Ostacolo Corigliano per restare in vetta

Foto di Luca Laici

Dopo il poker in gara esterna la Videx si prepara a ricevere la visita della goEnergy Corigliano-Rossano. Un mese di campionato è ormai alle spalle e le due formazioni si ritrovano in vetta alla classifica a quota 12 punti. Notevole fin qui il ruolino di marcia dei grottesi: unica squadra di serie A3, insieme a Porto Viro, ad essere ancora imbattuta con quattro vittorie consecutive e due soli set persi. Identica la striscia positiva dei calabresi, con una gara in più all’attivo, il cui inizio di campionato è stato però macchiato dalla sconfitta all’esordio. Due percorsi simili seppur la formazione di coach Nacci, in quanto neopromossa, viaggi su una dimensione un po’ diversa rispetto alla Videx. Prestazioni, quelle della compagine marchigiana, che non sono passate inosservate e che avvalorano ulteriormente la candidatura ad un ruolo importante da recitare in questa stagione. Oneri e onori sulle spalle dei ragazzi di coach Ortenzi. Spalle larghe secondo Mattia Minnoni: “Questo inizio di campionato deve essere per noi uno stimolo per fare ancora meglio e continuare sulla strada che abbiamo tracciato – ha detto lo schiacciatore e assistant-coach della Videx – Viviamo questo momento con molta serenità e con i piedi ben saldi a terra, consapevoli di avere in squadra giocatori esperti e capaci di gestire la pressione. Dobbiamo guardare avanti e pensare partita dopo partita”. Vietato cullarsi sugli allori perché una leggerezza può costare cara: “Non è la classifica a fare la bravura di una squadra – ha dichiarato Roberto Romiti – perché questa prima fase di stagione ha dimostrato che se non si affrontano le partite al meglio delle proprie possibilità si rischia di perdere contro chiunque.” Domenica 24 novembre (ore 18) al palas di Grottazzolina bisognerà scendere in campo con la testa giusta: “Affrontiamo una squadra in salute – ha aggiunto il libero grottese – perciò dovremo cercare di sfruttare al meglio il fattore campo. Sarà sicuramente una partita di alto livello”. Via al sesto round: guardia alta e riflessi pronti.

Michael Gambini

Ufficio Stampa M&G Scuola Pallavolo