Rivincita contro l’Allegrini Bergamo

L’Esse-ti Carilo può farcela. L’ottima prestazione contro Grottazzolina non è stata un caso. La compagine loretana ha nuovamente mostrato sul taraflex del PalaSerenelli, contro una coriacea Allegrini Bergamo, di poter interpretare la parte da protagonista in questo campionato. La strana coppia Van Beest – Spescha si conferma quindi come una scelta tecnicamente quanto mai azzeccata ed in grado di non far sentire troppo il vuoto lasciato dallo schiacciatore fuoriclasse Terence Martin, fermo per un infortunio. Una vittoria che sa di rivincita contro dei validissimi avversari che, lo ricordiamo, nel girone di andata primeggiarono contro il team bianco blu.
Primo set da dimenticare. Bergamo parte in quarta con l’ottimo servizio di Cruz seguito da un ace di Baldi. Fabbiani sigla l’ 1 a 6 ed un divario fra i due team che non sarà più colmato. Un attacco fuori di Spairani porta al secondo time out tecnico (8-16) mentre una schiacciata vincente di capitan Modica e due errori degli ospiti fanno ancora sperare (12-17). Due muri consecutivi su Durante spengono gli entusiasmi ed il finale è determinato da un battuta out di Van Beest.
Cambio campo e cambia anche musica: il Loreto ostenta sicurezza: un ace di Spairani sigla il 3 a zero. Bergamo si fa sotto e recupera (3-3). L’Esse-ti Carilo prende nuovamente il largo con Spescha (9-5) ma gli avversari non demordono (10-10). E’ una lotta punto su punto dalla quale il Loreto esce vincente: il 24° punto lo regala un ace di Durante e chiude il set un errore di Visentin.
Una doppietta di Spescha apre il terzo parziale. Fabbiani sale in cattedra e riprende il comando ma il Loreto raggiunge con Durante (14-14). Fabbiani torna alla carica (14-17) ma i loretani ci credono ancora: il sorpasso arriva sul finale con un attacco errato di Cruz. Loreto ringrazia e chiude con Spescha.
Nel quarto set sono i padroni di casa i protagonisti della prima frazione di gioco con un ace di Van Beest che conduce al primo time out tecnico ( 8-4). Brava l’Allegrini a crederci: i bergamaschi recuperano e si dà il via nuovamente ad una dura lotta punto su punto. Sul 24 a 23 per i loretani sembra fatta ma Fabbiani spegne gli entusiasmi per poi chiudere ai vantaggi (24-26).
Finale incandescente e sudato punto su punto: sul 13 pari siglato da Van Beest fanno la differenza un muro di Polidori su Gatti ed un attacco vincente di Spescha chiude un match entusiasmante ed anche molto corretto.
Beatrice Bambozzi
Ufficio Stampa Pallavolo Loreto