Delta Group, primo stop casalingo: Grottazzolina passa 0-3

Delusione Delta Group: il fortino nerofucsia non ha retto l'urto dell'ariete danese Breuning

Primo stop casalingo della stagione per la Delta Group Porto Viro, che viene sconfitta 0-3 da Videx Yuasa Grottazzolina nella decima giornata d’andata di Serie A2 Credem Banca. Il fortino nerofucsia non ha retto l’urto dell’ariete danese Breuning, autore di 27 punti e capace di ribaltare da solo le sorti del primo set (da 21-17 a 21-25), che la squadra di casa stava controllando piuttosto agevolmente. La partita si è decisa di fatto lì, nel secondo e nel terzo parziale Grottazzolina ha alzato il ritmo in difesa e continuato a martellare in attacco con il suo opposto, mentre la Delta Group non è mai riuscita a trovare il bandolo della matassa a muro. La notizia migliore della serata per coach Matteo Battocchio è il rientro di Alex Erati dopo due mesi di stop. Giovedì prossimo Porto Viro sarà ospite di Cantù nel turno dell’Immacolata.

LA PARTITA
Dopo lo stop Covid dello scorso weekend, la Delta Group Porto Viro di Matteo Battocchio riparte dalle sue certezze: Garnica regista e Krzysiek opposto, Sette e Pierotti in banda, Barone e Sperandio al centro, Russo libero. Il tecnico della Videx Yuasa Grottazzolina Massimiliano Ortenzi risponde con Marchiani-Breuning Nielsen sulla diagonale principale, Vecchi-Bonacic come schiacciatori, Cubito-Bartolucci in posto tre, Romiti libero. I direttori di gara sono Maurizio Merli di Terni e Giorgia Spinnicchia di Catania.

Delta Group che inizia la gara avanti di un break. Sette mura Vecchi e allunga sul 9-6. Grottazzolina ruggisce con Breuning e Bonacic (9-9), ma sbaglia la ricezione sul servizio di Barone: 11-9. Cubito prende due volte la targa a Krzysiek, l’opposto polacco si riscatta con la stoccata del 15-13: time per Ortenzi. Difesa e ricostruzione, Porto Viro stavolta fa sul serio: 19-16 con la bella pipe di Pierotti, 21-17 firmato da Sperandio. Mica finita, dall’altra parte si scatena il ciclone Breuning, che con tre attacchi e un ace riagguanta la parità (21-21). Grotta ringalluzzita. Bonacic colpisce in contrattacco, Battocchio butta nella mischia Iervolino, Bellei ed Erati (all’esordio stagionale). Tutto vano contro lo strapotere di Breuning, che infila altri due ace e poi chiude il suo “one man show” da seconda linea: 21-25, 0-1.

Cambia il campo ma la furia di Breuning non si è placata, Porto Viro con il morale basso basso: 6-9, Battocchio interrompe le operazioni. Per fortuna Krzysiek sembra un altro (in positivo) rispetto al parziale precedente, Garnica intanto ci dà dentro con il servizio (8-9). Sequenza di muri, Cubito e Vecchi per gli ospiti, Pierotti due volte per i padroni di casa (13-15). Pallonetto sublime di Sette, che però cicca sul servizio di Marchiani e lascia il posto a Iervolino (14-17). Nonostante un ottimo Krzysiek, la Delta Group non riesce a ricucire, Battocchio prova a suonare l’ultima carica (17-20). Torna in campo Erati, niente e nessuno però può fermare Breuning: 21-25, 0-2.

Terzo set, Erati e Iervolino confermati nel sestetto nerofucsia. Come nel parziale d’apertura, la squadra di casa mette il naso davanti per prima (bello pimpante Erati). Non si fa attendere la reazione di Grottazzolina, Vecchi in battuta confeziona il 7-8, Garnica lo ripaga con la stessa moneta un paio di scambi più tardi (8-9), ma c’è ancora il ritorno di fiamma marchigiano: Breuning e Cubito (a muro), 9-11. Bellei rileva Krzyisiek e accorcia, ace di Pierotti per l’11-11. Tanta foga, sbavature da una parte e dall’altra, la Delta Group prova a prendere il comando (e a tenerlo) senza esito anche perché gli ospiti difendono l’impossibile. Bonacic trasforma il “rigore” del 17-19, Iervolino impatta ma Breuning è come sempre una sentenza: 19-21, Battocchio esaurisce i time. La mannaia cala definitivamente sulla Delta Group sull’invasione aerea di Garnica, il sigillo di Breuning a quel punto è quasi un dettaglio: 21-25, 0-3 Grottazzolina.

L’analisi di coach Matteo Battocchio: “Il finale del primo set dice tutto dell’andamento di questa partita. Dobbiamo farci in fretta gli anticorpi alla frustrazione, non possiamo subire un break di otto punti in quel modo, anche se in battuta c’è un grandissimo giocatore. E una volta che è successo bisogna avere comunque la forza e il coraggio di reagire, in altre partite ci siamo riusciti, oggi no. Avevamo preparato la gara su difesa e ricezione e sono le due cose che hanno funzionato peggio, me ne assumo la responsabilità. Con calma e umiltà proveremo a rifarci di questa sconfitta, consapevoli che bisogna volare bassi e lavorare”.

Il rientro di Alex Erati è la nota più lieta della serata per la Delta Group: “Sono contento di essere tornato in campo dopo due mesi di calvario ma ovviamente speravo in un risultato diverso. Siamo partiti bene poi loro si sono accesi su quel turno in battuta di Breuning alla fine del primo set e da lì noi non siamo più riusciti a invertire la tendenza. Cancelliamo questa partita e ricominciamo a lavorare, ci aspetta una serie di gare ravvicinate in cui abbiamo tanto da dimostrare”.  

TABELLINO
Delta Group Porto Viro-Videx Yuasa Grottazzolina 0-3 (21-25, 21-25, 21-25)

Battute punto/errori: Porto Viro 4/8, Grottazzolina 5/13; Ricezione: Porto Viro 46%, Grottazzolina 64%; Attacco: Porto Viro 47%, Grottazzolina 52%; Muri punto: Porto Viro 4, Grottazzolina 8.

Delta Group Porto Viro
: Erati 2, Russo (L), Sette 5, Barone 1, Garnica 4, Bellei 3, Pierotti 11, Sperandio 4, Krzysiek 12, Iervolino 4; n.e. Zorzi, Vedovotto, Milan, Lamprecht (L). Coach: Matteo Battocchio.

Videx Yuasa Grottazzolina: Cubito 8, Vecchi 7, Bartolucci 4, Breuning Nielsen 27, Ferrini, Bonacic 10, Marchiani 1, Romiti (L); n.e. Giorgini (L), Focosi, Pison, Leli. Coach: Massimiliano Ortenzi.