Pizzichini, “Siamo in forma e ci divertiamo, contro Ortona per limare gli ultimi dettagli”

Ci siamo quasi, ultima settimana di preparazione per la Med Store Tunit e ultima amichevole in programma, domani al Banca Macerata Forum contro la Sieco Service Ortona, ore 17.30. Poi sarà finalmente il momento del campionato di A3, con i biancorossi attesi all’esordio in trasferta sul campo della ErmGroup San Giustino domenica 9. La sfida di domani vedrà la Med Store Tunit affrontare un avversario molto competitivo, che già nella gara disputata ad Ortona durante la preparazione aveva fatto vedere tutta la sua qualità.

“Incontriamo una squadra forte, con ottime individualità, come ad esempio Marshall”, conferma il centrale Matteo Pizzichini, “Sarà una gara utile a sistemare i dettagli sui quali stiamo lavorando, il focus sarà su di noi, sulla nostra prestazione”. Su quali aspetti vi stare maggiormente concentrando in quest’ultima fase di preparazione? “Una delle nostre armi nel corso della stagione sarà sicuramente il servizio, poi la correlazione muro-difesa. È su questi punti che stiamo lavorando con grande attenzione, è quello che ci chiede il coach Gulinelli per sviluppare il suo gioco e devo dire che mi sto trovando molto bene, mi piace. Siamo arrivati all’atto conclusivo della preparazione, sono state settimane intense dove lo staff ci ha fatto spingere molto per raggiungere lo stato di forma migliore per cominciare il campionato e i tanti test ci hanno permesso di capire man mano a che punto eravamo”. La squadra lavora bene e si percepisce un’atmosfera positiva nel gruppo, come ti stai trovando? “Sono contento, abbiamo un gruppo che si diverte ad allenarsi e giocare insieme, è il motore che ci spinge a lavorare bene per migliorarci visto che passeremo tanto tempo insieme. Sicuramente aiuta il fatto di conoscerci tutti, tra chi già era a Macerata o è tornato e chi per tanti anni si è incontrato da avversario; mi fa piacere anche citare i ragazzi più giovani, si sono calati subito nel contesto con il giusto atteggiamento”.