Buono anche il secondo test: LPR batte Cantù 4 a 0.

LPR VOLLEY – CASSA RURALE CANTÙ 4-0(25-21; 25-17; 25-22; 26-24)

LPR VOLLEY: Manià (L), Coscione 4, Marshall 3, Papi 4, Sedlacek 7, Patriarca 14, Zlatanov 11, Luburic 12, Tencati 7, Tavares 2 NE: Cottarelli Secondo allenatore: Camperi
CASSA RURALE CANTÙ: Monguzzi 6, Butti, Groppi 3, Riva 6, Rudi, Mazza 3, Tiozzo 5, Preti 18, Krolis 6, Gaggini 1, Robbiati 6 NE: Molteni, Cominetti ALL. Della Rosa

LPR VOLLEY

Battuta
Ace 5
Errori 17

Ricezione
Perfetta 44%
Positiva 69%

Attacco 49%

Muri 10

CASSA RURALE CANTÙ

Battuta
Ace 1
Errori 25

Ricezione
Perfetta 29%
Positiva 61%

Attacco 43%

Muri 8

Piacenza – Seconda amichevole nel giro di pochi giorni per la Lpr Volley che batte 3 a 0 la squadra di A2 Cassa Rurale Cantù. Lpr che scende in campo con Coscione in regia, Luburic opposto, Zlatanov e Papi in posto 4, Tencati e Patriarca al centro e Manià libero che chiuderà la prova con l’80% in ricezione. In attacco Zlatanov (11), Luburic (12)e Patriarca (14) chiudono in doppia cifra. Bene anche il muro di Piacenza: sono infatti ben 10 i muri vincenti durante la partita con Cantù che si avvicina alla cifra biancorossa totalizzando 8 muri. Saranno Tencati e Patriarca a mettere a segno il maggior numero di muri: su 10 muri i due centrali ne firmeranno ben 7.

Primo set che fila via liscio con il sestetto di Camperi che parte forte e complice i tanti errori di Cantù si ritrova a +9 (19-10) con un bell’attacco di Papi . Sul finale di set la squadra di Della Rosa rientra in partita sfruttando qualche indecisione nel campo di Piacenza, accorciando le distanze (23-20). Luburic chiude però il set 25 a 21.

Nel secondo set Zlatanov e compagni controllano l’avversario e sanno pungere soprattutto con Patriarca. Un bel turno di battuta per Coscione che confeziona ben due ace di fila portando il risultato sul 19-13. Un bell’attacco del capitano porta Piacenza a + 8 (24-16); un’invasione di Cantù chiude il set con finale di 25 a 17.

Nel terzo set Camperi fa rifiatare Papi e al suo posto scende in campo a Sedlacek. Cantù ci mette l’orgoglio e il set è combattuto: i padroni di casa sono costretti a inseguire dopo pochi scambi ma Zlatanov e Patriarca mantengono la Lpr in gioco e sul finale allungano chiudendo 25 a 22.

Set aggiuntivo che vede capitan Zlatanov lasciare il posto a Leo Marshall. Dopo un inizio combattuto punto a punto Cantù scappa via; Piacenza non si arrende però e nonostante il + 5 di Cantù rientra in partita grazie a Luburic che, sfruttando un buon turno in battuta, chiude la partita sul 26 a 24 per la squadra di casa.

Camperi (Secondo Allenatore Lpr Volley): “C’è tanto da lavorare, siamo rimasti concentrati. Stiamo cercando di fare dei passi in avanti sui sistemi di gioco su cui stiamo lavorando durante la settimana. Abbiamo provato alcune cose nuove e alcuni ingranaggi sono ancora da oliare. Nel complesso sono soddisfatto della prestazione, abbiamo avuto un buon atteggiamento all’inizio; se proprio devo essere critico non mi ha soddisfatto l’abbassamento di tensione nel primo set quando eravamo 19 a 11. Sono contento invece per il finale del terzo set, sembrava una situazione scontata ma abbiamo mantenuto la concentrazione. È la strada giusta da seguire che può portare a grandi risultati”.