Verso Prata. L’analisi del match

75° CAMPIONATO SERIE A3 CREDEM BANCA – 6a GIORNATA ANDATA GIRONE BIANCO

TINET GORI WINES PRATA DI PORDENONE – GIBAM FANO

 

L’avversario: Tinet Gori Wines Prata di Pordenone

Secondo anno di Serie A per i passerotti della Tinet Gori Wines Prata di Pordenone. Dopo l’esperienza in A2 della passata stagione, i gialloblù affrontano la neonata Serie A3 Credem Banca cercando di togliersi soddisfazioni in un raggruppamento che si preannuncia equilibrato. C’è un nuovo nocchiero: Luciano Sturam è passato dietro la scrivania in veste di ds, mentre la guida della squadra è ora nelle mani di Jacopo Cuttini, ex secondo allenatore della Kioene Padova in SuperLega. Sei gli atleti riconfermati: le bandiere Calderan, Deltchev e Tassan, oltre a Michele Marinelli, Jacob Link e Matteo Lelli. In arrivo da Cantù il palleggiatore Alessio Alberini, che compone con Alberto Baldazzi una diagonale giovane ma con molti mezzi e prospettive. Al centro gli arrivi di Mirko Miscione (Livorno, A2) e Giancarlo Rau (Roma, A2). A completare il reparto degli schiacciatori c’è Yordan Galabinov, lo scorso anno a Lagonegro. Dalla seconda squadra è stato promosso lo schiacciatore Andrea Tolot, mentre dalla ricca “cantera” del settore giovanile sono saliti il centrale Samuele Meneghel e il libero Matteo Vivan.

 

I precedenti

Non esistono confronti diretti tra le due squadre.

 

Curiosità

-11 punti per Nicola Cecato al traguardo dei 200 in Serie A!

-11 punti per Atvars Ozoliņš al traguardo dei 100 in Serie A!

-1 muri per Yordan Galabinov al traguardo dei 100 in Regular Season.

-20 punti per Jacob Link al traguardo dei 400 in Serie A.

-9 punti per Giancarlo Rau al traguardo dei 200 in Serie A.

-14 attacchi vincenti per Michele Marinelli al traguardo dei 1000 in Regular Season.

E’ la 100° partita in Serie A per Jacob Link.

 

Così nel turno precedente

GIBAM FANO – MOSCA BRUNO BOLZANO: 3-1

GIBAM FANO: Tallone 8, Paoloni 8, Bulfon 21, Ozolins 16, Salgado 6, Cecato 4, Cesarini (L1), Mandoloni, Sabatini, Mair. N.e.: Caselli, Baldelli, Areni (L2). All. Radici-Pascucci

MOSCA BRUNO BOLZANO: Grassi, Held 15, Bleggi 5, Boesso, Stoyanov 4, Paoli 7, Grillo (L1), Magalini 15, Gozzo 11, Spagnuolo L. 1, Spagnuolo A.. N.e.: Bressan, Bandera, Brillo (L2). All. Palano-Mantovani

Parziali: 25-14 (25’), 25-20 (24’), 18-25 (22’), 25-20 (26’)

Arbitri: Cecconato – Proietti

Note: Gibam bs 11, ace 9, muri 9, ricezione 59% (prf 10%), attacco 54%, errori 21. Bolzano bs 22, ace 8, muri 7, ricezione 57% (prf 1%), attacco 44%, errori 29.

 

INVENT SAN DONA’ DI PIAVE – TINET GORI WINES PRATA DI PORDENONE: 1-3

INVENT SAN DONA’ DI PIAVE: Margutti 6, Cioffi 2, Bellei 25, Cristofaletti 11, Polo 7, Piazza 1, Santi (L1), Kacperkiewicz 3, Mignano 1, Mian 2, Palmarin. N.e.: Bomben, Spanò (L2). All. Totire-Zanardo

TINET GORI WINES PRATA DI PORDENONE: Tassan 6, Calderan 4, Galabinov 16, Miscione 7, Link 14, Marinelli 21, Lelli (L1), Rau, Deltchev. N.e.: Baldazzi, Tolot, Meneghel, Vivan (L2). All. Cuttini-Bovari

Parziali: 25-22 (28’), 20-25 (25’), 23-25 (36’), 16-25 (26’)

Arbitri: Giglio – Sessolo

Note: San Donà bs 12, ace 4, muri 8, ricezione 56% (prf 33%), attacco 44%, errori 29. Prata bs 18, ace 5, muri 8, ricezione 51% (prf 25%), attacco 50%, errori 24.

 

Dichiarazioni

Lorenzo Paoloni (centrale Gibam): ”La sfida con Prata ci può dare la consapevolezza dei mezzi che abbiamo a disposizione. È vero, loro hanno battuto San Donà e sono in un buon momento ma se noi riusciremo ad avere il giusto approccio alla gara sono sicuro che faremo bene. Vincere significherebbe rafforzare la nostra posizione e rimanere nei piani alti della classifica. Almeno un paio di sconfitte al tie-break si potevano evitare, nonostante ciò ci hanno permesso di guadagnare dei punticini. D’altronde lo sapevamo che ogni gara sarebbe stata una battaglia, dobbiamo lavorare sul nostro carattere e sull’approccio mentale alle gare per girarle a nostro favore.”

Mirko Miscione (centrale Tinet Gori Wines Prata): “Sicuramente dopo la bella vittoria di San Donà, che comunque ne seguiva altre due, il nostro umore si è risollevato perché è arrivata in un periodo che ci vedeva rimaneggiati e con pochi cambi a disposizione. Una vittoria di squadra e di carattere contro un team, l’Invent che era in striscia positiva e ci precedeva in classifica. Fano ha giocatori ed esperti come Cecato, Cesarini e Salgado per cui non la sottovaluteremo di certo. Adesso, oltre ai nostri miglioramenti come squadra, buone notizie giungono anche dall’infermeria e questo ci dà una carica ancora maggiore.”