto di due set. Tre muri, due di Kindgard e uno di Fabi, mettono dietro la Monini (6-2) che si scuote con l’ace favorito dal nastro di Bertoli (9-7). Cubito mura Fabi (10-9), l’invasione di Boscaini permette di pareggiare (11-11) con Giannotti e l’ace di Corvetta che sorpassano (11-13). Lagonegro risponde su un nuovo rilassamento gialloblu (15-13) ma la squadra di Provvedi riparte senza voltarsi più indietro. Un muro sontuoso di Bertoli su Milushev controsorpassa (15-16) col figlio del grande Franco che corona una gran difesa di Di Renzo prima del break di Giannotti (17-19). Il primo tempo di Cubito allunga (19-22), Provvedi si gioca anche la carta Costanzi ma Lagonegro prova l’ultimo sussulto (22-23) stoppata da Cubito, provvidenziale a rete al culmine di uno scambio lungo. Sono due i match point sulla racchetta della Monini che porta via i tre punti col mani e fuori conclusivo di Giannotti.
GEOSAT GEOVERTICAL LAGONEGRO – MONINI SPOLETO 0-3 (23-25; 15-25; 23-25) Lagonegro: Giosa 4, Milushev 11, Maiorana 7, Fabi 3, Kindgard 6, Boscaini 11, Fortunato (L1), Amouah, Leone, De Paola, Porcelli (L2), Ribezzo, Copelli. All. Falabella Monini: Bertoli 11, Zamagni 10, Corvetta 3, Galliani 13, Cubito 7, Giannotti 16, Bari (L), Katalan, Mariano, Costanzi, Agostini, Di Renzo, Segoni. All. Provvedi