LA CAPOLISTA ORTONA AL PALAPARENTI, ARIA DI BIG-MATCH

La Kemas Lamipel torna a giocare in quel PalaParenti che ha regalato, finora, solo vittorie nette alla compagine santacrocese: quella di domani sarà però la classica prova del nove visto che la sfidante ei “Lupi” sarà Ortona, sicuramente la rivelazione di questa serie A2 Credem Banca. La Sieco Servive infatti veleggia, insieme a Calci, in vetta alla classifica con 19 punti, 4 in più della Kemas Lamipel, frutto di ben 7 vittorie contro 1 sola sconfitta. Formazione equilibrata e delle ottime individualità, Ortona ha però stupito tutti gli addetti ai lavori in questo inizio campionato, mettendo in mostra numeri ed un ruolino di marcia impressionanti. La stella della squadra è sicuramente l’opposto tedesco Marks, giocatore però fermo nelle ultime settimane per un infortunio. La sua assenza non ha però minato l’entusiasmo e la verve dei compagni di squadra, capaci di continuare ad ottenere risultati brillanti: il regista Pedron ha infatti sfruttato la gran voglia di fare bene di Carelli, bravo a sostituire Marks, e l’affidabilità degli schiacciatori Ottaviani e Bertoli, quest’ultimo grande ed indimenticato ex biancorosso. Menicali e Sesto sono armi importanti al centro, mentre Toscani una garanzia in ricezione. Per la Kemas Lamipel settimana impegnativa con anche un paio di allenamenti congiunti a Castelfranco e a Cecina (avversaria la Nazionale Tunisina): l’obbiettivo dello staff tecnico biancorosso è quello di tenere calda e pronta la squadra per una partita importantissima e con punti pesanti in palio. Per i “Lupi”, come detto, ruolino di marcia impeccabile al PalaParenti, ma in trasferta sono stati riportati punti solo da Mondovì, quindi occorrerà lavorare su questi aspetti per trovare la giusta continuità per il futuro del campionato. Intanto però testa ad Ortona per una partita che nasconde insidie e molte difficoltà: appuntamento alle ore 18.00 al PalaParenti con la gara, arbitrata dai signori Bellini e Caretti, che comunque andrà anche in onda in streaming sui canali YouTube della Lega Volley.

Andrea Costanzo – Ufficio stampa