Champions League, subito un big match: giovedì gialloblù in campo a Perugia

Trento, 1 dicembre 2021

Scatta la 2022 CEV Champions League; giovedì 2 dicembre in Umbria si gioca infatti il primo turno della fase a gironi della più importante rassegna continentale per club, che Trentino Volley disputerà per l’undicesima volta (la terza consecutiva) nella propria storia. I gialloblù faranno l’esordio nel torneo al PalaBarton di Perugia, affrontando i padroni di casa e connazionali della Sir Sicoma Monini nel big match della Pool E. Fischio d’inizio fissato per le ore 20.30 italiane: diretta su Radio Dolomiti e discovery+.
QUI TRENTINO ITAS A sette mesi esatti di distanza dalla Finale di Verona, la Società di via Trener torna a giocare un match di Champions League, proprio contro l’avversario che aveva superato per qualificarsi all’ultimo atto scaligero.
“La presenza nel nostro girone di una formazione di altissimo livello come Perugia ci costringerà inevitabilmente a non dover sbagliare mai partita contro avversari come Fenerbahce e Cannes se vorremo rimanere in corsa per la qualificazione ai quarti – ha spiegato l’allenatore Angelo Lorenzetti . Proveremo già giovedì sera ad iniziare col piede giusto la nostra corsa stagionale in Europa, ma è ovvio che dovremo guardarci soprattutto dalle altre due, con l’obiettivo di avere la miglior classifica possibile anche rispetto agli altri quattro gironi. Quella con gli umbri la vedo quindi come una doppia opportunità importante per dare ulteriore senso al nostro cammino nel torneo”.
I gialloblù si presenteranno all’appuntamento al completo, anche grazie al ritorno in gruppo dell’ex di turno Marko Podrascanin. Il match segnerà il debutto in CEV Champions League per due giocatori della rosa: il regista Sbertoli e l’opposto Albergati.
KAZIYSKI DIVENTA IL RECORDMAN DI PRESENZE IN GIALLOBLU’: 346 PARTITE UFFICIALI Proprio in questa occasione il capitano Matey Kaziyski staccherà il gettone di presenza numero 346 con Trentino Volley, diventando il giocatore con il maggior numero di partite giocate nei quasi ventidue anni di attività del Club. Dopo aver raggiunto mercoledì scorso i primatisti Birarelli e Colaci (avversario giovedì in campo) a quota 345, il Kaiser si appresta ad entrare ancora di più nel libro dei record della Società, ottenendo l’unico primato, fra quelli più rilevanti, che ancora non gli apparteneva. Matey è infatti già il miglior marcatore della storia grazie a 5.111 punti, con la stagione in corso è diventato l’unico giocatore ad aver vestito la maglia gialloblù in nove annate agonistiche differenti ed è il capitano che ha indossato il maggior numero di volte (216) la fascia. Con la recente vittoria della Supercoppa 2021, poi, ha pure eguagliato il primato di Birarelli in quanto a titoli ottenuti con Trentino Volley: 16, grazie alla vittoria di 4 Mondiali per Club, 3 Champions League, 4 Scudetti, 3 Coppe Italia e due Supercoppe.
LA STORIA DI TRENTINO VOLLEY NELLE COPPE EUROPEE Giovedì Trentino Volley inaugurerà la sua undicesima partecipazione di sempre al massimo torneo continentale per Club, la sedicesima in una competizione europea tenendo conto anche delle quattro in CEV Cup (2005, 2015, 2017, 2019, con una vittoria proprio relativa all’ultima edizione) e di una in Top Teams Cup (2005). L’album dei ricordi legato alla Champions League è ricco di pagine importanti: la prima è legata alla serata del 5 aprile 2009 a Praga, quando opposta all’Iraklis Thessaloniki la formazione gialloblù si impose per 3-1, conquistando il titolo dopo aver superato in semifinale Macerata nel derby tricolore e concluso il torneo con un percorso netto (12 vittorie su 12 incontri disputati); la seconda invece è riferita al 2 maggio 2010 e al successo nettissimo sulla Dinamo Mosca all’Atlas Arena di Lodz mentre la terza, assolutamente indimenticabile, è legata al 27 marzo 2011 e al 3-1 imposto in finale al Kazan presso il PalaOnda di Bolzano. Dopo quella in Alto Adige, Trentino Volley ha avuto l’occasione di giocare altre due Finali del torneo: in Polonia nel 2016 e, proprio lo scorso primo maggio, a Verona; in archivio anche un terzo posto, relativo all’edizione 2012. In totale le partite giocate nelle coppe europee da Trentino Volley sono 144, di cui 116 vinte. In Champions League il bilancio è ancora più confortante, visto che i successi sono 82 in 104 gare disputate. L’esordio nella manifestazione ha sempre detto bene ai colori trentini: 10 vittorie in 10 debutti, l’ultimo per 3-0 su Londra il 29 settembre 2020.
