La Tinet inaugura il PalaPrata con UniTrento

Come lo scorso anno l’esordio stagionale del PalaPrata sarà con l’UniTrento. Grande rispetto per i “millenials” trentini dati in forte crescita. Manuel Bruno “Siamo una grande famiglia e stiamo lavorando tantissimo per dare soddisfazioni a questa società e ai nostri tifosi perchè se le meritano veramente”

Lo scorso anno quella con Trento fu la partita d’esordio e permise di scoprire un talento purissimo come Michieletto che ora giustamente calca i parquet di Superlega. Per le casualità che ogni tanto il destino propone anche quest’anno il PalaPrata verrà inaugurato ufficialmente ospitando i ragazzi di Francesco Conci anche se la tabella di marcia recita che si sta disputando la sesta giornata. I giovani talenti di UniTrento sono quasi tutti “millenials”, nati cioè dopo il 2000 se si escludono lo schiacciatore Magalini (’96) e i classe ’99 Pizzini (palleggiatore), Simoni (centrale) e Lambrini (libero). La loro classifica è ancora inchiodata a quota zero dopo tre partite disputate, ma la gara con Brugherio li ha visti protagonisti di un buon match finito per 3-1 e giocato senza uno degli schiacciatori più talentuosi, il 2002 Bonatesta convocato dai “fratelli maggiori” di Superlega falcidiati da assenze causa Covid. L’emergenza della prima squadra sembra rientrata con “solo” Giannelli ed Argenta ancora positivi, ma non è dato sapere se qualcuno dei ragazzi dell’A3 potrà venire convocato per i match con la Leo Shoes Modena.
Ma poco importa. La Tinet si sta concentrando sull’efficacia dei propri sistemi di gioco che nei primi due set dell’infrasettimanle con Montecchio avevano ben funzionato, portando i Passerotti a sfiorare il successo da tre punti. Si deve ovviamente lavorare ancora sulla continuità e sull’efficienza fisica che, per ovvie ragioni, non possono ancora essere ottimali

“Non è stato l’esordio che tutti aspettavamo ne siamo consapevoli e stiamo lavorando tantissimo per togliere delle soddisfazioni a questa società che se li merita – è il pensiero dello schiacciatore Manuel Bruno, autore di una buona prova mercoledì – Abbiamo passato un mese difficile,  causa Covid. Ora per fortuna lo stiamo superando, anche se Bellini è ancora fermo ai box. Sabato per noi sarà un match fondamentale per fare vedere a tutti quelli che siamo!  Siamo una grande famiglia e per questo usciremo tutti insieme da questo momento difficile. L’unica amarezza è non vedere il Palaprata gremito perchè sentire la spinta dei tifosi ci dà la giusta carica, ma sono sicuro che tiferanno da casa e cercheremo di guadagnare la vittoria anche per loro.”

La formazione tipo dovrebbe ricalcare quella scesa in campo contro la Sol Lucernari.
L’appuntamento col fischio d’inizio dei signori Laghi di Ravenna e Licchelli di Lecce è per le 18.00 di domani, sabato 21 novembre.

Garantita la diretta streaming con commento di Francesco Pighin e Manolo Pat sulla pagina Facebook C.S. Prata Volley e sul Canale Youtube Volley Prata

PHOTOCREDIT – STEFANO SPANO
Ufficio Stampa – Mauro Rossato