Patry ed Ishikawa commentano la vittoria su Padova

Opposto e schiacciatore dell’Allianz Powervolley Milano dopo il 3-2 in rimonta nella prima giornata dei playoff 5° posto

IN SINTESI: Per l’Allianz Powervolley Milano i playoff 5° posto iniziano con una vittoria in rimonta su Padova. L’obiettivo per la formazione meneghina è chiaro: assicurarsi un posto in Europa per la prossima stagione e provare a difendere il titolo della CEV Challenge Cup conquistato pochi giorni fa. Sarà un torneo complicato, come dimostra il successo al tie break contro i patavini, analizzato da Jean Patry e Yuki Ishikawa. «Vincere questo torneo è un obiettivo della squadra – commenta l’opposto francese –. Non era facile scendere in campo perché il viaggio di ritorno dalla Turchia è stato impegnativo e dopo aver vinto la coppa era normale che la pressione potesse calare. Abbiamo faticato all’inizio, poi abbiamo giocato come sappiamo ed abbiamo vinto». Questo il pensiero del martello giapponese: «Si tratta del primo successo dei playoff 5° posto e questo serve per il nostro cammino. È stata un altro tie break: in questa stagione abbiamo giocato tante volte fino al quinto set, però molto spesso abbiamo vinto».

MILANO – L’obiettivo è chiaro: conquistare un posto in Europa nella prossima stagione per difendere la Challenge Cup da campioni in carica. Con questo focus l’Allianz Powervolley si è approcciata all’inizio dei playoff 5° posto non senza difficoltà, come dimostra la prima giornata del girone in cui Milano ha sudato fino al tie break per avere la meglio su Padova dopo quasi due ore di gioco.

Tornare in campo dopo aver al cielo il trofeo in Turchia non sarebbe stato facile: tra il dispendio di energia fisiche e mentali della finale, la stanchezza del viaggio di ritorno e l’adrenalina scemata in corpo il confronto con i patavini presentava numerose insidie. Milano però non si è disunita e, come è nelle corde di Piano e compagni, il successo è arrivato in rimonta. «Vincere questo torneo è un obiettivo della squadra commenta l’opposto francese Jean Patry –. Il prossimo anno la coppa che abbiamo conquistato in Turchia deve essere difesa. Era importante vincere contro una squadra come Padova che ci ha messo in difficoltà. Non era facile scendere in campo perché il viaggio di ritorno dalla Turchia è stato impegnativo e dopo aver vinto la coppa era normale che la pressione potesse calare».  L’Allianz Powervolley si è infatti sorprendere all’inizio dall’arrembaggio di una Padova che ha schierato giovani talentuosi e con voglia di mettersi in mostra. «Abbiamo approcciato la gara senza la giusta energia – prosegue il bomber della squadra –. Dopo abbiamo ritrovato un po’ il nostro cuore ed il nostro modo di giocare. Loro sono stati bravi perché hanno messo molto carica in campo e questo ci ha messo in difficoltà. Siamo contenti della vittoria, l’ennesima arrivata in rimonta: ci stiamo abituando».  Il tempo per rifiatare però è sempre poco, perché domenica alle ore 18.00 all’Allianz Cloud arriva Cisterna di Latina. «Sarà una partita difficile – prosegue Patry, ex di turno contro i pontini– perché loro non giocano da molto tempo ed hanno avuto non solo un tempo utile di riposo ma anche la possibilità di lavorare bene in palestra. Avranno certamente voglia di giocare e di farlo bene: dovremo battagliare per fare nostra questa partita. Sarà forse una delle gare più difficili di questo torneo».

Altro contributo importante per la vittoria di Milano è arrivato da Yuki Ishikawa: il giapponese, tenuto inizialmente a riposo, è stata chiamato in causa da Piazza e si è fatto trovare presente. «Non abbiamo iniziato al meglio la gara – commenta il numero 14 al microfono de La Gazzetta dello Sport –, però la vittoria è stata molto importante. Si tratta del primo successo dei playoff 5° posto e questo serve per il nostro cammino. È stata un altro tie break: in questa stagione abbiamo giocato tante volte fino al quinto set, però molto spesso abbiamo vinto. Vincere questo torneo è un nostro obiettivo per tornare in Challenge Cup anche il prossimo anno. Ancora emozionati per la vittoria del trofeo? Si, quei momenti sono nel nostro cuore».

VIDEO INTERVISTA PATRY


VIDEO INTERVISTA ISHIKAWA