Di Pinto “Bello affrontare Grottazzolina, vogliamo metterci alla prova”

Si avvicina il derby marchigiano con l’11° giornata di Serie A3 Credem Banca, che chiude il girone di andata e rappresenta l’ultima partita del 2019. Tanti quindi i motivi di interesse nella gara di cartello della settimana: a partire dalla classifica, con la Menghi Macerata all’inseguimento della capolista Videx Grottazzolina, capace fin qui di raccogliere tutte vittorie. Qualunque sarà il risultato della sfida di giovedì, il Girone Blu vede le Marche protagoniste, grazie a due squadre che rappresentano due città dove la pallavolo è una tradizione storica. Se la Videx Grottazzolina viene da ben cinque 3 a 0 consecutivi, l’ultimo in trasferta ad Alessano, la Menghi Macerata si presenta con un ruolino di tre vittorie in altrettante partite dopo la sconfitta con Modica, che hanno permesso ai biancorossi di scalare la classifica e piazzarsi in seconda posizione. Domenica è arrivato il netto 3 a 0 ai danni di Corigliano-Rossano, con una prestazione entusiasmante che ha caricato tutto l’ambiente maceratese in vista del derby.

“In parte sono rimasto anche io sorpreso da una gara tanto perfetta”, confessa l’Allenatore Adriano Di Pinto, “Ma quella contro Corigliano è stata una prestazione figlia di un lungo percorso di crescita che abbiamo cominciato quest’estate, con un gruppo quasi interamente rinnovato e che richiedeva tempo per raggiungere i livelli che ci aspettiamo. Sono molto contento perché sfidavamo una squadra di tutto rispetto, che ha fatto bene fino ad oggi e si sta lottando le prime posizioni. Una dedica speciale va a Federico Menichetti, che dopo la tragedia che lo ha colpito è voluto subito tornare ad allenarsi con noi e il suo esempio ci ha dato una grandissima spinta a dare il massimo”. Vi aspetta la sfida più difficile, ti aspettavi questo rendimento da parte di Grottazzolina? “Sicuramente già in estate sapevamo della loro forza. Hanno costruito molto bene la squadra, potendo ripartire da un gruppo solido al quale hanno aggiunto innesti mirati e di valore, come Snippe e Giannotti. Poi sono stati bravissimi, nessuno poteva aspettarsi un percorso tanto lineare, noi stessi abbiamo preso ad esempio il loro lavoro, si può sempre imparare dalle altre squadre”. Forse per la prima volta in stagione non partite come squadra favorita, potrà essere d’aiuto avere un po’ di pressione in meno? “Proveremo a sfruttare anche questa situazione diversa. Dobbiamo fare la nostra partita e sarà bello affrontarli, niente è già deciso. Abbiamo tanta voglia di metterci alla prova, vedere a che punto siamo”.