GLI AVVERSARI Nikola Grbic continua a caratterizzare il percorso in Champions League di Trentino Volley. Nell’aprile 2009 a Praga fu proprio lui ad alzare al cielo della O2 Arena il primo trofeo assoluto vinto in questa competizione dal Club gialloblù in qualità di capitano. Il serbo però è stato anche, stavolta in veste di allenatore, colui che ha impedito alla Società di vincere per la quarta volta la competizione, sconfiggendo la Trentino Itas per 3-1 nella finale del primo maggio 2021 a Verona vissuta sulla panchina del Kedzierzyn-Kozle. Curiosamente sarà ancora lui ad inaugurare la nuova partecipazione gialloblù, come tecnico di una Sir Sicoma Monini che non nasconde le proprie ambizioni nella sua sesta partecipazione assoluta al massimo trofeo continentale. Da quando ha iniziato a concorrervi (edizione 2017), la Società umbra ha mancato l’accesso alle semifinali esclusivamente nella stagione 2019/20 e solo perché la pandemia ha costretto la Confederazione Internazionale ad interrompere prima la manifestazione. In tutti gli altri casi (quattro) i Block Devils hanno sempre giocato le partite che assegnavano un posto in finale, qualificandosi in una occasione (edizione 2017, organizzata a Roma proprio dal Club rossonero). Nel roster sono tanti i giocatori con grande esperienza nel torneo: Leon, Anderson, Giannelli, Colaci, Solé, ad esempio, si sono trovati di fronte nella Finale dell’edizione 2016, vinta dal Kazan al tie break su Trento a Cracovia (Polonia).
LA FORMULA La partita apre la fase a gironi gialloblù della 2022 CEV Champions League; dopo i primi tre turni preliminari, il torneo entra nel vivo, dividendo le venti squadre partecipanti in cinque Pool da quattro ciascuna che le vedono affrontarsi in un girone all’italiana con gare di andata e di ritorno. Nella Main Phase vige il sistema italiano di assegnazione dei punti in classifica, ma il primo discriminante è però il numero di vittorie. Al termine di questa fase (l’ultima partita è prevista per il 16 febbraio 2022) la prima classificata di ogni Pool e le tre migliori seconde accederanno ai quarti di finale, che saranno caratterizzati da scontri diretti con gare di andata e ritorno. La Finale si gioca il 22 maggio 2022 in campo neutro. Nella stessa Pool martedì sera si è giocata la sfida fra Fenerbahce e Cannes, con i turchi (prossimi avversari dei gialloblù il 16 dicembre a Trento) subito a segno in tre set.
OTTAVO DERBY ITALIANO NELLE COPPE EUROPEE Per Trentino Volley quello con Perugia sarà l’ottavo derby italiano di sempre nelle coppe europee. Il più recente è stato giocato proprio contro gli umbri nel doppio confronto di semifinale (18 e 24 marzo 2021) di questo stesso anno solare, sempre in Champions League, e ha sorriso ai gialloblù. In archivio ci sono poi anche un confronto a tinte tricolori in 2017 CEV Cup con Piacenza nei quarti di finale (doppia vittoria, per 3-0 in trasferta e per 3-1 in casa) e cinque con la Lube (tutti in Champions League): 3-0 nella semifinale dell’edizione 2009, 2-3 e 3-0 nei Playoffs 6 del 2012, 3-0 nella semifinale dell’edizione 2016, 1-3 e 2-3 nei quarti di finale 2018, 0-3 e 1-3 nella fase a gironi 2020.
I PRECEDENTI Sono quarantuno i confronti ufficiali già disputati fra Trentino Volley e Sir Safety Perugia, con bilancio positivo ai gialloblù per 21-20; nella stagione in corso il conto è in perfetta parità con una vittoria per parte in tre set: per Trento il 23 ottobre a Civitanova nella semifinale di Supercoppa (parziali di 25-21, 25-21, 25-23), per Perugia il 3 novembre scorso in casa per il quinto turno di SuperLega con punteggi di 25-12, 25-22, 25-18. Complessivamente Trentino Volley ha vinto cinque volte in diciassette precedenti al PalaBarton.
GLI ARBITRI La gara sarà diretta da Epaminondas Gerothorodos, primo arbitro greco di Atene, e dall’ungherese Laszlo Adler, secondo arbitro di Budapest. Entrambi vantano numerosi precedenti rispetto a Trentino Volley; il più recente per l’ellenico è la Finale di Verona dello scorso primo maggio, mentre per il magiaro è riferito al 3-1 esterno ottenuto a Berlino lo scorso 25 febbraio.
RADIO ED INTERNET La partita verrà trasmessa in diretta di Radio Dolomiti, radio partner di Trentino Volley, a partire dalle ore 20.30. Le frequenze per sintonizzarsi sul network regionale sono consultabili sul sito www.radiodolomiti.com, dove sarà inoltre possibile ascoltare la radiocronaca live in streaming.
Prevista anche la diretta in streaming video sulla piattaforma “discovery+”, acquistando il pacchetto “Intrattenimento + Sport” (abbonamento annuale al prezzo di 69,90 euro). Per maggiori informazioni www.discoveryplus.it/myaccount/products.
Su internet, inoltre, gli aggiornamenti punto a punto saranno curati dal sito della CEV (https://cevlive.cev.eu/DV_LiveScore.aspx?ID=46064), dallo stesso www.trentinovolley.it e saranno attivi anche sui Social Network gialloblù (www.trentinovolley.it/facebook, www.trentinovolley.it/instagram e www.trentinovolley.it/twitter.

Trentino Volley Srl
Ufficio Stampa