Il Vbc Synergy Mondovì centra la seconda vittoria di fila

I monregalesi si aggiudicano l’importante sfida salvezza al PalaParini di Cantù

 

Si chiude nel migliore dei modi il girone d’andata del Vbc Synergy Mondovì. I monregalesi tornano dal PalaParini di Cantù con il bottino pieno in tasca: grazie a questi tre punti abbandonano l’ultimo posto in classifica e guardano con rinnovata fiducia all’anno che verrà.

Gara di sostanza quella di Borgogno e compagni: per quattro set hanno mantenuto alta la concentrazione, per conquistare uno scontro salvezza importante. Molto bene la battuta, con otto punti siglati dai 9 metri a fronte di soli 11 errori, e il muro che, oltre a sette blocks, ha portato in dote un numero importante di palloni sporcati, difesi e rigiocati. L’attacco si è finalmente attestato su percentuali significative (57%), sia su palla alta che dal centro (Esposito addirittura al 70% personale). Bene infine i due ex, Martins Arasomwan e Lorenzo Piazza, evidentemente motivati a fare bene davanti ai loro ex tifosi. E a proposito di tifosi, non può mancare un applauso agli irriducibili dell’Hagar group, che hanno seguito la squadra anche a Santo Stefano.

LE PAROLE A FINE GARA. «Una vittoria importante – commenta il tecnico Mario Barbiero -, perché ottenuta in uno scontro diretto dopo due affermazioni importanti per entrambe le squadre. Siamo stati molto attenti, ho rivisto in campo alcune dinamiche che c’erano state sabato contro Bergamo, sono molto soddisfatto del rendimento dei singoli e della squadra. Dobbiamo ancora migliorare alcune situazioni, il secondo set ci è sfuggito di mano per due sbavature che solitamente non commettiamo; ma abbiamo fatto molto bene in battuta, e anche a muro stiamo crescendo, con molti palloni sporcati in più. Tutti i giocatori stanno dimostrando grande impegno e disponibilità, sacrificandosi in assenza di un opposto titolare. Questo per noi dev’essere un punto di partenza, nell’anno nuovo dovremo essere in grado di mantenere questi ritmi con continuità».

LA PARTITA. Buon avvio dei monregalesi, che cancellano subito l’iniziale svantaggio (6-3) con tre punti consecutivi. Borgogno e Loglisci vanno a segno direttamente in battuta e il tabellone segna 8-11. Cantù prova a riavvicinarsi, ma un primo tempo di Esposito ed un altro ace, questa volta di Terpin, portano al 12-17. Borgogno mantiene il +5 con un bel diagonale e sul 15-20 Luciano Cominetti chiama il time-out. Il set, però, ormai è indirizzato verso il Vbc Synergy, che chiude a 17.

Seconda frazione: partono meglio i canturini (8-6, 10-8), ma i monregalesi sono bravi a non disunirsi e controsorpassano con Loglisci sull’11-12. Si lotta punto a punto, i nostri arrivano anche al doppio vantaggio (18-20 firmato ancora dal nostro numero 4), ma vengono ripresi con una bella parallela messa a terra da Roberto Cominetti. Poey firma il punto del vantaggio della Pool Libertas (23-22), Terpin riconquista il servizio, ma un uno-due di Maiocchi riporta le squadre in parità.

Il Vbc Synergy è bravo a non accusare il colpo e anzi nella terza frazione, dopo un avvio equilibrato, mette la quinta. Coach Cominetti getta nella mischia il giovane Motzo, ma Borgogno e compagni mantengono il vantaggio. Sul 13-19 time-out della panchina di casa, ma il parziale è segnato: Loglisci conquista il set ball e Arasomwan riporta avanti i biancoblù.

Il quarto game è decisivo: la Pool scappa subito sul 5-2, ma dopo il time-out chiesto da Barbiero il Vbc Synergy infila quattro punti di fila nel turno in battuta di Esposito e si porta in vantaggio.

Squadra a braccetto, poi quando Arasomwan mura Maiocchi arriva il primo doppio vantaggio (12-14). Altre due murate dei monregalesi e Cantù perde contatto. Poey e Monguzzi provano a riportare in scia la squadra di casa, e sull’errore dal centro di Arasomwan il set sembra riaprirsi (20-21). Fondamentale il sangue freddo di Borgogno, che mette a terra due palloni che scottano, portando i suoi al match ball sul 22-24. Poey annulla il primo, poi un’invasione sottorete di Roberto Cominetti (ravvisata dal videocheck chiamato da Barbiero) condanna Cantù.

SI TORNA IN CAMPO NEL 2020. La squadra rientrerà in serata a Mondovì e domani potrà godersi un giorno di riposo. Sabato e domenica doppia seduta di allenamento, con i biancoblù impegnati al PalaEllero di Roccaforte, poi dopo i pesi di lunedì mattina presso la palestra O2 di Mondovì il “rompete le righe”. Atleti e staff potranno staccare la spina un paio di giorni, per ritrovarsi poi al lavoro nel 2020, giovedì mattina 2 gennaio, al PalaManera. La squadra preparerà la prima gara del girone di ritorno, in programma domenica 5 in casa contro Ortona.

 

Pool Libertas Cantù-Synergy Mondovì 1-3

(17-25, 25-23, 17-25, 23-25)

POOL LIBERTAS CANTÙ: Baratti 1, Poey 17; Monguzzi 6, Mazza 6; Cominetti R. 16, Maiocchi 16; Rudi (L), Butti (L), Regattieri 1, Gasparini 1, Motzo 1. N.e.: Suraci, Frattini, Pellegrinelli. All. Cominetti L.-Redaelli.

SYNERGY: Piazza 2, Borgogno 18; Arasomwan 9, Esposito 8; Loglisci 19, Terpin 14; Garelli (L), Pochini (L). N.e.: Buzzi, Bartoli, Camperi, Milano. All. Barbiero-Negro.

ARBITRI: Piubelli-Papadopol.

SYNERGY MONDOVÌ: muri 7, attacco 57%, ricezione 43% (prf 41%), aces 8, battute sbagliate 11.