La Sieco e l’insidia venuta dalla Puglia: in casa contro il BARI per assicurarsi il secondo posto matematico.

Si procede a tappe ravvicinate arrivando al traguardo di questo tour-de-force che prevedeva, nel giro di una manciata di giorni, per la SIECO un recupero e tre giornate di campionato. Su tre gare sono arrivati nove punti nel recupero contro Marcianise e poi contro Tuscania in casa e l’ultima di mercoledì contro Sabaudia in trasferta. E se le gare contro Marcianise e Sabaudia potevano essere sulla carta dal risultato scontato, la Sieco si ritrova ora a dover affrontare la Gruppo Stamplast M2G Green Bari una squadra che stava facendo bene, anzi benissimo in questo campionato, prima di incappare in una serie di sconfitte consecutive nelle ultime tre giornate. Pugliesi che arriveranno al palasport ortonese con una voglia di riscatto già bruciante ma resa ancora più appetibile dal trovarsi al cospetto di una seconda della classe che invece sta migliorando sensibilmente la sua qualità di gioco. Fare punti in quel di Ortona sarebbe proprio una gran bella boccata d’ossigeno per la classifica e per il morale della squadra barese. Dall’altra parte della rete, però, i bianco-azzurri padroni di casa giocheranno sulle ali dell’entusiasmo e con i meccanismi ben oliati. Nunzio Lanci e i suoi ragazzi sono pronti a buttarsi a capofitto nelle ultime due giornate di andata che, manco a dirlo, si prospettano belle toste e ricche di significato. «Assodato il fatto che nessuna gara è scontata in questo girone di Serie A3 non posso non riconoscere che queste prossime due che concluderanno il girone di andata saranno senza dubbio più impegnative delle ultime due disputate. Bari nelle ultime quattro gare ha raccolto solo tre punti e arriverà ad Ortona affamata. Una vittoria ci consentirebbe di avere la matematica certezza di occupare la seconda piazza al giro di boa e quindi, diciamo che anche noi abbiamo i nostri buoni motivi per dare il massimo».

Bari che paga garo le disattenzioni delle ultime gare scivolando dal terzo posto, in coabitazione con Tuscania, all’attuale sesto posto. I pericoli più grossi per gli ortonesi potrebbero arrivare dallo schiacciatore polacco Wojcik Michal, dall’italianissimo (a dispetto del nome) schiacciatore Ferenciac Paul e dall’opposto ex impavido Matteo Paoletti.

Con inizio previsto alle ore 18.00 di domenica 11 dicembre, la gara sarà aribitrata dalla coppia composta da Autuori Enrico (Salerno) e Talento Matteo (Lucca). Addetto al video-check Tavano Andrea e refertista elettronico Di Florio Dario.

Sarà possibile seguire la diretta streaming su www.impavidapallavolo.it, salvo intoppi che ultimamente stanno flagellando le dirette dalla maggior parte dei campi di questo campionato di Serie A3 Credem Banca.